A- A+
Il Sociale
La testimonianza di Korian nell'edizione 2020 di Long-Term Care Five

Italia Longeva: Long-Term Care Five - Stati Generali dell’assistenza a lungo termine - Edizione 2020

“Quale possibile evoluzione dei modelli di gestione delle RSA post - COVID19?” - Nuovi scenari e nuove sfide: la testimonianza di Korian

Oggi, alla luce della pandemia da Covid-19, occorre avviare ed implementare una riorganizzazione dei modelli di gestione delle RSA. Korian, Gruppo europeo leader nei servizi rivolti a persone anziane, porterà la sua testimonianza all’evento Long-Term Care Five - Stati Generali dell’assistenza a lungo termine - Edizione 2020 che si terrà in versione digitale l’1 e il 2 dicembre. In particolare, l’intervento di Korian alla sessione dal titolo “Quale possibile evoluzione dei modelli di gestione delle RSA post - COVID19?” si terrà mercoledì 2 dicembre alle 15.45.  

Il “Long-Term Care, Stati Generali dell’Assistenza a lungo termine” riunisce annualmente decisori e attori della sanità con l’obiettivo di fornire un aggiornamento sullo stato dell’arte della gestione della Long-Term Care sul territorio e presentare best practice e proposte nell’ambito dei modelli di presa in carico dell’anziano fragile con patologie a decorso cronico. 

Federico Guidoni, CEO di Korian Italia ha dichiarato: “L’esperienza del Covid-19 ci ha permesso di fare un’attenta riflessione sul mondo delle RSA portandoci a ipotizzare nuovi scenari e invitandoci a cogliere nuove sfide. L’armonizzazione del servizio sanitario regionale al fine di passare da una diversificazione normativa alla personalizzazione della cura; la digitalizzazione e automatizzazione dei processi all’interno delle strutture; la trasformazione delle RSA in centri servizi aperti al territorio che lavorino con le istituzioni; affiancare alle  RSA nuovi servizi di residenzialità dedicata a persone autosufficienti o parzialmente autosufficienti. Sono questi i temi di cui il settore sanitario e socio-sanitario deve discutere per fare realmente un passo avanti nella gestione delle strutture”.

Durante questi mesi Korian ha anche predisposto nuovi servizi o riadattato quelli già esistenti. Dalle attività ludiche e ricreative rimodellate e gestite in un ambiente sicuro prediligendo piccoli gruppi, alla dotazione di smartphone e tablet in tutte le strutture per effettuare videochiamate con i famigliari, fino all’iniziativa “C’è Posta per te” promossa durante il lockdown di marzo: un servizio che ha permesso a tutti i familiari di scrivere e inviare una lettera ai propri cari. Inoltre, Korian ha messo a disposizione di famigliari e operatori sportelli di sostegno psicologico e ha creato un nuovo strumento, il Virtual Tour360, per dare la possibilità di ‘visitare’ le strutture a distanza e in pochi click.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    korian long-term care five
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.