A- A+
Sport
Fallimento Parma, ma domenica si gioca contro il Torino

Udienza lampo al Tribunale, durata solo dieci minuti, Parma al fallimento. Manenti ha comunicato la propria rinuncia a presentarsi e la societa' crociata era rappresentata da Osvaldo Riccobene, uno dei Sindaci del Collegio Sindacale che ora si occupa dell'ordinaria amministrazione dopo l'arresto del Presidente.

Proprio Riccobene ha poi spiegato: "I creditori hanno insistito con la loro richiesta di fallimento, il Procuratore della Repubblica anche. Il Collegio Sindacale che e' rappresentato dalla mia persona, depositando una memoria del proprio operato, ha concluso con una non opposizione alla richiesta di fallimento. Le tempistiche ora sono imprevedibili, il giudice non ha lasciato trapelare nulla, mi auguro che arrivi una risposta in tempi brevi. Lo spettro del fallimento lo do per certo. Incontreremo la squadra, rispondero' alle domande che vorranno farmi, spieghero' la situazione. Secondo me domenica si giochera', ma e' una mia supposizione. Su che basi dico che si possa giocare Parma-Torino? Ritengo molto probabile l'esercizio provvisorio. Se la sentenza non arrivera' prima della gara la societa' per questa partita dovrebbe avere le possibilita' di poter far giocare la gara".

Tags:
parmariccobeneparma torinotribunale
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.