A- A+
Il Sociale
La Birmania festeggia le prime nozze gay pubbliche

La Birmania esce lentamente dal suo isolamento e celebra le prime nozze gay pubbliche. Abiti tradizionali, brindisi e grandi sorrisi tipici di un festeggiamento unico. Tin Ko Ko, 38 anni, e Myo Min Htet, 28 anni, hanno celebrato la loro unione dopo dieci anni di relazione con una fastosa cerimonia nell'ex capitale Rangoon davanti a circa 200 invitati.

Va sottolineato che questo matrimonio non ha nessun valore legale, visto che nel paese - in base a una legge coloniale britannica - le relazioni omosessuali sono vietate. Si tratta comunque di un forte gesto simbolico che vuole spazzare via pregiudizi secolari e leggi ancorate al passato dopo oltre mezzo secolo di isolamento internazionale dovuto alla dittatura militare. "Abbiamo dovuto affrontare moltissime difficoltà. Però siamo riusciti a costruire il nostro amore sulla reciproca comprensione" dice raggiante Myo Min Htet. "La mia famiglia mi ha accettato. Sono talmente contento che i miei genitori mi abbiano capito. Ma Myo Min Htet ha dovuto affrontare la contrarietà della sua famiglia", ha detto Tin Ko Ko.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
birmaniagaymatrimonio
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido

i più visti
in vetrina
Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


casa, immobiliare
motori
Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.