A- A+
Sport
Juve fughetta (+3). Allegri: "Basta dire che mandai via Pirlo..."

Marchisio, vittoria importante - Claudio Marchisio e' protagonista di una buona gara contro il Palermo che segna il ritorno al successo dei bianconeri. "Arrivavamo da un pareggio in campionato e dalla sconfitta in Champions che poteva aprire un inizio di crisi - afferma il centrocampista bianconero ai microfoni di Sky - Abbiamo colto l'occasione contro un Palermo che non e' affatto male, ci ha messo in difficolta' con alcuni contropiedi. Il gol di Llorente che si e' sbloccato? Importante per lui e per noi per il futuro". Nel primo tempo la Juve non riusciva a girare il pallone come voleva Allegri: "Succede in casa contro tutte le squadre che hanno molte energie nel primo tempo, cerchiamo di sfiancarli per il secondo per poi prendere il sopravvento con il nostro ritmo".

Allegri 1 - con Pirlo nessun problema di gestione - "Continuano a dire che ho mandato via Pirlo dal Milan, mi hanno fatto passare come un tagliatore di teste perche' a qualcuno la colpa bisognava pur darla". Cosi' Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport 24, dopo la vittoria della sua Juventus sul Palermo. Il tecnico bianconero ha risposto cosi' a una domanda su Pirlo, spiegando che non subisce alcun condizionamento nella gestione del centrocampista bresciano."Anche Ibrahimovic e Thiago Silva via dal Milan? Si', perche' a me piacciono quelli scarsi", ha scherzato Allegri togliendosi qualche sassolino dalle scarpe.

Allegri 2 - contento per Llorente e Pirlo in crescita - Una vittoria per ritrovare il sorriso dopo il pareggio in casa del Sassuolo e la sconfitta di Atene con l'Olympiacos. La Juventus batte 2-0 il Palermo e ritrova anche il gol di Fernando Llorente che si e' finalmente sbloccato, un'ottima notizia per Massimiliano Allegri che ha sempre insistito sull'ex Athletic Bilbao. "Non l'ho mai visto giu' di morale anche se per un attaccante il gol e' tutto, Fernando si sacrifica sempre per la squadra, oggi credevo che potesse essere la sua partita per le caratteristiche dell'avversario e poi anche perche' Morata ha disputato un'ottima gara mercoledi' e in genere un giocatore che non gioca tanto, magari stenta nella seconda gara - spiega Allegri ai microfoni di Sky Sport -. Llorente non si e' mai perso, gli mancava solo il gol e siamo tutti contenti che sia riuscito a sbloccarsi". La vittoria della Juve e' arrivata dopo le modifiche tattiche decise da Allegri con lo spostamento di qualche giocatore. "Abbiamo giocato a destra con Pereyra che ha caratteristiche molto offensive, ho invertito i ruoli di Marchisio e Vidal, perche' Claudio e' piu' tattico e garantiva maggiore copertura e costruzione di gioco. Poi ho spostato Bonucci sul centro-destra perche' Ogbonna piu' volte si era ritrovato a impostare col destro e non si trovava molto a suo agio, mentre Bonucci, con il piede che ha, poteva impostare nel modo migliore.Poi la fortuna e' fondamentale in tutto, ma ogni squadra deve avere equilibrio". Elogi anche per Pirlo che Allegri ha visto in ripresa.

"Ha fatto una buona partita, in crescendo, credo che Andrea stia tornando il giocatore che e' sempre stato, ha bisogno di giocare e ha fatto 65 minuti molto buoni. Io faccio le mie valutazioni solo con l'obiettivo di portare i giocatori in condizioni ottimali, Andrea viene dal Mondiale, ha subi'to un infortunio, e' stato fuori 40 giorni, ha bisogno di giocare e rispetto alla gara con il Sassuolo e di Atene e' andato meglio, soprattutto nella velocita' del passaggio", ha spiegato Allegri che poi risponde cosi' a chi gli chiede se il passato in comune al Milan non condizioni le sue scelte nella gestione di Pirlo. "Si continua a dire che ho mandato via Pirlo dal Milan, mi hanno fatto passare come un tagliatore di testa, ma a qualcuno la colpa bisognava pur darla. Anche Ibra e Thiago Silva sono andati via? Si', a me piacciono quelli scarsi", scherza Allegri che poi parla di quello che non gli e' piaciuto della sua Juve. "Nel primo tempo abbiamo fatto una brutta partita e bisognava far meglio dal punto di vista tecnico contro un Palermo ordinato e che si e' difeso bene". Oggi fuori Lichtsteiner in campo Pereyra. "E' uscito per un problema all'anca, aveva preso un colpo in allenamento, volevo far riposare Lichtsteiner perche' ha giocato sempre e abbiamo Romulo che e' rientrato solo da un giorno con la squadra e non e' nelle condizioni ottimali, ma sicuramente ci potra' dare molto in questo ruolo. Con Lichtseiner possiamo giocare a 4, mettendo un giocatore piu' offensivo come Giovinco e Coman sulla fascia, ci arriveremo piano piano, spesso abbiamo giocato a 4 mascherando la difesa a 3, ma lo facciamo meglio quando c'e' Caceres".

Una battuta anche sul gol di Loorente con Tevez appena in fuorigioco: "non se ne e' accorto nessuno, come non se ne era accorto nessuno con la Roma", ride Allegri riferendosi alle grandi polemiche del big match delle settimane scorse.

Ai microfoni di "Stadio Sprint", su Raidue, Allegri sottolinea anche che e' stato importante "non prendere gol, non abbiamo concesso praticamente nulla al Palermo". Intanto la Sampdoria ha fermato la Roma, permettendo alla Juve di portarsi a +3 sui giallorossi. "La Sampdoria sta facendo un ottimo camopionato - spiega Allegri -, e' una squadra molto bene organizzata e con ottimi giocatori. Vincere in Italia non e' mai semplice e l'abbiamo visto anche oggi con il Palermo". Ospite in studio, alla Rai, il presidente blucerchiato Ferreroi. "E' molto simpatico ed e' anche geniale, gli faccio i complimenti perche' la Samp sta facendo molto bene", dice Allegri che poi risponde cosi' a chi gli chiede perche' la Juve fatichi in Europa. "E' un calcio diverso e le squadre fanno fatica, ma la Roma sta disputando un'ottima Champions, noi abbiamo perso le due trasferte pero' possiamo ancora passare il turno. Mercoledi' sera abbiamo fatto un'ottima gara ad Atene costruendo tante palle-gol e prendendo una rete nelle uniche due azioni che abbiamo concesso. Non e' facile spiegare il calcio, sicuramente ad Atene dovevamo difendere meglio in occasione del gol dell'Olympiacos

Juve batte il Palermo 2-0 e si porta a +3 sulla Roma - La Juve risolve la pratica Palermo allo "Juventus Stadium" e si porta a +3 dalla Roma. I bianconeri si impongono per 2-0 grazie alle reti di Vidal e Llorente. La squadra di Allegri era chiamata a conquistare i tre punti dopo il pari di Sassuolo e la sconfitta in Champions League con l'Olympiakos e cosi' e' stato. Il Palermo ha fatto cio' che ha potuto, ha tenuto bene il campo prima di andare sotto ma si e' dovuto arrendere alla superiorita' di Pirlo e compagni. Allegri concede un turno di riposo a Lichtsteiner e consegna la fascia destra a Pereira; Marchisio viene preferito a Pogba, mentre in attacco Llorente affianca Tevez. Iachini recupera capitan Barreto dopo tre turni e sulla sinistra si affida a Feddal, lasciando in panchina Lazaar e Daprela'; confermato in attacco il duo argentino Vazquez-Dybala. La Juve attacca con convinzione, il Palermo punta sulle ripartenze cercando di sfruttare la velocita' dei suoi attaccanti. Al 12' la prima occasione del match per i bianconeri: cross di Pereyra da destra e colpo di testa di Llorente, deviato da Munoz in angolo.Al 15' destro al volo di Marchisio e palla alta sopra la traversa.Il Palermo si difende bene, e' ordinato e concede pochi spazi ai bianconeri. Al 29' Palermo vicino al gol: Dybala protegge bene il pallone e al limite appoggia per Vazquez, conclusione deviata in angolo; sulla conseguente battuta di Barreto, palla a Vazquez che di testa gira di testa mandando il pallone sopra la traversa. Al 32' Juve in vantaggio: Tevez anticipa Feddal e avanza verso l'area avversaria approfittando di una palla persa da Rigoni, arriva al limite e serve Vidal che da sinistra infila Sorrentino con un diagonale imparabile; terzo centro stagionale per il cileno. Il tema della partita non cambia con la Juve in avanti e il Palermo che tiene bene il campo pur non riuscendo ad alzare il baricentro. Nella ripresa il Palermo ci prova al 7' con un tiro di Barreto da fuori che non trova la porta. Allegri all'8' restituisce a Lichtsteiner la fascia destra sostituendo Pereyra. Al 12' occasione per la Juve: Feddal regala in area il pallone a Vidal che aggancia e spara alto. Al 13' Asamoah da sinistra serve Marchisio, pronta la conclusione di destro del centrocampista ma anche questa volta palla alta. Al 14' cambia anche Iachini che inserisce Belotti per Barreto. Al 19' la Juve raddoppia: angolo di Pirlo e perfetto stacco di testa di Llorente che infila imparabilmente Sorrentino nell'angolino destro; si sblocca lo spagnolo alla sua prima rete. Al 29' nel Palermo spazio per l'ex Maresca, accolto tra gli applausi per la famosa esultanza da torero in un derby contro i granata; a fargli posto e' Rigoni. Al 32' ci prova Marchisio a botta sicura dal limite. Al 34' Dybala con un tiro improvviso dalla distanza prova a sorprendere Buffon che non si lascia sorprendere. Al 35' nella Juve dentro Giovinco per Tevez e nel Palermo Quaison rileva Vazquez. Al 43' Juve vicina al terzo gol con un potente tiro di Giovinco che colpisce il palo esterno.

 

Tags:
juventuspalermovidalmarchisiollorenteallegri
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Diletta Leotta e Can Yaman: conduttrice Dazn in Turchia. E la mamma di lui...

Diletta Leotta e Can Yaman: conduttrice Dazn in Turchia. E la mamma di lui...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.