A- A+
Sport
julian draxler

Vent'anni ancora da compiere (a fine settembre), eppure è il talento del momento per il calcio europeo:  Julian Draxler ha incantato più di un osservatore e in questi giorni molto s'è detto e scritto su di lui. La passione di Ariedo Braida per il centrocampista nato in Vestfalia è nota. Il ragazzino deve solo crescere come esperienza, ma stiamo comunque parlando di un giocatore che sino all'eliminazione dei giorni scorsi col Galatasaray ha fatto la Champions League (e pure incantando). Il resto è parte di quel contenuto tecnico e fisico (alto 1,85) che solo i grandi possono avere: dribbling, tempi d’inserimento e tiro da fuori.

Qualche numero? Quest'anno è già in doppia cifra come gol segnati (oltre trenta le presenze) e ha messo assieme pure cinque assist. Joachim Löw non ha dubbi sul suo valore e lo ha già lo ha inserito nella rosa della sua nazionale maggiore.

Piace al Milan, si diceva. Ma la società italiana che sta seguendolo da più tempo è la Juve, che da almeno un paio d'anni ha portato i suoi osservatori a seguirne la crescita. Anzi, la Signora tentò pure un blitz nel 2011 (a gennaio aveva debuttato in Bundesliga contro l'Ambrugo e già tutti si resero conto del suo potenziale al punto che diventò subito titolare), cercando di portarlo a Torino sin da minorenne. Ma fu proprio Julian che lasciò cadere la cosa, preferendo restare in Germania. Ora la voglia di cercar fortuna all'estero un po' gli è venuta. I costi non sono modici comunque: il contratto in scadenza nel 2016, pota lo Schalke 04 a chiedere 20 milioni come base d'asta.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
draxlercalciomercatojuveintrgallianischalke 04
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.