A- A+
Sport
Inter, Palacio stende il Verona. Mancini: "Il rigore? Inesistente"

"Abbiamo giocato bene come a Genova, dove pero' abbiamo perso: non so se fuoricasa giochiamo meglio e in casa abbiamo un po' piu' di difficolta': San Siro e' San Siro, magari sentiamo piu' pressione, ma stasera abbiamo giocato veramente bene. Poi dobbiamo migliorare, perche' abbiamo commesso errori banali e sono venute fuori le ammonizioni, il rigore, le occasioni". Roberto Mancini commenta, ai microfoni di Sky Sport, la vittoria per 3-0 sul Verona al Bentegodi.

I nerazzurri passano in vantaggio all'11' con Icardi, bravo a sfruttare un assist di Palacio. Al 48' si invertono i ruoli con Maurito che lancia il compagno, che di sinistro infila Rafael. Toni al 77' potrebbe riparire il matcch ma si fa parare un rigore da Handanovic. L'autogol di Moras, al 92', chiude sullo 0-3.

Hernanes dietro le punte è stato dirompente nel primo tempo: "Quella da trequartista e' la posizione migliore per lui, ma puo' fare anche l'interno di centrocampo - aggiunge il tecnico dell'Inter -. Quanto a Kovacic e Shaqiri, sono giovani, faranno meglio in futuro, specie Shaqiri che e' qui da poco, Handanovic invece e' tra i migliori portieri del mondo, se ne sta occupando la societa', non conosco la situazione del suo contratto".

Sul futuro di Icardi: "Il mercato a volte fa fare cose che non vorresti, vediamo cosa accadra', e' difficile dire, ci sono tanti giocatori che faranno meglio l'anno prossimo assieme ad altri che arriveranno", sottolinea Mancini,

Il tecnico marchigiano sottolinea la convincente prestazione della sua squadra, con la difesa che e' riuscita - complice il rigore parato da Handanovic a Toni - a non subire: "Avevano fatto bene anche a Genova, poi ci siamo abbassati. Comunque oggi non era semplice, abbiamo fatto per molti minuti quello che dovevamo fare, a volte ci riusciamo a volte no.Santon e D'Ambrosio? Santon non giocava da 10 mesi, e' un po' stanco e il prossimo anno credo potra' fare molto meglio e potra' fare meglio anche D'Ambrosio".

Basta parlare di Europa: "Dobbiamo pensare al derby e a vincerlo, e' il nostro obiettivo ma credo anche sia quello del Milan. Medel? Non so perche' crea queste sensazioni, ma e' un giocatore straordinario davanti alla difesa, ha un cuore grande come una casa, e' un giocatore molto importante. Se non avessimo Medel saremmo in grande difficolta'".

Poi in conferenza stampa Mancini critica le decisioni di Tagliavento: "Come si può dare un rigore così? Rischiava di riaprire una partita chiusa. Tachtsidis è caduto da solo e non si è fatto niente di grave, abbiamo fatto bene a continuare a giocare, come avviene sempre in Inghilterra. L'ammonizione di Brozovic c'era, ma quella di Guarin assolutamente no. Peccato, salteranno entrambi il derby per squalifica". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
interpalacioveronamancinirigoreicarditagliavento
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.