A- A+
Sport
ibra

Prende corpo l'affare Zlatan e le prime cifre che potrebbero (ri)portare lo svedese a Torino. A Parigi prende 12 milioni netti per i prossimi due anni (ma c'è la super tassa del governo Hollande che fa venire il mal di testa persino allo sceicco)? a Signora è disposta a corriponderne 7, ma per quattro stagioni. Un bel segnale di fiducia, consegnando al giocatore un contratto sino al giorno in cui compirà 35 anni. Totale: 28 dalla Juve, contro 24 da Parigi. Certo, in un arco temporale superiore, però magari con una buona uscita transalpina tutti i conti potrebbero tornare a posto. Per la felicità di tutte e tre le parti in causa.

Anche perché, con i soldi risparmiati dall'uscita di Ibra, il Paris Saint Germain darebbe l'assalto a qualche altro top player più giovane e più in linea con un progetto di squadra di medio periodo. I nomi sono eccellenti: da Cavani (smentite però tutte le voci di accordo circolate nelle scorse ore) a Wayne Rooney (anche se lo United non vuole mollarlo), sino a Cristiano Ronaldo (o rinnova col Real o può davvero lasciare) e Radamel Falcao (all'Atletico sono rassegnati al suo addio). Tornando però alla Juve va poi considerato il prezzo del cartellino. Vero che costerà l'impossibile, ma un anno fa sono stati spesi 21 milioni e almeno una quindicina ne verranno chiesti. Per il club campione d'Italia uscente (e ormai entrante) si tratterebbe quindi di un affare (al lordo) da circa 70 milioni di euro. Non uno scherzo.

Pavel Nedvev preme sulla società perchè l'affare si concluda, Antonio Conte sarebbe ben felice di allenare lo svedese, ma servirà anche qualche cessione per far tesoretto. I nomi di Fabio Quagliarella e Alessandro Matri sono i primi nella lista. Poi però si dovrà anche esaminare attentamente al futuro di Artuso Vidal. Difficile privarsi del Guerriero (Conte in primis non è d'accordo), perno della Signora in questo biennio e giocatore fondamentale per quantità, qualità e inserimenti offensivi (tradotti in tanti-tanti gol). Però la sua cessione di fronte a un'offerta di rilievo non va ancora esclusa. Se il B ayern Monaco di Pepp Guardiola, dopo i botti sul mercato tedesco (Mario Goetze soffiato al Dortmund sotto choc e prossima conclusione anche per il bomber polacco Lewandovski), dovesse mettere sul piatto trenta milioni di euro...

Tags:
vidalibrajuve

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.