A- A+
Sport
Garcia: "In Italia lottiamo, in Europa siamo ancora piccoli"

"Con la Juve e' stata una partita particolare, e l'ho cancellata, quella sera la Roma ha dimostrato di essere da primi posti. Io ho totale fiducia nei miei ragazzi anche con questi episodi contrari. Questa squadra se la potra' giocare con tutti. Gianni (Rivera, ndr) ha detto che vinca il migliore: sono d'accordo con lui, la Roma e' la piu' forte". Cosi' il tecnico della Roma, Rudi Garcia, ritirando il premio "Etica nello Sport" presso l'Aula Magna della Facolta' di Economia dell'Universita' degli Studi di Roma Tor Vergata. "Totti? Si rischia di dire cose banali. E straordinario il giocatore, il giocatore che vuole fare tutta la partita. Un uomo fantastico, mi piacerebbe vincere qualcosa con il capitano".

Circa i risultati della Roma, il mister giallorosso assicura che "bisogna avere fiducia. Per nessuna squadra la stagione e' un fiume tranquillo, ci sono turbolenze ma dobbiamo essere convinti di quello che facciamo. Misuriamo le cose nei momenti difficili e sono tranquillissimo dei miei ragazzi. Il segreto del mio rapporto con i giocatori? Non c'e', so solo che non posso allenare, senza amare i miei giocatori. Si deve ascoltare, parlare con loro. Io, avendo giocato, penso ancora come un calciatore. Per questo quando mi vogliono fregare, non ci riescono".

L'Italia, al momento, e' un po' indietro rispetto ai massimi campionati europei: "Ci sono dei modelli. In Premier hanno degli stadi fantastici, andare allo stadio deve essere una festa. Pero' ci si deve arrivare anche comodamente, in Italia bisogna avere stadi nuovi e seguire il modello tedesco. Il nuovo stadio sara' un vantaggio non solo per noi della societa', ma soprattutto per voi tifosi".

Si torna a parlare anche delle due sconfitte con il Bayern, la seconda con una squadra chiamata solo a difendere: "E' stato un momento da gestire, e lo abbiamo fatto con una riflessione importante. Puo' succedere un incidente, soprattutto perche' abbiamo giocato contro una delle squadre piu' forti del momento. Siamo stati forti a non perdere fiducia in noi stessi. E' intelligente dimostrare che si puo' giocare in altro modo ed anche una prova di umilta' sapere che ci sono squadre piu' forti di noi. Raggiungere i migliori non si fa in un giorno. In Italia stiamo lottando - ha concluso Garcia - ma in Europa siamo ancora dei piccoli".

Tags:
garciaromachampionsbayern
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.