A- A+
Il Sociale
Parole O_Stili: il percorso diventa gratis per le scuole, grazie ad Asstel

Parole O-Stii: il percorso per le scuole sarà gratuito grazie al contributo di ASSTEL, che ha firmato il Manifesto insieme ad Almaviva, Fastweb, Open Fiber, Retelit, Tim, Vodafone, e WINDTRE

L’educazione civica diventa insegnamento obbligatorio (legge 92/2019) e Parole O_Stili entra in classe con un percorso didattico pensato per accompagnare ragazzi e ragazze ad un uso più consapevole della Rete, così da aiutarli a diventare cittadini digitali dotati di spirito critico e responsabile.

Dalla ripresa delle scuole, il percorso è gratuitamente disponibile per tutti gli insegnanti di ogni ordine e grado, grazie al contributo di ASSTEL – Assotelecomunicazioni che lo scorso luglio ha firmato il Manifesto della Comunicazione non ostile.

Bullismo e cyberbullismo, il valore della Costituzione, diritti e doveri online, fake news, hate speech, buone abitudini ecosostenibili, sexting, revenge porn, privacy online, sono alcuni tra i 50 temi contenuti nelle oltre 200 schede didattiche (per un complessivo di 250 ore di lezione!) che compongono il percorso di educazione civica di Parole O_Stili.

Non solo ASSTEL, ma anche molte delle sue aziende associate - ad oggi Almaviva, Fastweb, Open Fiber, Retelit, Tim, Vodafone, e WINDTRE - hanno deciso di firmare il Manifesto per sostenere i principi etici ed educativi dell’associazione Parole O_Stili e i suoi progetti, un significativo passo avanti all’interno della discussione del contrasto ai linguaggi ostili.

Sono tre gli assi portanti su cui si sviluppa il progetto di educazione civica: Costituzione, Sostenibilità e Cittadinanza Digitale. Nella proposta didattica di Parole O_Stili, ogni asse è declinato e interconnesso ai 10 principi del Manifesto della comunicazione non ostile, in un dialogo suggestivo e stimolante per insegnanti e studenti.

“Per diventare cittadini attivi della propria comunità è necessario avere adeguate competenze digitali. La nostra vita si svolge online e di conseguenza anche la nostra formazione civica è condizionata dagli strumenti digitali, per questo è fondamentale averne piena consapevolezza” – afferma Rosy Russo, fondatrice di Parole O_Stili – “Il rapporto e il dialogo con il mondo della scuola è uno dei cardini delle nostre attività. Da marzo abbiamo raddoppiato il nostro impegno al fianco di insegnanti e dirigenti, li abbiamo aiutati nella sfida della didattica a distanza. E grazie ad Asstel possiamo dare seguito a questo nostro progetto, in un anno scolastico che sarà sicuramente impegnativo e per molti aspetti unico”.

“Siamo orgogliosi di aver dato il nostro supporto attivo ai progetti didattici di Parole O_Stili” – dichiara Pietro Guindani, Presidente di Asstel-Assotelecomunicazioni. “Lo sviluppo di competenze digitali è la sfida da raccogliere per la formazione del capitale umano del futuro. I progetti di alfabetizzazione digitale nelle scuole sono una necessità indispensabile ed urgente per rendere i giovani studenti oggi cittadini digitali responsabili e domani lavoratori in grado di cogliere con successo le opportunità future di inserimento e crescita professionale.”

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    parole o_stili asstel scuole
    in evidenza
    Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

    Che cosa accadrà il prossimo anno

    Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
    Nostradamus, le profezie 2022

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.