A- A+
Il Sociale
"fa.re musica per tutti". Concerto benefico per Milano

Rilanciare la cultura come valore primario della dignità dell'individuo. Per queso BSI Europe S.A., in collaborazione con Uniqa Assicurazioni e Caritas Ambrosiana, ha presentato, nella prestigiosa sede del Centro Svizzero di Milano, alla presenza del Console Massimo Baggi, "fa.re Musica per tutti", un progetto ideato dal Maestro Mattia Rondelli (www.mattiarondelli.com). L'esordio pubblico del progetto è previsto per Giovedì 11 dicembre alle ore 20.30 nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano. In questa occasione, Mattia Rondelli dirigerà l'Orchestra dell'Accademia Teatro alla Scala e il coro Ars Cantica. Il programma prevede - per la prima volta in Italia - il Gloria per soli, coro e orchestra di Giuseppe Sarti e la Sinfonia n.5 Opera 67 di Ludwig van Beethoven.

Il concerto è aperto gratuitamente alla città di Milano, ma è dedicato in particolare a chi per vivere usufruisce dei servizi assistenziali di Caritas Ambrosiana. Il lavoro della fondazione non si limita solo all'aiuto materiale delle persone bisognose, ma anche a ridare loro dignità attraverso momenti di aggregazione culturale stimolanti, in cui ciascuno vede riconosciuto il proprio valore al di là dello status sociale, economico e lavorativo. UNIQA Assicurazioni ha fatto del "pensare fuori dagli schemi" e del "fare la differenza" il suo modo di agire e operare con la sua rete di intermediari, per cui il concerto è un'occasione di celebrare i valori in cui crede fermamente. 

"Siamo onorati di aver patrocinato un'iniziativa che valorizza la cultura comune, un valore per tutti"- ha dichiarato il Console Massimo Baggi, Consolato Generale di Svizzera, che, come padrone di casa, al Centro Svizzero, ha aperto la conferenza salutando i presenti e i giornalisti in sala.

"Affermare la dignità dell'individuo come valore primario della nostra società anche attraverso la promozione di esperienze artistiche: è così che BSI Europe S.A. vuole partecipare alla vita della comunità in cui opera ed è per questo che, come in occasione del concerto di Milano, organizza e sostiene la diffusione della cultura in tutte le sue espressioni. Il concerto "fa.re musica per tutti" è un'occasione per dimostrare il nostro impegno attivo e concreto per le cause in cui crediamo"-ha sottolineato il Dottor Gabriele Corte Responsabile Mercato Italia di BSI Europe S.A.

"Dobbiamo essere in grado di lasciare alle nuove generazioni qualcosa di meglio di cio' che abbiamo trovato.Questo evento deve essere inteso come una dedica alla città, alle persone che sono in difficoltà e che erano abituate alla cultura e ne hanno diritto ancora, grazie a questa iniziativa.Ed è la cultura la protagonista, cultura che è nel DNA di BSI, come la responsabilità sociale. Questa iniziativa è una goccia per far partire ancora eventi di questo tipo"-ha aggiunto l'Avv.Claudia Parzani Presidente Valore D.

Mattia Rondelli, Direttore d'Orchestra e ideatore del progetto, ha spiegato le scelte musicali. Perché Giuseppe Sarti?  Mattia Rondelli si occupa da anni della ricerca di partiture dimenticate di Giuseppe Sarti, un compositore che nel '700 ero tra i più conosciuti ed eseguiti in tutta Europa.

Mattia Rondelli ha registrato "Il Gloria" che eseguirà l'11 dicembre col teatro Mariinsky  di San Pietroburgo su invito di Valery Gergiev. Perché Beethoven? La sinfonia n. 5 ha l'incipit più famoso del mondo, ma è anche una sinfonia particolare perché non è il Beethoven tardo degli ultimi quartetti.

E' un programma che Mattia Rondelli è felice di affrontare con l'Accademia della Scala, sicuramente per il prestigio dell'Istituzione, per il grande lavoro che fanno con i giovani e per il piacere di lavorare con una compagine di giovani di grandissima qualità che dà molti stimoli e energia.

C'è chi ha detto che con la cultura non si mangia, ma nella ciclicità storica che ci appartiene, dal Medioevo fino al '29 le crisi economiche che hanno segnato la storia si sono risolte con manovre economiche che non hanno mai potuto prescindere da manovre culturali. 

"L'essere umano non è fatto solo di stomaco. Andiamo verso EXpo dove si parla di "Nutrire il pianeta", ma è un nutrire che va al di là della dimensione materiale. Siamo tutti portatori di bisogni anche immateriali. Nel nostro cammino verso EXpo noi di Caritas vogliamo far riflettere sul binomio "pane e parola". Le persone hanno bisogno anche di relazioni, vicinanza, prossimità,  di sconfiggere quel mostro terribile che è la solitudine"-ha sottolineato Don Roberto Davanzo, Direttore Responsabile Caritas Ambrosiana

XComm, agenzia di marketing e comunicazione integrata di Milano,  ha firmato il logo e la comunicazione del progetto "fa.re musica per tutti". E' un invito ad agire, a combattere l'indifferenza, a contribuire in prima linea attraverso momenti di aggregazione culturale stimolanti, a restituire dignità a chi improvvisamente l'ha persa. Uomini e donne che per sfortune o imprevisti della vita sono costretti ora a confrontarsi con una situazione difficile. A supporto è stato realizzato un progetto di comunicazione integrata che comprende una campagna radiofonica in onda dal primo dicembre, ufficio stampa e un'intensa attività editoriale sui social media, oltre ad una campagna di engagement sul territorio milanese.

Il progetto è stato supportato da un Comitato d'Onore composto da: Donatella Bartolozzi Carmi, Valeria Monti, Maria Candida Morosini, Claudia Parzani, Massimo Baggi, Nicolò Dubini, Alfredo Gysi, Piergaetano Marchetti, Cav. Cesare Puccioni, Cav. Giorgio Squinzi.Grazie a "fa.re musica per tutti" la Caritas Ambrosiana - appoggiata con entusiasmo da enti di spessore come BSI Europe S.A. e UNIQA Assicurazione - offre alla società un sostegno profondo. L'invito rivolto alle istituzioni pubbliche e private è quello di contribuire in prima linea a rilanciare la cultura come nutrimento della società, necessario alla sua rinascita economica e sociale.

Tags:
concertocaritasmilano
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.