A- A+
Sport
Bologna, cori anti-napoletani in curva. Morandi: "Disgustato, potrei andarmene"

Fischi al 'Caruso' di Lucio Dalla e striscioni contro il Napoli, arrivati da una parte dei tifosi del Bologna Calcio durante la partita di ieri allo stadio Dall'Ara: episodi duramente condannati dal presidente onorario del club rossoblu, il cantante Gianni Morandi, che non esclude l'abbandono della sua carica definendo "qualcosa di inqualificabile" quanto accaduto durante il match del campionato di serie A, spiegando poi come sia stata "oltraggiata" la figura di Lucio, suo grande amico. Episodi "non accettabili" anche per il sindaco di Bologna, Virginio Merola, che ha parlato di una "violenza verbale inconcepibile, da condannare".

"Ieri allo stadio di Bologna - scrive Morandi sulla propria bacheca di Facebook - e' successo qualcosa di inqualificabile e di cui mi sono vergognato. Prima dell'inizio della partita sono comparsi striscioni intollerabili contro la squadra e la citta' di Napoli e mentre le note di 'Caruso' con la voce di Lucio risuonavano nell'aria, una parte della curva dei tifosi rossoblu ha cominciato a fischiare. Non credevo - continua - che il tifo fosse degenerato a questo punto. Sono lontani i tempi quando lo stadio di Bologna veniva preso ad esempio per la civilta' e la sportivita' del pubblico presente, che sapeva addirittura applaudire la squadra avversaria quando giocava meglio della nostra. Non so quanti fossero ieri quegli incivili, capaci di un simile comportamento, razzista ed offensivo. Spero fossero pochi, ma certamente - spiega ancora il cantante - io non mi riconosco in loro, che oltraggiano la figura di Lucio e insultano gli avversari con questa maleducazione deficiente. Ed essere il presidente onorario, anche se e' una carica simbolica e forse inutile - annuncia - non mi piace piu'". Sulla stessa linea anche il sindaco di Bologna. Si e' trattato - dichiara Merola - di comportamenti che nulla hanno a che fare con lo sport. Una violenza verbale inconcepibile, da condannare. Inoltre, cosi' facendo, e' stata infangata la memoria di Lucio Dalla, persona che ha sempre amato la sua citta' e Napoli. Comprendo la scelta di Gianni Morandi e mi unisco alle sue parole di sdegno. Mi auguro pero' - conclude il primo cittadino - che non abbandoni la presidenza onoraria del Bologna Fc".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bolognacorirazzismonapolimorandi
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.