A- A+
Sport
vucinic3 500

Dalla partita con la "p" maiuscola alla grande partita. Antonio Conte ha presentato cosi' la sfida di domani sera all'Allianz Arena di Monaco di Baviera contro il Bayern. "Questa e' una grande partita, in una competizione dove e' bellissimo esserci ed e' frutto del grandissimo lavoro che e' stato fatto dalla societa' e dai ragazzi l'anno scorso - ha detto il tecnico bianconero nella conferenza stampa prepartita - E' sicuramente un sogno perche' sappiamo benissimo che ci troviamo a giocare questa competizione dopo tanti anni in cui c'e' stata la nostra assenza". "Sappiamo di avere un ruolo di outsider - ha detto Conte -, sappiamo di affrontare sicuramente una delle favorite alla vittoria finale come il Bayern Monaco, insieme al Barcellona e al Real Madrid, pero' sappiamo anche di non essere qui per caso, questo che sia chiaro. Noi ce lo siamo meritato questo quarto di finale, lo giocheremo con gioia, con entusiasmo e con la voglia sicuramente di fare del nostro massimo, perche' non veniamo qui come vittime sacrificali. Veniamo qui a giocare il nostro calcio, a portare avanti la nostra idea, i nostri concetti e anche a capire quanto ci manca in Europa per arrivare a competere con i top club". E ad Heynckes che ha definito la sua Juventus 'una squadra italiana solo in parte', Conte ha risposto "Innanzitutto volevo ringraziarlo per i complimenti che ha riservato alla squadra e al sottoscritto. Per me puo' essere soltanto un esempio, per quello che ha fatto in passato, per quello che ha vinto e per quello che sta facendo. Lo ringrazio. Io non so se la nostra filosofia, se la nostra idea di gioco, se la nostra organizzazione abbia radici europee. Sicuramente volevamo fare qualcosa di diverso dall'aspettare, subire e poi sperare in qualche giocata del talento, del campione, per vincere le partite".

"Penso che il calcio italiano sia un calcio di primissimo ordine e quindi c'e' l'orgoglio di far parte del calcio italiano - ha detto ancora Conte - E' inevitabile che poi ogni allenatore porta la propria idea di calcio e io personalmente cerco di fare un calcio propositivo, di fare la partita. Spesso ci riusciamo, ma a volte non ci riusciamo perche' magari incontriamo avversari forti. Sicuramente incontreremo un avversario molto molto forte, pero' non deve prescindere la mentalita', non devono prescindere la nostra organizzazione e le nostre conoscenze e domani saranno ancora piu' importanti, unite alla qualita' dei calciatori, sia calcistiche che morali". Conte ha poi aggiornato sulle condizioni di Vucinic che aveva saltato la trasferta di Milano per febbre: "Oggi si allenato. E' stato il primo giorno dopo tanti. Ieri non si era allenato perche' aveva di nuovo febbre. Oggi ha ripreso ad allenarsi. Faremo le nostre valutazioni e come ho sempre detto giocheranno quelli che ritengo i migliori. Penso che sia noi che il Bayern ci siamo studiati a vicenda. Ci aspettiamo una bella partita, combattuta e giocata con entusiasmo. Una sola punta? Potrebbe anche essere un'alternativa, sicuramente, perche' non cambierebbe assolutamente niente nel nostro modo di giocare. Non cambiera' comunque il nostro atteggiamento, al di la' delle scelte che faro'". Dopo aver eliminato i campioni d'Europa in carica del Chelsea, ora la Juve e' chiamata all'esame dei vice campioni ma "il Bayern e' una squadra molto molto piu' forte, piu' squadra, sotto tutti i punti di vista. Lo dimostra che abbia vinto il campionato.... Cioe', non lo ha ancora vinto ma i venti punti di distacco su una signora squadra come il Borussia Dortmund ne dimostrano la forza", ha risposto Conte.

Il tecnico bianconero poi ha aggiunto "E' una squadra che in questo momento, non solo a livello calcistico ma anche a livello di societa', deve diventare per noi un punto di riferimento e un punto possibilmente di arrivo, perche' c'e' grande organizzazione, sotto tutti i punti di vista, non solo dal punto di vista del campo di calcio, ma anche come societa'. Ripeto, stiamo parlando di un top club. Sono contento di questo sorteggio, al di la' del rischio grande che si possa correre nell'eliminazione. Ma e' un momento, un'opportunita' per noi, veramente per capire quanto manca, visto che e' da pochissimo - un anno e mezzo - che abbiamo iniziato un progetto con la societa', una societa' giovane, un allenatore giovane, tanti calciatori che quest'anno fanno per il primo anno la Champions". Conte ha quindi concluso: "Abbiamo preparato la partita come facciamo sempre, studiando gli avversari. Sappiamo i loro punti di forza, sappiamo anche che c'e' qualche punto debole. Cercheremo di aumentare maggiormente i loro punti deboli e di far diminuire i loro punti di forza. Per noi sara' un bel test, un bel banco di prova. Pero' lo affronteremo con gioia". In conferenza stampa era presente anche Gianluigi Buffon, gia' presente nell'ultima sfida di quattro anni fa contro i bavaresi: "Credo che lo spirito e la consapevolezza che ci accompagnano adesso, siano molto diversi rispetto a tre-quattro anni fa, anche perche' quella fu probabilmente la peggior prestazione europea della Juve, almeno da quando io sono qui a Torino - ha detto il capitano - E non ho un grandissimo ricordo perche', insomma, ci presero a pallonate dall'inizio alla fine. Presi quattro gol e prima, scherzando col mister, dicevo che secondo me e' da quella serata che cominciai ad avere problemi di schiena, perche' quella sera, veramente, ci hanno cappottato". Sul considerarsi gia' una squadra 'top' d'Europa, invece, Buffon ha spiegato: "Non ne ho idea veramente, perche' secondo me come ha detto il mister, questo banco di prova ci dira' molto, per cui c'e' anche tanta curiosita' attorno a questa partita. Tenere la coppa tra le mani? Devo essere sincero, non ho fatto neanche le prove significa che di strada da fare ce n'e' parecchia", ha spiegato ridendo.

LE PROBABILI FORMAZIONI
Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Van Buyten, Dante, Alaba; Luiz Gustavo, Schweinsteiger; Muller, Kroos, Ribery; Mandzukic. A disp.: Starke, Boateng, Timoshchuk, Robben, Shaqiri, Pizarro, Gomez. All.: Heynckes.
Juventus (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso; Matri, Quagliarella. A disp.: Storari, Marrone, Padoin, Asamoah, Giaccherini, Pogba, Vucinic. All.: Conte.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
juventusbayernchampions
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.