A- A+
Sport
andreazzoli modificato 1

ANDREAZZOLI "IN SALA STAMPA CON PETKOVIC? CON PIACERE" - "Una conferenza stampa congiunta con Petkovic prima del derby? Avrei molto piacere, sarebbe l'occasione per conoscerlo in anticipo. E' una persona che mi piace molto per come si pone, per quello che ha fatto, per l'educazione che dispensa in ogni occasione". Aurelio Andreazzoli, in vista del derby dell'8 aprile, dice si' all'idea della Roma di far parlare insieme i due tecnici. "Potrebbe essere una cosa interessante sotto tutti i punti di vista e se servisse anche a stemperare gli animi, a far capire che e' una partita importantissima ma pur sempre una partita di calcio, ben venga", aggiunge l'allenatore giallorosso.

ANDREAZZOLI,AFFRONTARE PALERMO COME FOSSE CAPOLISTA - "La classifica dice che siamo piu' forti di loro ma siccome sono vecchio, so cosa significa affrontare l'ultima della classe. Non ci sono pericoli se l'affronteremo come se fosse la prima in classifica, in quel caso abbiamo buone possibilita' di portare a casa l'intera posta". Aurelio Andreazzoli non si fida del Palermo e chiede ai suoi massima concentrazione. Il tecnico, interrogato sulla condizione di De Rossi, si dice soddisfatto "dei progressi sia sotto l'aspetto fisico che sotto quello qualitativo mentre sotto l'aspetto tattico e' sempre stato eccezionale". Per quanto riguarda Osvaldo, vicino all'ennesima panchina, ricorda che "il risultato e' sempre piu' importante degli interpreti e di chi deve decidere gli interpreti. Osvaldo ha lavorato benissimo durante la settimana, non vedo perche' non dovrebbe essere pronto. Lo difendo perche' ha il merito di essere difeso. Osvaldo non e' forte, e' fortissimo e lo ha dimostrato con la Juventus. Chiaro che come tutti ci sono momenti in cui uno non riesce ad esprimersi ai suoi livelli per mille motivazioni. Va preso come fisiologico pero' posso dire che si e' allenato benissimo tutta la settimana". Infine una battuta sulla festa per i 20 anni nel calcio di Totti: "E' stata una festa emozionante, meritatissima e condivisa da tutto il mondo di chi lavora intorno alla squadra, e' stata una festa molto bella e sentita".

Probabile Roma (torna a disposizione Destro,  Tachtsidis favorito su Bradley)
Stekelenburg; Piris, Burdisso, Castan; Torosidis, De Rossi, Tachtsidis, Marquinho; Lamela, Florenzi; Totti
A disp.: Goicoechea, Lobont, Dodò, Romagnoli, Taddei, Balzaretti, Bradley, Perrotta, Lopez, Osvaldo, Destro. All.: Andreazzoli
Indisponibili: Pjanic, Marquinhos.

montella modificato 2

MONTELLA, "COL CAGLIARI, VIETATO GIA' PENSARE A MILAN" - Per pensare al Milan c'e' tempo, la priorita' si chiama Cagliari. Vincenzo Montella non vuole perdere di vista l'impegno piu' vicino per quanto cominci a salire l'attesa per lo scontro diretto con i rossoneri. "Lo dico con molta sincerita', ora non penso al Milan - avverte il tecnico viola - La gara di domani e' fondamentale per fare punti. Le scelte saranno basate solo sulla gara di domani. Se qualcuno diffidato tirera' indietro la gamba per non farsi ammonire, sara' sostituito". Contro il Cagliari manchera' lo squalificato Borja Valero ma "non c'e' un giocatore con le sue caratteristiche in squadra. Magari se vogliamo essere piu' offensivi possiamo sfruttare Mati Fernandez, o la dinamicita' di Romulo. Abbiamo anche altre scelte, ma nessuno ha le sue caratteristiche, quindi cambieremo qualcosa a livello di modulo". Per il resto, "Jovetic e Savic stanno molto bene, anche Cuadrado e' rientrato bene dopo le gare internazionali" mentre su Ljajic dice: "e' cresciuto molto, ho letto anche una sua bellissima intervista. Spero che continui con il suo buon momento". Contro il Cagliari si gioca a porte chiuse per le note vicende dello stadio Is Arenas. "Senza pubblico e' una partita diversa, forse piu' difficile ancora - confessa Montella - La vivi in maniera diversa, forse manca un po' di adrenalina. Magari il Cagliari che e' abituato, suo malgrado, a questa soluzione, ha un piccolo vantaggio. A prescindere da questo, mi sarebbe piaciuto giocare con i tifosi, con il pubblico e la Fiorentina lo aveva anche anche richiesto". In chiusura una battuta sul rientro di Giuseppe Rossi: "Ora conta solo vederlo vicino a noi, con grande voglia di tornare. Un sogno? Vederlo segnare un gol decisivo per il nostro destino a fine campionato".

petkovic

LAZIO, CON CATANIA PER RIPARTIRE - Da Catania a...Catania. Vladimir Petkovic ricorda ancora la lezione che la Lazio subi' al Massimino nella gara di andata, ma da quelle macerie nacque la serie di 16 risultati utili consecutivi. I biancocelesti vengono pero' da 3 sconfitte consecutive "ma non solo io ho fatto errori, ci sono anche diverse circostanze che abbiamo pagato caro", dice pensando ai diversi errori arbitrali che hanno penalizzato la Lazio nell'ultimo periodo. Il tecnico biancoceleste auspica una vittoria come nuovo inizio. "Spero che la partita dimostri che siamo ancora terza la stessa squadra, come quella che si e' vista dopo quella sconfitta con il Catania. Sono convinto che possiamo fare una nuova serie positiva per puntare a diversi obiettivi molto alti in questa parte finale di stagione. Ma le parole valgono poco, ci vogliono fatti e punti". Per arrivare a quel sogno Champions che Petko non ha ancora abbandonato. "Ci crediamo tutti quanti - spiega il tecnico - e se ci crede chi e' dietro di noi non vedo perche' non dovrebbe crederci la Lazio. L'unico neo e' che giochiamo su tre fronti mentre gli altri tutto l'anno su una competizione. Noi tentiamo ogni partita di dare il massimo e vincere. La Lazio si sta ritrovando fisicamente ma anche mentalmente. Questa pausa ha messo a posto anche questa fatica psicofisica e sono sicuro che anche domani si vedra'". Alla fine si faranno i calcoli, con Petko che provoca: "Di solito non sono mai soddisfatto, anche vincendo i traguardi si puo' fare sempre di piu'. Cerchiamo di raggiungere certi obiettivi, sara' merito o demerito nostro se ce la faremo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
andreazzolipetkovicromalazio
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.