A- A+
Il Sociale

"Ovunque, l'arte e il design sono in prima linea per combattere i regimi autocratici, le forze di oscurantismo e di ingiustizia". Con queste parole il direttore del festival Leo Kaneman ha presentato i quaranta film e la dozzina di dibattiti in programma all'unidicesima edizione del Film Festival e il Forum internazionale sui diritti umani (FIFDH) che, dal 1° al 10 marzo a Ginevra, è dedicato agli artisti che resistono. Focus particolare inoltre in Siria, Pakistan, Cina e Uzbekistan.

Organizzato in concomitanza con la sessione del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, il Festival vuole protestare contro la politica dei due pesi e due misure imposta dalla ragion di Stato.

Mali e Siria

Da un lato sarà invocato un rapido intervento in Mali per fermare il terrore islamista, dall'altro sarà denunciata la vergognosa inerzia della comunità internazionale per i crimini commessi dal regime di Bashar al-Assad.

Fadwa Suleiman regista siriano, esiliato in Francia, un simbolo di resistenza, ha accettato di far parte della giuria del festival. Parteciperà a una serata dedicata al suo paese con l'ex procuratore Carla del Ponte  con l'uscita di un documentario RTS.

Ai Weiwei

Ospite del festival, ma senza passaporto, la star cinese di arte contemporanea Ai Weiwei che ha accettato, a distanza, di far parte della giuria, "un atto politico", ha detto Leo Kaneman.

Questa edizione è dedicata anche a Malala Yousafzai, il giovani pakistano di 15 anni selvaggiamente attaccato dai talebani, e addirittura ricoverato in ospedale. Suo padre sarà presente alla cerimonia di apertura e ai un dibattito sulla situazione in Pakistan.

Dittatura Karimov

Nel corso di un dibattito verrà denunciato il silenzio internazionale che viene steso sui misfatti di Islam Karimov, il presidente dell'Uzbekistan, dove è in essere la peggiore delle dittature dell'Asia centrale.

Anche lo Sri Lanka e le sue atrocità saranno di nuovo nel mirino, insiele alla "negazione della democrazia" in Russia e alla violenza in America Centrale.

Non verrà dimenticata neppure la situazione  in Medio Oriente, con un dibattito il 3 marzo con Leila Shahid, delegato generale della Palestina presso l'Unione europea e il colonnello israeliano Shaul Arieli.

Tags:
film festival diritti umanidiritti umanififdh
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.