A- A+
Sport
Luigi Berlusconi ad Affari . "Barbara ha fatto un lavoro immenso"
casa milan 30
 

CLICCA QUI PER LA VIDEO-INTERVISTA A LUIGI BERLUSCONI DEL DIRETTORE DI AFFARITALIANI.IT ANGELO MARIA PERRINO

backstage
 

Guarda i backstage della festa a Casa Milan. I giocatori, gli ospiti, il museo e poi... ECCO l'I-PERR VIDEO REPORTAGE

casa milan 15
 

Casa Milan, Seedorf si raccomanda a Paolo B. Da Cracco a Sheva: ecco i presenti. GUARDA TUTTE LE FOTO

balotelli seedorf modificato 1
 

Clarence: "Balotelli? La maturazione è evidente anche se non è conclusa". Galliani: "Seedorf? Decisione entro fine mese". Addio a Mauro Tassotti

"La passione rossonera? Devo dire che questa inaugurazione (di Casa Milan, ndr) è stata una cosa bellissima. Mia sorella Barbara ha fatto un lavoro immenso. Davvero incredibile". Parola di Luigi Berlusconi ai microfoni di Affaritaliani.it.

Il figlio più piccolo del patron rossonero - visto nella serata d'inaugurazione di Casa Milan, nella nuova sede di via Aldo Rossi, in compagnia di Ginevra Rossini (la figlia di Giulia Ligresti, ndr) - parla per la prima volta.

Racconta le sue emozioni da milanista. "Ero venuto in sede qualche mese fa ed era completamente diversa. In tre mesi hanno fatto un lavoro eccezionale. Il Milan ha una sede vera. Il museo è stupendo. Credo sia un nuovo inizio molto interessante e farà vedere un futuro grandioso per questa squadra".

La casa del Milan - Una sede con museo pieno di cimeli rossoneri (dai mitici Ray-Ban di Arrigo Sacchi agli appunti che prendeva lo stesso mister di Fusignano, passando per magliette, Coppe internazionali vinte e via dicendo), Milan Store, Biglietteria, Bar e Ristorante.

L'ufficio di Silvio - Senza dimenticare ovviamente gli uffici e le stanze dirigenziali. In primis quella presidenziale di Silvio Berlusconi, che ancora non è stata completamente arredata (c'è solo una lunga scrivania in stile tg) e che il numero uno rossonero non è ancora riuscito ad andare a visitarla.

Clarence via o no? "Ho un contratto" - Un Milan che si proietta al futuro, mentre deve dirimere alcuni nodi legati al presente. Quello dell'allenatore è uno dei più caldi. "Io sono tranquillo, ho due anni di contratto. Se c'è qualche problema devi andare a chiederlo a Galliani", ribadiva Clarence ad Affari nella serata di inaugurazione.

Già l'amministratore delegato rossonero: lui e l'olandese hanno vissuto la serata di festa lontani l'uno dall'altro. Sembrando quasi separati in casa... o meglio, in sede.

Dicono che i giocatori hanno abbandonato Clarence. Seedorf risponde: "Non è vero, sono tutti qui con me".

Barbara lascia la palla a Galliani e Silvio - Il tutto senza dimenticare le parole di Barbara sul tecnico:  "Sono scelte che mio padre ed il signor Galliani faranno nelle prossime settimane".

I sogni proibiti di Berlusconi - Insomma, resta cristallizzata la situazione, con il nodo del biennale da 3 milioni netti a stagione che pesa non poco nei ragionamenti. Mentre Silvio sognerebbe il ritorno di Carletto Ancelotti (sotto contratto con il Real, a meno però di clamorosi licenziamenti in caso di disastrosa finale di Champions contro l'Atletico: di certo c'è che Florentino Perez è molto nervoso in queste settimane per i risultati che sono venuti a mancare).

A dirla tutta ci sarebbe anche un sogno B: Cesare Prandelli. Stimatissimo come uomo oltreché come tecnico dalla dirigenza rossonera. Il suo nome era circolato con forza anche in chiave Juve se si fosse arrivati alla rottura con Antonio Conte (invece ha prevalso lo stallo...). Abete però, ancora nei giorni scorsi, ha ribadito tutta la sua volontà di proseguire sino a Euro 2016 con il tecnico di Orznivuovi che tanto ha fatto bene sin qui: vice-campione d'Europa (dietro a una Spagna ingiocabile), terzo alla Confederation Cup, qualificato in modo convincente al Mondiale e capace di tenere bene il gruppo in questo quadriennio. Ecco perchè l'ipotesi Prandelli non decolla.

Galliani a Lisbona per capire i margini su Carletto. E su Rami...- L'amministratore delegato rossonero sarà nella capitale portoghese per assistere alla finale di Champions League tra Real Madrid e Atletico. Dopo la sfida potrà toccare con mano e capire se ci sono o meno margini per un ritorno immediato di Ancelotti. Il dirigente rossonero approfitterà della trasferta anche per cercare lo sconto con il Valencia per il riscatto del difensore Rami.

Pippo? Donadoni offre più garanzie, ma il Parma... - In caso di risoluzione contrattuale tra il Milan e Seedorf (ipotesi comunque non semplice visto che ballano tanti soldi), la realtà suggerirebbe invece di puntare su Roberto Donadoni (più che su un Pippo Inzaghi più inesperto e con il pericolo di bruciarlo): è milanista, conosce l'ambiente, ha fatto benissimo a Parma (coronando la sua avventura col sesto posto in questo campionato) e ha la giusta esperienza (non dimentichiamo che è stato ct azzurro). 

Bisogna trovare però l'accordo con il patron gialloblu Ghirardi (in termini economici o di giocatori) che ha sotto contratto il tecnico di Cisano Bergamasco. Per il momento non ci sono stati contatti tra Milan e Parma. Le vie del mercato però non sono solo infinite, ma possono aprirsi anche all'improvviso...

Tags:
luigi berlusconibarbara berlusconieleonora berlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.