A- A+
Sport
De Laurentiis batte la Juve. Ironico: "Consolo la D'Amico..."

"Sono andato a Sky, perche' volevo consolare Ilaria D'Amico, ma purtroppo non era in trasmissione. Peccato". Lo ha scritto in un ironico tweet il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. Una battuta dopo aver messo ko la Juve da parte del presidente partenopeo nei confronti della conduttrice di Sky. Non risulta però che quest'ultima sia tifosa della squadra bianconera.

E ancora: "Cosi' si gioca! Non c'erano 20 punti tra noi e loro, non ce ne sono 17. Sono orgoglioso di questo Napoli".

Conte ha fatto sapere che il Napoli ha speso 100 milioni e la Juve venti? Il patron partenopeo, paraldno poi ai giornalisti, ha un'altra tesi: "Datemi 150 milioni di euro e vinco anche io gli scudetti...".

Benitez "differenza tra noi e Juve e' ampiezza rosa" - "Non e' stato un Napoli perfetto, si puo' ancora migliorare ma oggi abbiamo tirato fuori una prestazione di massimo livello contro una squadra di massimo livello". Cosi', ai microfoni di Sky Sport, il tecnico del Napoli, Rafael Benitez, analizza la splendida prestazione degli azzurri che hanno fermato la corsa della lanciatissima Juventus sconfiggendola con un netto 2-0.

L'allenatore spagnolo pero' torna ancora una volta sulla questione del gap di rosa e fatturato tra il Napoli e la Juventus, da lui stesso sollevata in settimana: "Nella singola partita possiamo dire la nostra ma la differenza nella rosa sulla lunga distanza di avverte. La Juve sta facendo un campionato da record, e' difficilissimo avvicinarla. Per eliminare il gap dobbiamo mettere con le piccole la stessa concentrazione di stasera ma, ripeto, non e' facile fare la Champions o l'Europa League e restare all'altezza di squadre come la Juventus, specie quando vedi che i bianconeri o la Roma non commettono mai errori e fanno una stagione da record. Oggi non c'era Tevez ma c'erano Osvaldo e Vucinic. Una rosa vincente e' quella in cui quando manca un giocatore ce n'e' un altro dello stesso livello altrettanto in grado di fare la differenza". Poi Benitez torna sulla partita: "La chiave e' stata costringere la Juventus a un possesso palla del 38-39%, non era facile palleggiare con precisione contro di loro. Noi abbiamo giocato tante partite di altissimo livello ma non e' facile farlo sempre con la stessa intensita', e' questo che ci manca per arrivare allo stesso livello della Juventus". Rudi Garcia ha detto che avrebbe fatto il tifo per il Napoli: "E' giusto, lui deve puntare alla Juventus come noi puntiamo alla Roma, e' questa la giusta mentalita', non bisogna mai guardare indietro". Il tecnico ex Liverpool si sofferma sull'ottimo inserimento del brasiliano Henrique nella formazione titolare: "Henrique e' un difensore centrale, messo da terzino sa stringere bene con i centrali, e' forte di testa, ha esperienza. Oggi stava vicino ai centrali e ha contrastato bene Llorente". Chiosa finale sulla Premier League: "Sono contento che il Liverpool sia in testa. Stasera allo stadio c'era un'atmosfera calda, quasi inglese, ma li' gli stadi sono diversi, i tifosi sono piu' vicini a squadra. Anche gli stadi aiutano a diminuire il gap nei fatturati".

Insigne "vittoria importantissima, obiettivo mondiale" - "I tifosi ci hanno dato una grossa mano, abbiamo ripagato il loro affetto con una grande prestazione e la vittoria con la prima in classifica". Lorenzo Insigne si gode la festa del San Paolo: il Napoli sgambetta la Juventus, vince 2-0 e si rilancia nella corsa per il secondo posto, occupato saldamente dalla Roma. "E' una vittoria importantissima, ci tiene sempre piu' sicuri al terzo posto e vicini alla Roma - spiega l'attaccante partenopeo a Sky - Lotteremo sino alla fine del campionato, sperando di giocare cosi' e di toglierci tante soddisfazioni". Contro i bianconeri, Insigne ha forse disputato la sua miglior partita della stagione: "Ho giocato bene con l'aiuto dei compagni. Sto facendo bene, a noi esterni mister Benitez chiede un aiuto in difesa, io sono a disposizione ma poi arrivo poco lucido sotto porta. Segno poco ma l'importante e' vincere". Insigne spera sempre di conquistare il pass per il Brasile con la Nazionale: "Sto dando il massimo con la maglia del Napoli per l'obiettivo del Mondiale. Mister Prandelli mi sta seguendo, sono contento delle mie prestazioni e spero di venire premiato con la convocazione in azzurro".

Tags:
de laurentiisd'amicojuvenapolicallejonmertenes
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.