A- A+
Sport

 

juve nuove maglie

La Juve sigla un armistizio storico post-calciopoli con la Figc. A pochi giorni dalla conquista del 29° scudetto ufficiale, il club bianconero, sta per svelare le nuone divise targate Nike, ma stando a quanto risulterebbe dalll'anteprima, non ci sarà la scritta "31 sul campo".

Un modo per pacificare tanti animi e tante anime del nostro calcio dopo che per tutti gli ultimi dodici mesi il mondo bianconero aveva sempre difeso la terza stella. Due o tre? Pare che sulla nuova maglia non ce ne saranno, così da lasciare molte discussioni nel silenzio. Spazio solo al baffo della Nike e allo stemma della Signora d'Italia...

 

conte modificato 14

ALESSIO "CONTE E SOCIETA' SI VEDRANNO PROSSIMA SETTIMANA" -

 

E' stato Angelo Alessio a parlare di Atalanta-Juventus dopo la gara dell'Atleti Azzurri d'Italia: "Ieri aveva lasciato spazio a me e Carrera e anche stasera ha pensato che era opportuno farlo", ha spiegato Alessio a Sky Sport. "Non c'entrano nulla gli episodi dei tifosi, era gia' programmato", ha aggiunto l'allenatore in seconda. Nonostante lo scudetto, la Juve ha vinto anche a Bergamo: "Noi cercheremo in tutti i modi di battere il record di Capello - ha aggiunto Alessio. Stasera avevamo solo Pirlo e Chiellini tra i titolari in campo ed e' merito di questi ragazzi che si fanno sempre trovare pronti". Alessio ha sottolineato proprio l'importanza di tutti i giocatori: "E' un gruppo formidabile che dal primo giorno di ritiro dello scorso anno si e' messo a disposizione. C'e' una cultura del lavoro che paga sempre. Venire qui e vincere contro l'Atalanta che lottava per non retrocedere non era facile". Incalzato su Conte e sul futuro del tecnico, Alessio ha poi concluso: "L'appuntamento con la societa' e' fissato per la settimana prossima. Non c'e' alcun motivo per non venire a parlare". Quindi ha dribblato la polemica per la mancata presenza del tecnico davanti alle telecamere: "In questi due anni abbiamo fatto cose straordinarie e per continuare a crescere dovremo continuare a lavorare. Abbiamo capito la nostra dimensione in Europa e dobbiamo in tutti i modi cercare di progredire".

ATALANTA-JUVENTUS 0-1, BIANCONERI E CONTE RINCORRONO RECORD - La Juventus continua la rincorsa al proprio record di 92 punti in campionato (record assoluto dell'Inter con 97). I bianconeri hanno battuto l'Atalanta per 1-0 nonostante una sfida che sulla carta poteva creare anche qualche problema ai campioni d'Italia, reduci dalla sbornia scudetto e in campo con una formazione molto rimaneggiata. Come annunciato, era previsto un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa del sette volte Presidente del Consiglio, Giulio Andreotti, ma silenzio e applausi sono stati ampiamente sostituiti da bordate di fischi giunte da tutti i settori dello stadio. La gara e' stata funestata anche da continui lanci di oggetti tra opposte tifoserie che hanno continuato all'interno dello stadio la guerriglia gia' cominciata fuori. Scambi di "cortesie" che al 28' del primo tempo hanno costretto l'arbitro Guida a sospendere per circa 7-8 minuti la gara. Nonostante lo scudetto vinto domenica scorsa, la Juventus non ha cambiato atteggiamento ed e' entrata in campo per "far male". Anche Conte non ha mostrato alcuna diversita' di atteggiamento, le urla e i gesti sono stati quelli ormai consolidati, ha richiamato continuamente i suoi e ha spinto la manovra col suo fare tipico, come se fosse in campo. Piu' quieto Contantuono che, invece, ha dovuto subito modificare qualcosa al suo modulo di gioco per l'infortunio occorso nei primi minuti a Raimondi. Al 18' del primo tempo la Juventus e' passata in vantaggio con un'azione capolavoro firmata Pirlo-Matri: il talento bresciano ha inventato un lancio millimetrico per il compagno, l'attaccante ha agganciato di destro e ha poi battuto di sinistro un Consigli leggermente fuori dalla porta, preso in contropiede. Sfortunata l'Atalanta al 38' con un destro al volo di Denis che si e' stampato sul palo su un disimpegno sbagliato di Caceres. Nella ripresa e' aumentato il pressing dei padroni di casa che si sono fatti vedere con piu' frequenza dalle parti di Storari, anche se l'ex milanista non e' mai stato realmente impensierito, mentre la Juve ha risposto con infilate in contropiede forti e micidiali che pero' non hanno sortito alcun effetto. La piu' pericolosa al 15' quando un bello scambio Matri-Isla-Matri non e' stata finalizzata dalla punta che non e' arrivata sul pallone messo in mezzo dal cileno. Nel finale Colantuono ha cercato di dare piu' sostanza all'attacco buttando dentro Moralez, ma a fare notizia e' stato un fallo di mano in area di Marrone che l'arbitro Guida al 35' ha giudicato involontario facendo proseguire il gioco e mandando su tutte le furie tecnico, giocatori e tifoserie atalantina. Sul capovolgimento di fronte e' stato uno strepitoso Consigli a salvare con i piedi sul destro di un solissimo Vidal. La rabbia ha pero' lasciato spazio alla gioia quando, informati sul finale di Palermo-Udinese, a Bergamo hanno potuto festeggiare la matematica salvezza. Ultimi minuti in spinta per una buona Atalanta che pero' ha lasciato alla Juve l'ennesima azione pericolosa della gara: al 45' Anelka ha servito Giaccherini che dalla sinistra a calciato sull'esterno della rete alla destra di Consigli.

Tags:
alessiocontejuveagnelliscudetto

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.