A- A+
Sport
Inzaghi ne prende 5 dal Manchester City: "Colpa mia"

"E' sotto gli occhi di tutti che dobbiamo migliorare in tante cose, stiamo lavorando da poco e veniamo da un ottavo posto. Bisogna lavorare parecchio". Pippo Inzaghi commenta la dura lezione subita dal Manchester City. Un 5-1 che fa male (4 gol in 26 minuti) e che arriva dopo il tris di gol incassati dal Galatasaray.

La difesa fa acqua da tutte le parti: il brasiliano Alex è in difficoltà e con lui pure Rami (sperando per loro che sia un problema di carichi di lavoro). Male anche Agazzi in porta (colpevole su 3-4 gol) e Honda sugli esterni. Qualcosa, ma poco da Niang ed El Shaarawy. Difficile trovare qualcuno che si salvi da questa imbarcata: De Sciglio e Cristante in meno peggio, con un combattivo Muntari (autore anche del gol rossonero).

Il tecnico rossonero prosegue la sua analisi: "I primi dieci minuti non eravamo partiti male. Abbiamo fatto bene la fase di possesso e meno bene quella di non possesso dove abbiamo lavorato meno. Dispiace perchè abbiamo preso quei due gol dopo che avevamo creato. Senza palla non siamo abbastaza cattivi, ci vuole più reazione alle palle perse. Solo il lavoro ci permetterà di tornare al più presto di essere competitivi".

"Starà a me rivedere la partita e chiedere qualcosa di più da parte di tutti", sottolinea. Balotelli è entrato a inizio ripresa: "Ha fatto una buona gara, abbiamo chiesto loro gli straordinari, perchè sono arrivati solo lunedì. Era pronto per fare 45 minuti, bisogna dargli la condizione piano piano e cercheremo di portare tutti sullo stesso livello".

Pippo parla della preparazione: "Non fa mai piacere perdere così, adesso i ragazzi devono lavorare bene e tornare al più presto a fare belle partite. La nostra condizione non si può nemmeno avvicinare alle squadre inglesi, ma sicuramente dobbiamo dare qualcosa in più". Non si tira indietro: "Le colpe sono mie e me le prendo. La società sa benissimo cosa ci siamo detti, vado avanti a lavorare con questa squadra e quando saremo al meglio e avremo recuperato tutti sicuramente non saremo quelli di queste due partite. Chiaro che un po' più di attenzione e di cattiveria la potevamo avere e starà a me chiederne di più dalla prossima partita. Penso che quando saremo al completo potremo essere competitivi in campionato".

"Devo pretendere di più sulla fase di non possesso. Sono arrabbiato con me stesso perchè se la squadra è stata questa le colpe sono le mie e insieme al mio staff ne usciremo. Ripartiamo, dobbiamo lavorare. Dobbiamo ritornare presto a prendere meno gol. Dovremo migliorare in questo", conclude Inzaghi.

Muntari a Milan Channel: "Non è colpa di Inzaghi e di nessuno. Inzaghi sa come possiamo fare a vincere" -"Stiamo facendo bene in allenamento, le idee del Mister sono positive per noi giocatori. Possiamo arrivare in alto, ho tanta fiducia nelle cose che sta facendo il Mister. Abbiamo l'obiettivo di concentrare la nostra forza per l'inizio del campionato. Non vogliamo parlare, ma solo lavorare duro. Parliamo sempre tra noi, vogliamo fare bene, stare in gruppo. Quest'anno abbassiamo la testa, mettiamo i piedi per terra e lavoriamo. Ho tanta fiducia che la strada tracciata dal Mister sia quella giusta perchè c'è tanto rispetto e collaborazione. L'aria è quella giusta. Vogliamo arrivare in alto, non sarà facile e avremo bisogno di tutti. E' l'inizio della preparazione, non fa piacere perdere le partite, ma per l'inizio del campionato saremo pronti. E' tanto che non vedo un allenamento come con Mister Inzaghi, vedo grande entusiasmo e sicuramente in una situazione così arriverà anche la gioia. Inzaghi sa come possiamo fare per vincere. Ora non è colpa sua, non è colpa di nessuno. Ci stiamo allenando e crescendo. Dobbiamo continuare a lavorare duro e raggiungere i risultati che desideriamo."

Tags:
inzaghimanchester citypippo
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.