A- A+
Sport

La Fiorentina soffre per 85 minuti, poi, nel finale trova l'uno-due che mette ko un ottimo ed attento Pandurii e si qulifica per i la fase successiva dell'Europa League. La Lazio si impone agevolmente sui ciprioti dell'Apollon Limassol, ipoteca il passaggio del turno in Europa League e si rilancia sul piano della convinzione nei propri mezzi in vista del proseguo del campionato.

fiorentina ape

Fin dai primi minuti i biancocelesti, in campo con un ottimo atteggiamento, trovano in Keita il loro uomo in piu'. Il giovane classe '95 e' una vera spina nel fianco per la difesa ospite ed e' proprio lui ad ispirare il vantaggio dei ragazzi di Petkovic dopo un quarto d'ora. Il ragazzo proveniente dalla "Cantera" del Barcellona infatti si produce in una serie di finte in area che disorientano gli avversari, prima di mettere in mezzo per Floccari che, seppur contrastato, appoggia in rete per il suo terzo sigillo stagionale in Europa League. Gli ospiti rispondono con Sangoy, che si produce in una bella iniziativa sulla fascia sinistra, ma la sua conclusione e' out. La Lazio pero' non si fida e prova a chiudere la partita con Hernanes, che al 23' fa partire una staffilata dai 30 metri, ma il portiere dell'Apollon si oppone con bravura.Ancora Keita al 27' regala a Floccari una palla d'oro, ma il suo diagonale e' a lato di un soffio. L'ex attaccante dell'Atalanta sembra in giornata e lo dimostra al 36' quando, su calcio d'angolo battuto dal solito Keita, si avventa su pallone e, piazzandola di testa, batte nuovamente Bruno Vale. Agli uomini di Petkovic pero' piace soffrire e due minuti piu' tardi un disimpegno di Cana costa caro ai biancocelesti, visto che i ciprioti recuperano il pallone con Sangoy, il quale serve Papoulis il cui destro batte Berisha. Il tempo si chiude con una violenta conclusione di Candreva su punizione che pero' e' di poco alta sopra la traversa. Nella ripresa la Lazio ricomincia molto bene a livello di approccio e con Candreva guadagna una punizione da buona posizione. Se ne incarica Hernanes che fa partire un bolide sul quale il portiere portoghese del Limassol respinge come puo', sul pallone si avventa Keita che manca incredibilmente il tap-in vincente. L'ex Barca prova a rifarsi qualche minuto piu' tardi offrendo a Floccari una palla d'oro, ma questa volta il numero 99 della Lazio si divora la possibile tripletta. A 20' dal termine si rifa' viva la squadra cipriota con il solito Papoulis, bravo a liberarsi dell'appena entrato Novaretti e a battere a rete, ma e' Berisha a opporsi alla grande e ad evitare un pareggio che sarebbe stato immeritato. La Lazio soffre eccessivamente, soprattutto sulla fascia sinistra dove Candreva e' costretto a fare tutta la fascia, ma riesce a tenere fino al termine dei 5 minuti di recupero.

La Fiorentina soffre per 85 minuti, poi, nel giro di sei trova l'uno-due che mette kappao un ottimo ed attento Pandurii. Una vittoria che le permette di staccare il biglietto per la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, guidando il raggruppamento a punteggio pieno dopo quattro giornate. Decisivo per la vittoria dei viola l'ingresso ad inizio ripresa di Borja Valero che, insieme a Cuadrado sono state due spine nel fianco della difesa rumena, Lo spagnolo siglando la rete della vittoria al 92' ed il colombiano servendo gli assist per entrambi i gol dei gigliati, liberando Ryder Matos per l'1-1. Nelle fila del Pandurii ottima prova per Eric Pereira, autore della spettacolare rovesciata che aveva portato in vantaggio i suoi poco dopo la mezz'ora. La prima azion degna di nota al 12': Mati Fernandez serve al centro per Matos che prova la girata, ma la mira e' alta. Al 17' cross dalla sinistra di Momcilovic per Buleica che non ci arriva e la palla finisce in fallo laterale. Due minuti piu' tardi Munua esce di testa fuori area, anticipando un lancio lungo dei rumeni. Al 21' un sinistro di Buleica non trova la porta alla destra di Munua. Al 23' Iakovenko lanciato a rete e' falciato da Erico al limite dell'area. Punizione per la Fiorentina ma solo giallo per il difensore rumeno. Prima del calcio piazzato, sostituzione per il Pandurii, esce il portiere Stanca per un problema muscolare, entra Pedro Mingote. La punizione e' poi battuta da Alonso che trova la barriera a respingerla. Il neo entrato portiere rumeno salva su Joaquin lanciato a rete, respingendo con il corpo. Al 30' Pandurii pericoloso con un lancio di Buleica per la testa di Dos Santos.Per fortuna fuori bersaglio. Due minuti e i rumeni passano in vantaggio. Crossa dalla destra di Buleica e rovesciata di Eric Pereira che trova l'incrocio senza che Manua ci arrivi. Al 35' Pandurii vicinissimo al raddoppio. Si invola Pereira che scambia con Dos Santos, sulla palla di ritorno Roncaglia anticipa l'autore del vantaggio dei padroni di casa. Al 42', Pustai e' costretto ad un'altra sostituzione in difesa. Erico, alle prese con un problema muscolare non ce la fa a restare in campo. Al suo posto entra Mamele. Al 44' la Fiorentina ha una buona occasione per pareggiare, ma Cuadrado ben servito dalla destra da Joaquin incespica sulla palla e la difesa recupera, respingendo il suo tiro. Al rientro in campo Montella presenta Borja Valenro al posto di Iakovenko. Matos ha subito sui piedi la palla del possibile pareggio, ma Pedro Mingote salva uscendo a valanga. Bloccando la conclusione del giovane brasiliano. Al 4' Aquilani lancia Cuadrado sul filo del fuorigioco, ma la deviazione di testa del colombiano e' sballata. La Fiorentina preme alla ricerca del gol ma le conclusioni di Aquilani e Cuadrado non trovano la porta. All'8' Joaquin pennella per Borja Valero che prova con l'interno di sorprendere Pedro Mingote sul secondo palo, ma la palla non gira e finisce sul fondo. Al 10' Momcilovic si invola e entrato in area lascia partire un tiro che Munua respinge, poi la difesa libera.Al quarto d'ora, su una disattenzione di Roncaglia, contropiede dei Pandurii concluso da Dos Santos con una incornata fuori bersaglio. I viola replicano con una conclusione da fuori di Mati Fernandez che esce di poco alla destra di Mingote. Di poco alta sulla traversa, invece, una conclusione del solito Eric Pereira.Montella prova la carta Ilicic, subentrato a Mati Fernandez. Al 23' destro a girare di Cuadrado che esce di un nulla. Al 33' lancio di Pereira per Dos Santos e Manua si salva respingendo con i pugni. Al 35', fuori Roncaglia e dentro il 18enne Capezzi. Al 41' arriva il pareggio della Fiorentina, sull'ennesima cross di Cuadrado, Ryder Matos sorprende tutta la difesa rumena, in questa occasione un po' statica, insaccando per l'1-1. Al 43' e' Mingote a volare a dir di no a Borja Valero per il possibile vantaggio ospite. Ma al 47' nulla puo' ancora contro lo spagnolo che sigla la rete della vittoria. Finisce il tripudio per i circa cinquecento supporters viola che avevano seguito fino in Romania i propri beniamini. La Fiorentina soffre per 85 minuti, poi, nel giro di sei trova l'uno-due che mette kappao un ottimo ed attento Pandurii. Una vittoria che le permette di staccare il biglietto per la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, guidando il raggruppamento a punteggio pieno dopo quattro giornate. Decisivo per la vittoria dei viola l'ingresso ad inizio ripresa di Borja Valero che, insieme a Cuadrado sono state due spine nel fianco della difesa rumena, Lo spagnolo siglando la rete della vittoria al 92' ed il colombiano servendo gli assist per entrambi i gol dei gigliati, liberando Ryder Matos per l'1-1. Nelle fila del Pandurii ottima prova per Eric Pereira, autore della spettacolare rovesciata che aveva portato in vantaggio i suoi poco dopo la mezz'ora. La prima azion degna di nota al 12': Mati Fernandez serve al centro per Matos che prova la girata, ma la mira e' alta. Al 17' cross dalla sinistra di Momcilovic per Buleica che non ci arriva e la palla finisce in fallo laterale. Due minuti piu' tardi Munua esce di testa fuori area, anticipando un lancio lungo dei rumeni. Al 21' un sinistro di Buleica non trova la porta alla destra di Munua. Al 23' Iakovenko lanciato a rete e' falciato da Erico al limite dell'area. Punizione per la Fiorentina ma solo giallo per il difensore rumeno. Prima del calcio piazzato, sostituzione per il Pandurii, esce il portiere Stanca per un problema muscolare, entra Pedro Mingote. La punizione e' poi battuta da Alonso che trova la barriera a respingerla. Il neo entrato portiere rumeno salva su Joaquin lanciato a rete, respingendo con il corpo. Al 30' Pandurii pericoloso con un lancio di Buleica per la testa di Dos Santos.Per fortuna fuori bersaglio. Due minuti e i rumeni passano in vantaggio. Crossa dalla destra di Buleica e rovesciata di Eric Pereira che trova l'incrocio senza che Manua ci arrivi. Al 35' Pandurii vicinissimo al raddoppio. Si invola Pereira che scambia con Dos Santos, sulla palla di ritorno Roncaglia anticipa l'autore del vantaggio dei padroni di casa. Al 42', Pustai e' costretto ad un'altra sostituzione in difesa. Erico, alle prese con un problema muscolare non ce la fa a restare in campo. Al suo posto entra Mamele. Al 44' la Fiorentina ha una buona occasione per pareggiare, ma Cuadrado ben servito dalla destra da Joaquin incespica sulla palla e la difesa recupera, respingendo il suo tiro. Al rientro in campo Montella presenta Borja Valenro al posto di Iakovenko. Matos ha subito sui piedi la palla del possibile pareggio, ma Pedro Mingote salva uscendo a valanga. Bloccando la conclusione del giovane brasiliano. Al 4' Aquilani lancia Cuadrado sul filo del fuorigioco, ma la deviazione di testa del colombiano e' sballata. La Fiorentina preme alla ricerca del gol ma le conclusioni di Aquilani e Cuadrado non trovano la porta. All'8' Joaquin pennella per Borja Valero che prova con l'interno di sorprendere Pedro Mingote sul secondo palo, ma la palla non gira e finisce sul fondo. Al 10' Momcilovic si invola e entrato in area lascia partire un tiro che Munua respinge, poi la difesa libera.Al quarto d'ora, su una disattenzione di Roncaglia, contropiede dei Pandurii concluso da Dos Santos con una incornata fuori bersaglio. I viola replicano con una conclusione da fuori di Mati Fernandez che esce di poco alla destra di Mingote. Di poco alta sulla traversa, invece, una conclusione del solito Eric Pereira.Montella prova la carta Ilicic, subentrato a Mati Fernandez. Al 23' destro a girare di Cuadrado che esce di un nulla. Al 33' lancio di Pereira per Dos Santos e Manua si salva respingendo con i pugni. Al 35', fuori Roncaglia e dentro il 18enne Capezzi. Al 41' arriva il pareggio della Fiorentina, sull'ennesima cross di Cuadrado, Ryder Matos sorprende tutta la difesa rumena, in questa occasione un po' statica, insaccando per l'1-1. Al 43' e' Mingote a volare a dir di no a Borja Valero per il possibile vantaggio ospite. Ma al 47' nulla puo' ancora contro lo spagnolo che sigla la rete della vittoria. Finisce il tripudio per i circa cinquecento supporters viola che avevano seguito fino in Romania i propri beniamini.

Tags:
lazioeuropa leaguefiorentina

i più visti

casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.