A- A+
Sport
Tamara Ecclestone (15)

La procura di Monaco di Baviera ha incriminato per corruzione Bernie Ecclestone. Il britannico patron della Formula 1 e' accusato di aver pagato 44 milioni di dollari

a un ex dirigente della banca pubblica bavarese BayernLB per fargli cedere i diritti tv sulla Formula 1 alla Cvc, il fondo di cui Ecclestone e' direttore esecutivo. L'inchiesta, che va avanti da oltre due anni, a giugno aveva portato alla condanna a otto anni e mezzo di carcere per l'ex dirigente della BayernLB, Gerhard Gribkowsky, per corruzione, frode ed evasione fiscale. Ecclestone si e' sempre difeso sostenendo di aver versato i soldi perche' ricattato dal banchiere.

Gribkowsky era stato condannato nel giugno 2012 dopo che si era scoperto che non aveva dichiarato il denaro ricevuto. Il banchiere era stato incaricato nel 2006 dall'istituto pubblico di vendere la partecipazione nella Formula 1, operazione a cui lavoro' in stretto contatto con Ecclestone. Il britannico, che voleva sbarazzarsi del socio tedesco, ottenne con l'aiuto di Gribkowsky che la banca vendesse la sua partecipazione all'investitore che la voleva, la societa' CVC. E per questo, secondo l'accusa, pago' 44 milioni di euro a Gribkowsky attraverso una fondazione a nome della moglie e societa' fantasma domiciliate in paradisi fiscali ai Caraibi e nell'Oceano Indiano. Adesso per la condanna sara' decisivo che l'accusa dimostri che Ecclestone sapeva che Gribkowsky era un dipendente d'una banca pubblica e, come tale, non poteva ricevere denaro. A questo proposito ci sono dichiarazioni citate dalla procura in cui Ecclestone si rivolgerebbe al banchiere tedesco come 'civil servant', funzionario pubblico.

Tags:
ecclestonediritti tvf1

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.