A- A+
Sport
pogba modificato 2

BANNER

Paul Pogba sarà il prossimo colpo del Paris Saint Germain. Secondo France Football, il club dello sceicco è la squadra più vicina al centrocampista bianconero e la trattativa potrebbe essere favorita dai buoni rapporti del club parigino con Mino Raiola, dopo la buona riuscita del trasferimento di Zlatan Ibrahimovic due estati fa. Il club di Al-Thani sarebbe ovviamente pronto a presentare una super offerta che Marotta e Agnelli non potrebbero rifiutare. Cifre che gli addetti ai lavori ipotizzano superiori ai 40 milioni di euro per far tentennare la proprietà juventina.

Conte: "Non abbiamo vie di uscita, vincere con il Copenaghen. Barzagli non ce la fa" -"La coppia Llorente-Tevez così decisiva? "Fernando è stato molto bravo. E' arrivato da campione del mondo e d'Europa ma ha avuto la pazienza e la voglia di credere nel lavoro. Sta crescendo sotto tutti i punti di vista e può dare anche di più anche se sta facendo vedere le qualità che ci hanno portato a sceglierlo. Tevez invece mi ha sorpreso. Stanno facendo davvero molto bene insieme e non dimentichiamoci degli altri". Parola di Antonio Conte alla vigilia del match tra Juventus e Copenaghen che i bianconeri devono assolutamente vincere per rincorrere la seconda posizione e l'accesso agli ottavi di Champions League (in vista poi del prossimo match di Istanbul contro il Galatasaray di Mancini).  Che insidie porta con sé la squadra danese? "Il fatto di dover vincere per forza rende questa partita difficile. Lo sappiamo e non abbiamo vie d'uscita". Sarà una Juve da 4-3-3? "Non ho un modulo apposito per l'Europa. Abbiamo usato due schemi ottenendo una sconfitta e tre pareggi. Giocheremo nel modo che ci darà più garanzie e adesso il vecchio modulo mi sembra che ci dia più solidità difensiva". Barzagli non è pronto: "Ha avuto l'infortunio in Nazionale e ancora non è recuperato al 100%. E' tornato in gruppo ma non è a disposizione per la Champions. Abbiamo Caceres che sta facendo molto bene e quindi siamo sereni per Andrea". La squadra sta volando... "Abbiamo avuto 15 minuti di blackout a Firenze, ma la squadra ha sempre lavorato bene ed espresso il suo gioco". Preoccupato del possibile sciopero del tifo? "Non penso che ci sarà e comunque non sono preoccupato. I tifosi sono fondamentali perché sono il cuore pulsante dello Stadium, coloro che ci hanno spinto in questi due anni fantastici"

Juve-Udinese anticipata alle 18.30 di domenica - La gara Juventus-Udinese, valida per la 14esima giornata d'andata della serie A in programma domenica alle ore 20.45, e' stata anticipata alle ore 18.30. Lo ha reso noto la Lega di serie A con una nota.

Buffon rivendica: "Sono 537 con la Juve". L'ombra di Krul su Gigi... - Gianluigi Buffon ha tagliato un traguardo importante a Livorno: le 500 presenze in serie A. Sul suo profilo Twitter l'estremo difensore della Nazionale e della Juventus ha celebrato l'evento con una sottolineatura cui teneva molto: "500 partite in A sono un bel traguardo, ma ci tengo anche alle 37 di B! AVANTI JUVE!"

Intanto la stampa inglese rilancia il nome di Tim Krul come erede di Gigi Buffon. Il 25enne portiere olandese del Newcastle è valutato circa 20 milioni di sterline dagli inglesi e ha un contratto che scadrà nel 2017.

 

llorente tevez pirlo

BANNER

Conte: "Abbiamo sempre avuto fame, anche se a un certo punto..."

"E' un ruolino di marcia interessante". Il bottino record di 34 punti in tredici giornate. Non solo: 5 gare, 5 vittorie, 15 punti, 12 gol fatti e zero subiti dopo Firenze. Antonio Conte non puo' che essere soddisfatto per la vittoria ottenuta dalla Juventus in casa del Livorno. "I ragazzi stanno facendo cose importanti, anche se siamo solo alla 13esima giornata - sottolinea a Sky il tecnico bianconero - Stiamo mettendo mattoni per qualcosa di importante che ci auguriamo arrivi a fine stagione".

E' tornata la fame? "L'abbiamo sempre avuta. E' vero, ho temuto che non fosse più la stessa all'inizio. Ma avevo capito che non sarebbe stato così. Poi la critica, la stampa, le tv: tutti a dire che la Juve non era più la stessa, non aveva più fame. Ora chiudiamo questa fase, e spero non arrivino troppi elogi. Possono far male".

Naturalmente la corsa al titolo resta apertissima: "Anche Roma e Napoli stanno viaggiando a ritmi vertiginosi, noi stiamo facendo molto bene, anche in questa occasione la squadra mi e' piaciuta: quando affronti queste partite, dopo le sfide con Real e Napoli, puo' subentrare un po' di superficialita', pero' siamo stati bravi alla distanza, rischiando nulla e ottenendo una vittoria che in questa fase del campionato e' importante". Detto che la difesa, nonostante le assenze, ha funzionato, e testimoniata la vicinanza alla vicenda familiare del capitano del Livorno Luci, Conte tende a non sminuire la quinta affermazione consecutiva dei bi-campioni d'Italia: "Non era facile, quando gli avversari si difendono in dieci devi attaccare bene ed essere pronti a spegnere i loro contropiede. Nel primo tempo abbiamo fatto girare la palla poco velocente e non c'erano dei movimenti che poi ci sono stati nel secondo, dove siamo stati bravi ad allargare le loro maglie difensive e trovare i gol con Llorente e Tevez". Ora torna la Champions League e la Juve punta ad un posto negli ottavi di finale: "Sta a noi, e' una bella situazione, la qualificazione e' in mano nostra e non dipendiamo da nessuno. Se saremo bravi andremo avanti, altrimenti dovremo migliorare e poi riprovarci. La squadra pero' ha voglia di proseguire l'esperienza e faremo di tutto per riuscirci".

Buffon "un ottimo viatico in vista della Champions" - La testa della classifica ritrovata, quinta vittoria di fila, quinta partita senza incassare gol. "Sono tre elementi che aiutano il buon umore", spiega a Sky Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della Nazionale, doppio capitano che ha guidato i bianconeri al successo in casa del Livorno nella domenica della sua 500esima partita in Serie A. "Dopo la vagonata di gol presi a Firenze in un quarto d'ora, ci volevano cinque partite cosi', in cui siamo stati molto attenti, limitando gli errori individuali. Ci stiamo esprimendo molto bene e questo e' un ottimo viatico in vista della Champions".

Llorente "ok intesa con Tevez, ora battiamo Copenaghen" - "Abbiamo fatto una bella partita, sapevamo che ci giocavamo moltissimo e che sarebbe stata difficile". Autore del primo dei due gol messi a segno dalla Juventus in casa del Livorno, Fernando Llorente analizza a Sky il successo che permette ai bianconeri, in attesa di Roma-Cagliari, di tornare in testa alla classifica. "Nella seconda parte di gara - sottolinea l'attaccante spagnolo della Juve a Sky - abbiamo giocato bene in attacco creando le occasioni piu' nitide e segnando due gol. Alla fine sono arrivati tre punti importantissimi". L'intesa con Tevez, autore del 2-0, non puo' che crescere: "Ogni volta che giochiamo insieme miglioriamo e ci conosciamo meglio. E' tutto positivo. La testa della classifica? Abbiamo fatto quello che si doveva fare, noi guardiamo solo a noi, dobbiamo proseguire cosi'". Ritorna in settimana la Champions League, con la Juve che insegue la qualificazione agli ottavi: "Dobbiamo vincere col Copenaghen e dopo si vedra'", taglia corto il 28enne di Pamplona che ha appena ritrovato la Roja.

vidal quagliarella

BANNER

Marotta "rinnovo Vidal? Aspettate, arrivera'" -

"Aspettate, aspettate che arrivera'. Non c'e' problema". Cosi' l'amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, parlando del rinnovo di Arturo Vidal. Alla domanda se si sente orgoglioso per l'arrivo a parametro zero di Llorente, risponde: "Si', condivido questa analisi, anche se il tutto e' nato da una grande opportunita' che questo mercato un po' strano ha generato e creato. E quindi noi siamo riusciti a cogliere questa opportunita', trasformarla in un accordo pluriennale con un giocatore importante, internazionale, con caratteristiche ben precise che forse non si coniugavano bene piu' che col modulo tattico, col modulo organizzativo dell'allenatore".

"Conte ha lavorato con lui - prosegue Marotta - e da questo punto di vista, devo dire che Llorente si e' adeguato a tal punto che risulta essere un'altra pedina importante nella scacchiera dei giocatori a disposizione di Conte. Questo lo si deve al lavoro di Conte e alla grande applicazione e professionalita' di questo ragazzo". Grazie al lavoro della societa', i giocatori oggi hanno voglia di andare alla Juve per il brand, la squadra, lo stadio. "Devo dire che quando siamo arrivati, con l'avvento del presidente Agnelli, il primo anno facevamo fatica a convincere i giocatori. Adesso si e' creata una metamorfosi. Sono i giocatori, attraverso i loro agenti e i loro rappresentanti che invece si propongono per noi. Il brand della Juve chiaramente non lo scopro io, e' la storia che ce lo dice, i meriti non vanno ascritti solo a me ma a Fabio Paratici, Pavel Nedved e tutti i collaboratori. Siamo riusciti e riusciamo a fare dei colpi forse per tempestivita' ma soprattutto per quello che la Juventus rappresenta, ha rappresentato e dovra' rappresentare".

Tags:
juventusconte livornovidal
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.