A- A+
Sport
Villarreal incriminato il tifoso della banana ad Alves: rischia 3 anni

E' stato incriminato e rischia fino a tre anni di carcere il tifoso del Villarreal che domenica sera nella partita con il Barcellona aveva lanciato provocatoriamente una banana a Dani Alves, il quale l'aveva raccolta e mangiata in un gesto divenuto subito uno spot contro il razzismo. Il 26enne David Campayo Lleo e' stato fermato martedi' sera e incriminato per violazione dei diritti e delle liberta' civili, prima di essere rimesso in liberta', ha riferito la polizia spagnola. In precedenza il club castigliano aveva fatto sapere di aver identificato e punito il suo tifoso, che tra l'altro faceva l'educatore per le giovanili, espellendolo dal club e proibendogli di rimettere piede nel suo stadio, il Madrigal.

Rodriguez "Villarreal e' una citta' tranquilla" - "La banana lanciata a Dani Alves? Per me e' strano che questo sia stato fatto da una persona di Villarreal, perche' e' una citta' tranquilla, che non la pensa cosi'. Per una persona che ha fatto cosi' non dobbiamo condannare tutta la citta'". Gonzalo Rodriguez, difensore della Fiorentina ed ex del Villarreal, commenta il gesto razzista di uno spettatore di Villarreal-Barcellona. "Siamo tutti con Dani Alves e contro il razzismo", conferma il giocatore argentino che tornando alla sua esperienza a Villarreal aggiunge: "Io quando sono arrivato in Spagna mi sentivo come a casa mia - afferma -. Non ho mai visto niente che mi ha fatto pensare che c'e' razzismo in Spagna. Per me, quindi, non e' normale quello che e' successo".

Dani Alves "Gesto spontaneo, non passero' da vittima" - Il suo gesto restera' nella storia della lotta al razzismo. Dani Alves non si aspettava tanta popolarita' dopo quel gesto, "spontaneo", che potrebbe dare una svolta alla lotta agli imbecilli da stadio: un presunto tifoso del Villarreal, poi individuato ed espulso a vita dal Madrigal, gli lancia una banana ed il difensore brasiliano del Barcellona, senza pensarci su, la sbuccia e la mangia per poi battere un calcio d'angolo. "Non voglio passare come una vittima - spiega il trentenne, punto di forza della nazionale verdeoro -. Se le cose si prendono con umorismo e gioia, anche queste offese non ti colpiscono. Bisogna essere superiori e denunciare questi episodi, cercando di fare qualcosa per un mondo migliore. E spero che tutto questo clamore, iniziato con un gesto spontaneo, dia dei risultati". "Il calcio deve essere divertimento - spiega il laterale del Barcellona in un'intervista al 'National Journal' - e lo stadio un luogo dove portare bambini, famiglia ed amici, per condividere un momento. Bisogna incoraggiare la propria squadra senza mancare di rispetto agli altri, non dovrebbero esistere discriminazioni basate sulla razza o sull'orientamento sessuale". Il suo gesto e' diventato 'virale': "E' stato super spontaneo, ad un atteggiamento negativo bisogna rispondere con uno positivo. Cosi', quando il frutto mi e' caduto vicino, la mia reazione e' stata di raccoglierlo e mangiarne un boccone. Non c'e' stato nulla di programmato, perche' non pensavo che qualcuno potesse gettare una banana in un campo di calcio". Un gesto semplice e spontaneo, dunque, che ha sollevato un'autentica ondata di solidarieta', con colleghi e semplici tifosi che hanno intasato i social network con foto o selfie sullo stesso tema. Non c'e' rancore verso l'autore del lancio, pero', se potesse, Dani Alves pubblicherebbe una sua foto sul web "affinche' si senta umiliato per cio' che che ha fatto. In questo modo non potrebbe piu' mostrare il suo volto in qualsiasi stadio". Infine, una amara considerazione: "C'e' piu' razzismo ed intolleranza nei paesi europei, come la Spagna, che in Sudamerica. Ed e' sorprendente, considerata la gioia che i giocatori stranieri hanno portato nel calcio europeo".

Renzi, insopportabile insulto a giocatore Barcellona - "E' accaduta una cosa che per chi segue il calcio e' insopportabile. Un giocatore del Barcellona stava battendo un corner, gli hanno tirato una banana per insultarlo e lui con grande tranquillita' l'ha sbucciata e mangiata. Con Prandelli, grazie a una idea di Filippo Sensi, abbiamo voluto fare la stessa cosa durante l'incontro con la nazionale di calcio a cinque che ha vinto l'europeo". Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi nel corso della registrazione di Porta a Porta, commentando il gesto di ieri a Palazzo Chigi.

Tags:
bananaalves
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.