A- A+
Sport
Cori antisemiti, Agnelli: legittima la reazione di Mariella Scirea

"Quella di Mariella Scirea e' stata una reazione legittima, perche' il nome di suo marito e' legato alla curva dei tifosi piu' passionali della Juventus. Penso che debba essere lanciato un messaggio comune contro ogni forma di discriminazione, ma non bisogna contestualizzare il problema. Parliamo di una norma che esiste da 25 anni, solo che adesso siamo passati da una sanzione amministrativa a una sanzione penale e di impatto". Lo ha detto il presidente della Juventus Andrea Agnelli nel corso del suo intervento a Firenze, dove ha partecipato al settimo seminario "Il calcio e chi lo racconta" organizzato da Figc e Ussi. "Sono molto attento a queste vicende ma ogni volta rimango sorpreso quando accadono questi episodi e questo per due motivi - ha continuato Agnelli - primo perche' certi messaggi non riescono a passare e che negli stadi nonostante siano presenti tecnologie avanzate non si riescano a individuare quelle 30/40 persone che provocano problemi. In secondo luogo perche' vengono amplificati dai media fenomeni che sono ridotti. Resto dell'idea che non e' possibile dare eccessivo risalto a fenomeni marginali. Dobbiamo cioe' sapere quando sanzionare o quando viene data troppa visibilita' a persone che cercano strumentalizzazione. E' giusto essere schierati nella battaglia di un fenomeno che deve essere combattuto da Coni, Figc, club, giocatori ed anche dalla stampa, ma penso anche che oggi l'eta' media degli spettatori di uno stadio e' di 25 anni e che si tratta di gente che non conosce ne' l'Heysel, ne' Superga ne' la Shoah".

"Siamo in un'epoca in cui non c'e' bisogno ne' dell'Uefa ne' della federazione per dire no al razzismo. Chi fa sport ha un ruolo sociale, i club hanno compiti di educatori sociali perche' lo sport e' salute e rispetto. Va promosso e gestito con la massima attenzione. Penso comunque che i club siano responsabili fino a un certo punto sui comportamenti di certe persone, ci vuole anche uno Stato che combatti fenomeni come il razzismo e la discriminazione", conclude il presidente della Juventus.

Malago' su cori ingiuriosi, situazione fuori controllo - "Dire che fanno riflettere e' poco, ma soprattutto creano uno stato di tristezza e anche di imbarazzo". Cosi' il presidente del Coni Giovanni Malago', parlando a margine di un incontro a Palazzo Vecchio a Firenze con il vicesindaco Dario Nardella, sulle parole pronunciate dalla vedova di Gaetano Scirea, Mariella, che si e' detta pronta a far togliere il nome del marito a una delle curve dello 'Juventus stadium' dopo i cori ingiuriosi di domenica. "Parlero' con il presidente Andrea Agnelli - ha aggiunto Giovanni Malago' - uno dei pochi che ha preso una posizione chiara, precisa e anche coraggiosa, cosi' come tutti i suoi colleghi dovrebbero fare. Stiamo scivolando lentamente verso contesti che sono fuori controllo, serve fare un punto della situazione". E ha aggiunto: "Soprattutto, il mondo del calcio deve guardarsi in faccia con onesta' di fronte a cio' che sta accadendo dentro gli stadi, visto che non si tratta piu' di casi isolati. La semplice squalifica delle curve mi sembra che abbia portato ad ulteriori problemi, quindi e' indispensabile vedere le cose in un'ottica diversa. Credo che sia il presidente della Figc Abete che quello bianconero Andrea Agnelli siano in perfetta sintonia su come intervenire davanti a certi episodi, perche' hanno la stessa sensibilita' di rendersi conto dello stato dell'arte. Quanto sta accadendo e' un problema del mondo del calcio. Il Coni e' coinvolto in modo indiretto - conclude Malago' - ma restiamo attenti e vigili".

Mariella Scirea: "Potrei togliere il nome alla curva" - "Gaetano era un grande esempio di valori sportivi. Se si va avanti così, chiederò di cambiare nome alla curva". E' il proposito rivolta dalla moglie dell'indimenticabile Gaetano agli ultras bianconeri dopo i cori antisemiti che domenica, durante il match con la Fiorentina, si sono sollevati dalla curva dedicata al marito.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
agnellicori heyselmariella scireacurva juventus
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Intelligenza artificiale Covisian tra i protagonisti della 3ª edizione dell'AI Week 2022

Intelligenza artificiale
Covisian tra i protagonisti della 3ª edizione dell'AI Week 2022


casa, immobiliare
motori
Bentley Bentayga EWB: cresce il passo e aumenta il benessere

Bentley Bentayga EWB: cresce il passo e aumenta il benessere


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.