A- A+
Sport
La Milano del basket sfida il suo passato per sognare

Di Fabrizio Provera

Dall'incubo ricorrente, quello degli ultimi anni, al sogno di una squadra che non solo viene da 11 affermazioni consecutive, ma che con le vittorie corsare contro Olympiacos e Reggio Emilia dimostra di condensare talento e classe (ma quelli erano ben noti) assieme ad attributi e carattere, che spesso sono mancati. L'EA7 Milano di Luca Banchi si accinge a entrare nella fase clou della stagione, che deciderà le sue sorti in Eurolega e in  campionato. Giovedì 13 altra trasferta, questa volta nella culla cestistica dei Paesi Baschi: contro il Laboral Vitoria, già battuto al Forum, Milano reincontra il suo passato recente- Sergio Scariolo- e l'accattivante stella dell'asso ex Nba Lamar Odom (che però farà solo presenza perché non giocherà), che ha esordito con la maglia del Baskonia. Una vittoria consoliderebbe il secondo posto nel girone, alle spalle dell'imprendibile Barcellona: una posizione fondamentale per sognare, dal momento che eviterebbe nei quarti di finale (ormai nettamente alla portata dell'Olimpia) l'incrocio impossibile con Real Madrid o Cska Mosca, lanciando invece  Milano contro una sfida ad alto tasso di nobiltà cestistica- ma soprattutto maggiormente abbordabile- contro il Maccabi Tel Aviv di David Blatt e del leggendario presidente Shimon Mizrahi, la Sfinge, uno dei più longevi dirigenti del basket mondiale. E potersela giocare col Maccabi significherebbe carezzare il sogno di giocare le Final 4 di Eurolega davanti al proprio pubblico, al Forum. Ovviamente coach Luca Banchi predica umiltà, ma intanto i tifosi sognano. In campionato, invece, il primo posto finale in regular-season sembra agevolmente alla portata di Milano. Molto dipenderà dalle sfide contro Cantù e Sassari, entrambe previste tra le mura amiche (ad aprile e maggio).

SUPERBASKET E DANILOVIC: IL BASKET GUARDA AL PASSATO PER TORNARE AI FASTI GLORIOSI
Due fatti, uno più agonistico l'altro extra parquet, hanno monopolizzato l'attenzione nell'ultima settimana. A Bologna è tornato, da eroe autentico quale in effetti è, Predrag 'Sasha' Danilovic, bandiera di quella Virtus con cui ha vinto tutto. La sua maglia numero 5 è stata ritirata e posta a fianco di quelle di Roberto Brunamonti e Renato Villalta. Nessuno la vestirà mai più: un tributo meritato a uno dei più esplosivi e impietosi vincenti della storia cestistica europea, ritiratosi a soli 30 anni per problemi fisici dopo aver dimostrato di che pasta fosse fatto, persino con la casacca dei Miami Heat in Nba. Dal parquet agli uffici dei tribunali, dai quali rimbalza la notizia che le testate Superbasket, American Super Basket e Giganti del Basket (per gli appassionati si tratta di nomi che fanno venire i lucciconi) sono state rilevate dai curatori, dopo essere scomparse dalle edicole. Da qualche giorno- a riprova di quanto testè detto- la pagina Facebook di Superbasket è tornata ad essere aggiornata, legata ad un sito di news di settore. La voce che si rincorre dà come molto probabile il ritorno in edicola di Superbasket e delle altre testate (o  di una sola, le altre potrebbero anche sfruttare come canale il  web) entro la prossima stagione agonistica, quindi a settembre. Quando inizierà l'era di Ferdinando Minucci a capo di Legabasket, in pratica. Si tratta di due fatti capaci di dare una scossa ad un movimento, quello baskettaro nel suo complesso, ancora immerso nella palude di una crisi da cui non si vedono molti spiragli. E dove- mentre si chiedono più spazi in Rai- un previsto servizio sulla crisi della Mens Sana Siena viene fatto saltare, con tanto di scuse ai telespettatori..
Si può soltanto crescere, insomma. E' già una buona notizia. Almeno questa..

Tags:
basketolimpia milanosuper basket

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.