A- A+
Il Sociale

Google scende in campo contro la tratta di esseri umani. Il colosso americano ha infatti deciso di donare tre milioni di dollari a tre associazioni impegnate nella lotta a questa forma di schiavitù contemporanea per creare un'organo mondiale che raccolga dati e informazioni mettendole a disposizione di tutti gli operatori.

"Ci sono molte organizzazioni umanitarie in tutto il mondo, ma non sono in contatto l'una con l'altra", ha spiegato Jared Cohen, che guida il think tank Idee e innovazioni di Google.

Per questo sono state scelte tre organizzazioni, ognuna delle quali appartenente a un continente: il Polaris Project, la Liberty Asia e La Strada International. Dall'unione dei quattro soggetti è nata lo Human Trafficking Hotline Network, che monitorerà costantemente la situazione in zone  rischio in Europa, Stati Uniti e Sud-Est asiatico per standardizzare i dati, identificare le tendenze e combinare le statistiche nello sviluppo di un modello più completo che racconti la reale questione troppo spesso dimenticata dai media internazionali


 

Tags:
googletraffico esseri umanipolaris projectliberty asiala strada international
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green

Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.