A- A+
Sport
Cassano in Nazionale? Abete apre: "Piena autonomia di Prandelli"

"La riapertura di Prandelli su Cassano? Leggo tutto sui giornali e sono convinto che certe volte alcuni abbiano delle anticipazioni anche rispetto a me. D'altro canto Prandelli da questo punto di vista ha sempre avuto piena autonomia, ha sempre fatto un discorso di carattere generale, e non ha mai fatto chiusure nei confronti di nessuno. Purtroppo conviviamo con degli infortuni, con delle difficolta' e quindi le porte della Nazionale devono essere sempre aperte per tutti". Il presidente della Figc apre al ritorno di Cassano in vista dei Mondiali dopo i rumors delle scorse ore. E torna anche sulla vicenda legata al contratto di Cesare Prandelli:  "C'e' fiducia che il rapporto con il c.t. possa proseguire. Noi abbiamo una posizione molto chiara: riteniamo che Prandelli abbia fatto un ottimo lavoro sul versante dei risultati, con un secondo posto negli Europei ed un terzo posto nella Confederations cup, in un momento complesso del calcio italiano, e sul versante della comunicazione valoriale. La Nazionale deve comunicare dei valori e lo ha fatto con le iniziative di Rizziconi, Quarto o l'iniziativa contro l'omofobia, ma anche l'inaugurazione della palestra a Mirandola costruita con i contributi dei premi dei giocatori azzurri negli Europei del 2012".

I rumors di lunedì sul ritorno di Cassano in nazionale - Un Cassano nel motore per il Mondiale? Cesare Prandelli sta seriamente pensando di richiamare Fant'Antonio a due anni dalla sua ultima partita in maglia azzurra (la finale di Euro 2012 persa 4-0 contro a Spagna). Il talento di Bari Vecchia ha saltato tutte le partite di qualificazione per Brasile 2014 e le amichevoli di questo biennio. Ma alla luce dell'ultima partita giocata dagli azzurri (la sconfitta in Spagna) e di qualche riflessione del ct di Orzinuovi (il rendimento del fantasista al Parma è ottimo) è venuta l'idea di recuperare il suo estro nella manifestazione iridata. Per questo Prandelli ha fatto un delicato lavoro diplomatico con i senatori della nazionale per far loro capire che l'innesto di Cassano può essere molto importante nel mese Mondiale. E l'operazione sembra essere andata a buon fine...

Prove di futuro, in 31 a stage della nazionale a Roma - Ai nastri di partenza sono in 31, nessuno ha il posto garantito per il mondiale ma per molti di loro gia' vestire la maglia azzurra per tre giorni e' un sogno che si realizza. Al via lo stage voluto dal ct della Nazionale, Cesare Prandelli, una tre giorni di allenamenti intensivi per 31 dei migliori giovani del nostro campionato. Obiettivo: valutare attraverso il confronto di dati fisici e tecnici, la risposta dei potenziali azzurri del futuro. Una sorta di Nazionale sperimentale sulla scorta di quanto gia' messo in atto da un anno a questa parte dal ct dell'Italbasket, Simone Pianigiani. Per l'immediato, che si chiama Brasile 2014, molto dipendera' dai buchi di reparto e in questo senso l'unica vera chance per un pass dall'altra parte dell'Oceano e' nel ruolo di terzo portiere alle spalle di Buffon e Sirigu. Prandelli dovra' scegliere tra un uomo spogliatoio come Morgan De Sanctis (Roma) e un giovane di belle speranze come Mattia Perin (Genoa), gia' convocato in Spagna dal ct.

"Sono contento - spiega l'estremo difensore del grifone - siamo tanti giovani e questo fa piacere. Vecchi e nuovi compagni delle under di quando eravamo piu' piccoli e questa e' una bella esperienza. Il mondiale? Non lo so, per ora sono solo contento di essere qui. Ancora non ci penso, e' un sogno e vedremo". Un sogno che coltiva anche Simone Scuffet, magari con la prospettiva di arrivare un giorno ad allenarsi al fianco del suo idolo, Gigi Buffon: "Una grandissima emozione - dice il portiere dell'Udinese - e' la mia prima convocazione in Nazionale maggiore, cerchero' di fare il mio meglio. Io al mondiale? Sentire gia' queste voci fa molto piacere, ma c'e' ancora da lavorare molto. Certo, allenarsi con Buffon sarebbe un grandissimo onore, spero che un giorno possa succedere". Diverso il discorso per il ruolo di attaccante, visto che si balla ancora sull'eventualita' di un clamoroso recupero di Giuseppe Rossi. Voci da Parma vorrebbero un Prandelli gia' orientato verso un reintegro di Antonio Cassano. Notizie che ambienti federali bollano come "illazioni", ma e' chiaro che una scelta definitiva avverra' gia' nell'ultimo stage in programma tra un mese, dove Prandelli dovra' svelare le carte con la lista dei 30 papabili per il Brasile.

Continuano a sperare tuttavia anche i giovani, e oggi nel raduno azzurro ce n'erano molti: Gabbiadini, Zaza, Sau, Paloschi, la concorrenza e' altissima. Il bomber del Chievo, reduce da una doppietta che ieri ha segnato la vittoria sul Genoa, ci spera: "Mettere in difficolta' Prandelli? Cerchero' di dare il 100% come ho sempre fatto - spiega l'ex Milan - e affrontare ogni giorno che saro' qui come se fosse un sogno". Un altro che, assicurano, piace tantissimo a Prandelli, e' il difensore del Torino, Matteo Darmian: "Il Mondiale in Brasile? Ci spero - si e' lasciato andare stamane - ma sicuramente passa tutto attraverso il Torino in queste ultime 10 partite". Stage sfortunato invece per il romanista Alessio Romagnoli, che lascia da subito il raduno per un sovraccarico muscolare all'adduttore sinistro.

Prandelli, rinnovo vicino. Abete: "Incontro entro due settimane" - "Per il momento non ci sono novita', ma ci vedremo sicuramente entro un paio di settimane". Mentre Cesare Prandelli e' a Roma per i test atletici dei giocatori nel giro della Nazionale, il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete e' nella Bassa Cremonese, la terra del ct, per un convegno sul doping. Nessuna novita' quindi sul fronte del rinnovo del contratto. "Avevamo detto che ci sarebbe stato un incontro dopo il match con la Spagna e presto lo faremo - prosegue Abete - Le nostre posizioni sono chiare e lineari, noi vorremmo che Prandelli rimanga sia per i risultati ottenuti, sia per i valori che incarna e porta avanti". Il commissario tecnico ha chiesto un programma a largo raggio, che coinvolga anche attori diversi dalla Federazione, come la Lega. "Quando ci incontreremo a quattr'occhi con Prandelli parleremo di futuro sotto tutti i punti di vista. E' naturale che poi si cerchera' di fare il massimo per la Nazionale all'interno di un calendario internazionale molto fitto. La disponibilita' dimostrata dalla Lega Calcio per i test che Prandelli sta portando avanti in questi giorni, pero', gia' ci conferma una certa sensibilita' di tutto il movimento nei confronti della Nazionale". Abete ha infine evitato di prendere una posizione a proposito della moviola in campo: "Sappiamo benissimo che queste decisioni passano attraverso l'International Board. Non vorrei comunque che una discussione su questo argomento, che comunque e' sentito solo a livello italiano, tolga spazio a novita' regolamentari piu' attuali come ad esempio quella del gol-non gol. Da questo punto di vista trovo giusto che anche in Europa League Juventus-Fiorentina si possa giocare con i due arbitri di porta aggiuntivi come avvenuto ieri nel campionato italiano".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
abeteprandellinazionale
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.