A- A+
Sport
conte ferguson

A Beppe Marotta, direttore generale della Juventus, non dispiacerebbe affatto se Antonio Conte diventasse il Ferguson del club bianconero: "Personalmente - spiega il dirigente a margine dell'assegnazione del premio Antonio Ghirelli per la Letteratura del calcio - sono fautore di un profilo di allenatore del genere, che in Italia per il momento non esiste. La Juventus spesso e' prima in tante cose, speriamo che lo sia anche in questo. Non ne abbiamo mai parlato, ma Conte rappresenta gia' una forte juventinita' perche' qui ha giocato, conosce tutti, ha un ottimo rapporto col presidente e con noi dirigenti e quindi puo' muoversi all'interno della societa' in modo molto facile".

Dopo Bologna qualche polemica per l'esultanza di Conte al Dall'Ara, considerata eccessiva da alcuni addetti ai lavori. "Il calcio e' un grande contenitore di emozioni che vanno liberate - chiarisce Marotta -, ma dietro le emozioni c'e' anche il rispetto degli avversari. Nel caso specifico, Conte, finita la gara, ha scaricato tutta la sua emozione, rivolgendosi ai nostri tifosi in modo contenuto. Non mettiamo barriere a queste cose, altrimenti andiamo a svilire il calcio e la sua essenza". Detto che per Marotta "Conte rimane al 100% l'anno prossimo", si parla di campioni e top player per la Juve del prossimo anno. "Ibra? Abbiamo una rosa gia' molto competitiva che deve essere assolutamente rispettata per quello che ha fatto lo scorso anno e che sta facendo quest'anno. Per cui l'ipotesi che arrivi un'altra punta verra' valutata piu' avanti con l'allenatore". Il dg della Juventus ragiona anche sulla sfida di Champions League col Bayern: "Non so se sia una finale, di certo sara' una bella partita tra due squadre importanti sul piano del gioco e quindi ci attendiamo un grande spettacolo".

"Competere contemporaneamente in campionato e in Champions - aggiunge il dirigente bianconero - per noi e' una cosa nuova a livello di gestione e metodologia degli allenamenti e a livello fisico e psicofisico. Per il resto c'e' grande orgoglio e soddisfazione per essere tornati tra le societa' piu' importanti d'Europa. Campionato e Champions - ricorda Marotta - sono impegni di uguale difficolta'. In campionato ci sono ancora 27 punti a disposizione e bisogna arrivare sul podio finale da vincitori, quindi bisogna avere un ruolino di marcia molto forte. In Champions c'e' una piccola componente in piu' legata alla fortuna. In 180 minuti un episodio puo' avere un peso piu' importante. Il nostro e' un gruppo nuovo, molti dei nostri giocatori non hanno mai affrontato contemporaneamente campionato e Champions. Le partite come quella con il Bayern servono a temprare e a fare esperienza. Anche questa stagione va considerata come un'altra tappa della nostra maturazione".

buffon modificato 2

BUFFON: "TRANQUILLO SU CONTE"

"Un possibile addio di Conte? Mi sembra una cosa da non prendere in considerazione, tutti sappiamo quanto sia legato alla Juve e a questa maglia". Gigi Buffon, in conferenza stampa a Coverciano in vista dell'amichevole tra Italia e Brasile, e' fiducioso sulla permanenza del tecnico leccese alla guida dei bianconeri. "Non temo nulla - assicura - E' una persona talmente decisa in tutte le cose che fa e che dice, che mette corpo e anima in tutto quello che fa, che alla fine, finche' non riterra' concluso il progetto sportivo con la Juve, non penso che possa prendere in considerazione altre alternative".

Per quanto riguarda la Champions, "va presa per come l'abbiamo incominciata, per come abbiamo intrapreso questo percorso di avvicinamento alle zone importanti dell'elite calcistica. Ovvero sperando di farci apprezzare per un gioco propositivo come quello che stiamo sciorinando, e sperando nel frattempo di riconquistare il rispetto degli avversari. E in linea di massima questo obiettivo lo abbiamo centrato. In quarto di finale e' giusto che incontri una squadra di caratura mondiale come il Bayern ma non credo loro siano stati felici di incontrarci e questo significa che siamo rispettati, che incutiamo un po' di paura". Ma vincere la Champions "e' veramente dura, ci sono 3-4 squadre, tra cui il Bayern, che hanno un passato recente molto piu' importante del nostro, che hanno una confidenza con questo tipo di competizione maggiore rispetto alla nostra. Ma la cosa bella e' che non parti battuto, parti per giocarti la gara, un pizzico di fortuna o un dettaglio puo' farti vincere o perdere ma e' gia' importante sapere di poterti giocare la partita".

Cesare Prandelli non esclude un ritorno di Francesco Totti in Nazionale e Gigi Buffon non nasconde che ne sarebbe felice. "Lo spogliatoio per quel che riguarda le decisioni di un ct non deve dir nulla, sono responsabilita' specifiche di chi guida la squadra - ha spiegato il numero 1 della Nazionale e della Juventus - poi se si parla di un ragazzo come Francesco, allora dico che lui ancora oggi e' uno di noi. Con qualcuno di noi, me compreso, sin dall'Under 15 Totti ha condiviso questo tipo di avventura e per me sara' sempre un mio compagno di Nazionale. Per un giocatore con il suo talento, la sua caratura e la sua classe che continua a giocare a livelli formidabili come sta facendo quest'anno Francesco, e' giusto che il ct non voglia precludere nulla a uno che fa la differenza e ti puo' far vincere la partita. Mi sembra giusto per un ragazzo che sta scrivendo la storia del calcio italiano"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
contebuffonjuvenazionale
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.