A- A+
Il Sociale
erin callan 500

"Donne, non sprecate la vita a lavorare". E' l'appello che sta facendo scalpore in tutti gli Stati Uniti perché a lanciarlo dalle colonne del New York Times è una ex signora di Wall Street. Lei si chiama Erin Callan, 47 anni, ed è stata fino al 2007 top manager di Lehman Brothers nonché una delle donne più potenti del mondo. 

L'ex direttrice finanziaria della banca Usa, in un lungo articolo dal titolo "Is there life after Work?" (C'è una vita oltre il lavoro?), invita le donne a "non sprecare tutte le proprie energie per la carriera lavorativa perchè non ne vale la pena e soprattutto non rende la vita migliore".

Il lungo sfogo è incentrato sul rammarico della Callan per aver passato la sua vita a pensare al lavoro trascurando affetti e piccole gioie quitidiane. "Da quando ho lasciato il lavoro alla Lehman - scrive la e - ho avuto tutto il tempo per riflettere sulle decisioni che ho preso di proporzionare il tempo dedicato al lavoro con il resto della mia vita. A volte incontro giovani ragazze che dicono di ammirarmi per quello che ho fatto. Ho lavorato duramente per 20 anni e ora posso passare i prossimi 20 anni a fare altre cose. Ma questo non è equilibrio. Non lo auguro a nessuno. Fino a poco tempo fa, pensavo che focalizzarmi sulla carriera fosse la cosa più importante per avere successo. Ma adesso sto cominciando a capire che ho sprecato il meglio della mia vita. Avevo talento, ero intelligente e piena di energia. Non avrei dovuto essere così estrema".

"Come tutte le persone avevo relazioni, un marito, gli amici, i parenti, ma a causa del lavoro non ho dato a nessuno il meglio di me. Si sono dovuti accontentare delle briciole", aggiunge. La Callan ricorda che per anni ha rinunciato a weekend con gli amici e i propri cari, ha pranzato e cenato tantissime volte davanti al computer e spesso ha passato i suoi compleanni in ufficio. I pochi giorni liberi li trascorreva a dormire, per ricaricare le batterie ed essere pronta per una nuova settimana di lavoro senza sosta. E non solo: la cosa più importante, spiega, è che ha perso l'occasione di avere un figlio.

Ora ci sta provando, a diventare mamma, ma il rammarico non passa. Assunta nel 1995 da Lehman Brothers come consulente fiscale, la Callan ha fatto una rapida carriera. Licenziata prima del fallimento della banca, è passata al Credit Suisse ma ha deciso di ritirarsi dopo breve tempo. Ora vive in Florida, si è risposata con un suo amico del liceo che fa il pompiere e sta cercando di avere un figlio. "La cosa più importante - continua la Callan nell'articolo - è che ho perso l'occasione di avere un figlio tutto mio. Oggi ho 47 anni e già sono parecchi anni che con mio marito cerchiamo di aver un bambino con la fecondazione in vitro. Stiamo ancora sperando".

 

Tags:
donnelavorolehman brotherserin callan
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.