A- A+
Il Sociale
Anche le giornaliste contro il sessismo nei media

Alcuni giornalisti francesi hanno creato un collettivo per combattere il sessismo nelle redazioni. Audrey e Melissa Theuriau Pulvar hanno firmato la petizione per prime. Segno che la battaglia per una migliore rappresentanza delle donne, sia nelle direzioni che nelle redazioni non è più un tabù.

Per anni le giornaliste hanno lottato con i loro soli mezzi, ma di fatto sono ancora escluse da posizioni di responsabilità e affrontano ogni giorno - in radio, nei giornali, in televisione-  subiscono stereotipi di genere. Gli stessi esperti che partecipano alle trasmissioni tv sono ancora troppo spesso uomini, anzichè donne.

Partito con 250 firme, il gruppo, si è imposto come "il cane da guardia" del sessismo nei mezzi di comunicazione ed è composto non solo da donne, ma anche da tanti colleghi uomini che vogliono cambiare le cose. L'appello per rompere il tabù di una certa rappresentazione femminile nei media è stato firmato da 200 persone in sole 24 ore.

Tags:
sessismomedia8 marzo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.