A- A+
Sport
abate

“Prima della sosta di Natale credo che saremo in un’altra posizione di classifica. L’anno scorso avevo detto febbraio, quest’anno vediamo di anticipare un po’ i tempi”. Max Allegri cerca di trarre un po’ di ottimismo dal futuro prossimo dopo il rocambolesco 3-3 di Bologna, rimediato negli ultimi cinque minuti di gioco grazie ai gol di Robinho e Abate, quando la sconfitta pareva ormai quasi certa. Il tecnico livornese spiega ai microfoni di Sky: “Le altre squadre si sono tutte rinforzate, sono partite molto bene e noi abbiamo lasciato un po’ di punti per strada. Sicuramente le cose in questo momento non vanno benissimo, ma la squadra sta crescendo, io ho molta fiducia nei ragazzi e bisogna continuare a lavorare”. La speranza anche quest’anno è di acciuffare almeno il preliminare Champions: “Sapevamo all’inizio che arrivare nelle prime tre non sarebbe stato facile ma abbiamo tutte le qualità per poter lottare fino alla fine”. Intanto la prima senza Balotelli è stata giocata. Ne mancano altre due. Certo quella squalifica che si è preso al termine di Milan-Napoli ancora fa discutere. Qual è la strategia per arginare i comportamenti di Balotelli? Credo che la società, l’allenatore e i compagni stessi lo mettano sempre nelle condizioni di poter fare bene. Poi io sono molto venale. E sta a lui, perché non è che qualcuno gli mette una pistola alla testa per avere dei comportamenti del genere. Ha 23 anni, deve migliorare, deve maturare, è un patrimonio del calcio italiano, rappresenta la Nazionale. Allegri prosegue: “Noi siamo un esempio per tutte le persone, per i bambini, non possiamo avere dei comportamenti del genere. Io sono allineato con la società ed è giusto andare avanti così. Passerà queste tre giornate di squalifica, stasera la squadra ha fatto una buona partita a livello corale sotto l’aspetto tecnico. Lui ha delle qualità singole che gli altri non hanno, ha delle qualità molto superiori agli altri senza togliere nulla agli altri, ma per giocare a calcio ed essere un campione non basta assolutamente questo”. Tornando alla sfida del Dall’Ara, il mister rossonero ricorda ai microfoni di Mediaset Premium: "Abbiamo creato dieci occasioni da gol, subendone di evitabilissimi. La squadra ha giocato un'ottima partita, ma dobbiamo ancora migliorare". Matri forse si è mangiato qualche gol. Uno in particolare sull’1-0 per i rossoneri. Ma Allegri chiude il discorso: "Ha fatto una buona gara". Tra l’altro pochi secondi prima dell’1-1 di Laxalt c’era un rigore su Robinho abbastanza netto: "C'era, dispiace, ma dovevamo evitare di prendere quel gol sulla ripartenza”.

ABATE: “DOBBIAMO LIMITARE LE DISATTENZIONI DIFENSIVE”  - "Un gol importante per il risultato, è un periodo in cui prendiamo gol appena commettiamo un mezzo errore”, spiega il terzino rossonero a Sky. Che cerca i lati positivi di un momento no: “Credo che la squadra abbia fatto un grande primo tempo. Abbiamo portato a casa un punto importante che muove la classifica. Le palle gol non concretizzate? L'importante è crearle le palle gol, la squadra in queste due partite sta esprimendo un buon gioco. Dobbiamo limitare le disattenzioni difensive. Fisicamente stiamo bene, la squadra ha cercato di portare a casa un punto nonostante era due gol sotto. Abbiamo delle difficoltà, lavoreremo e faremo una buona stagione".

ABBIATI: “AL MINIMO ERRORE SUBIAMO. SIAMO TUTTI RESPONSABILI. MA CONTENTI DELLA REAZIONE”  - “Non abbiamo giocato male, abbiamo tenuto palla, avuto diverse occasioni, ma al minimo errore subiamo, ne siamo tutti responsabili”, ammette il portiere rossonero a Milan Channel. Che però rivendica: “Siamo comunque contenti della reazione peccato per aver segnato il 3-2 un po’ tardi, se no forse ce la potevamo giocare per vincere. L’episodio del rigore non l’ho visto bene perché ero lontano, ma sull’azione che ne è scaturita dopo su un lancio lungo spizzato di testa non siamo stati attenti”. Gli errori del pacchetto arretrato? “La fase difensiva parte dagli attaccanti e passa in tutti i reparti. È un momento così e dobbiamo lottare. Abbiamo iniziato nello stesso modo dell’anno scorso per certi versi, se ne esce dando il 100% e rimanendo uniti”.

 

MILAN, LE PAGELLE

Di Giordano Brega

ABBIATI VOTO 5,5 – Non è un gran periodo per il portiere rossonero. Dopo il grande errore sul gol di Higuain in Milan-Napoli, ci mette del suo anche sul secondo gol del Bologna quando palesa chiare incertezze in uscita.

ABATE VOTO 5,5 - Distratto sui primi due gol, bravo a non demoralizzarsi e credere nella reazione sua e della squadra. Si fa parzialmente perdonare trovando la rete del 3-3 in zona recupero.

ZAPATA VOTO 3 – Se la prestazione horror contro il Napoli non aveva convinto qualcuno sul pessimo inizio di stagione del colombiano, lui pensa bene di sottolineare il momentaccio mostrando chiare colpe sulla rete dell’1-0 segnata da Laxalt e pure sul raddoppio.

MEXES VOTO 5 – Non riesce a recuperare su Cristaldo che in tuffo insacca il 3-1. Sfortunato quando colpisce la traversa che avrebbe magari permesso di far partire con qualche minuto d’anticipo la riscossa rossonera.

CONSTANT VOTO 5 – Non morde in difesa, non fa male (come potrebbe e dovrebbe) in attacco.

DE JONG VOTO 6 – Le poche pezze sulle ripartenze felsinee ce le mette lui. Si fa ammonire nei primi minuti e forse ne esce un po’ condizionato dal suo peccato originale.

POLI VOTO 6+ Trova il suo secondo gol in campionato che sblocca la gara e rivede i fantasmi di Verona quando poi vede il suo Milan ripreso e superato di slancio. L’ex doriano per un’ora è uno dei più positivi, perde un po’ di lucidità nel finale dopo aver corso tantissimo.

NOCERINO VOTO 5 Abbastanza impalpabile la sua prestazione

BIRSA VOTO 5 Primo tempo quasi discreto, nel finale della prima frazione ha pure l’occasione per battere Curci ma non trova la conclusione giusta. Vistoso calo nella ripresa, sino alla sostituzione.

Entra NIANG (VOTO 5,5) che ci mette un po’ di corsa, trova una buona punizione. E poco altro.

MATRI VOTO 5 Trova subito un bel colpo di testa da corner e la palla finisce fuori di pochissimo. Sembra il prologo del suo primo gol in rossonero. Invece è l’inizio dell’incubo. Poco dopo ha palla per bucare Curci da posizione favorevolissima, ma la calcia alta sulla traversa. Sarebbe stato il 2-0 per il Milan, è il momento in cui il match svolta contro la squadra di Allegri.

ROBINHO VOTO 6,5 Bello il passaggio che smarca Poli nell’azione del vantaggio rossonero. Meritato il gol personale che riapre un match da incubo, perchè il brasiliano è uno dei più vivaci in una squadra che ha bisogno di estro e capacità di invenzioni.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milandisastrodifesabolognanatale
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.