A- A+
Sport


Lo sprinter Usa Tyson Gay, campione del mondo a Osaka 2007 e primatista mondiale stagionale dei 100 metri (9'75), è risultato positivo a un controllo antidoping e per questo non parteciperà ai Mondiali di Mosca. Lo ha annunciato lo stesso Gay, in lacrime, nel corso di una conferenza stampa.

Gay non ha voluto rilevare la sostanza proibita trovata nelle analisi, ma ha detto che la positività gli è stata notificata venerdì dall'Agenzia Antidoping degli Stati Uniti dopo un test effettuato lontano dalle gare lo scorso 16 maggio. Gay ha diritto all'analisi del campione 'B', prima che la positività sia accertata in maniera definitiva. Parlando al telefono da Amsterdam, il 30enne Gay singhiozzando si è limitato a commentare: «Non credo si tratti di un sabotaggio. Mi sono fidato di qualcuno e sono stato tradito».

Nel corso di questa prima parte di stagione, Gay era finalmente in perfetta forma senza infortuni dopo che in passato aveva avuto diversi problemi ai tendini del ginocchio, all'inguine e all'anca. In questa stagione Gay ha vinto i 100 e 200 metri ai Trial americani e avrebbe dovuto essere il grande avversario di Usain Bolt ai Mondiali.

Tags:
gay

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.