A- A+
Sport
Diego Armando Maradona 3                                        Guarda la gallery

"Non voglio forzare nessuno ad ascoltare la mia tragedia, ma se il capo dello Stato vorra' parlare gli spieghero' cosa e' accaduto". Diego Armando Maradona ribadisce a Napoli ai cronisti il suo auspicio di poter incontrare per illustrargli il suo problema con il fisco italiano (per una cartella da circa 40 milioni di euro) il presidente della Repubblica. "In questo momento non so chi e' il presidente (del Consiglio dei ministri, ndr.) in Italia, se Grillo o Berlusconi", scherza. E' molto serio quando dice: "Vengo qui a chiedere giustizia. Dicono che non esiste giustizia, voglio credere che questa volta esista. Non ho ammazzato nessuno".

"Non ci entro con questo - ribadisce, sempre riferendosi alla contestazione fiscale - sono venuto per andare in campo e far divertire i napoletani. Sonovenuto in Italia per giocare a calcio". Quello della giustizia e' una sorta di mantra che el Pibe de oro ripete: "Vengo qui per chiedere giustizia. Non sono venuto a mangiare a casa del sindaco o di de Laurentiis". Maradona si riferisce a un incontro con Luigi de Magistris da lui auspicato e per il quale comunque si sapeva il sindaco essere disponibile, se fosse avvenuto a palazzo San Giacomo (ma lunedì dall'hotel il suo staff faceva trapelare che Maradona non poteva per l'assedio dei tifosi lasciare l'albergo), e a un contatto almeno telefonico tentato dal patron del Napoli. "De Laurentiis non mi ha mai invitato a vedere una partita - insiste - e de Magistris ha ben altri problemi da risolvere". Sulla sfida tra Napoli e Juve in programma venerdì al San Paolo: "I giocatori non abbiano paura di vincere, il campionato e' ancora aperto".

Sensazioni sulle poche ore trascorse a Napoli dopo otto anni di lontananza. "Sono andato a letto piangendo, mi sono commosso quando ho sentito che la gente ieri mi considerava la rappresentanza (simbolo, ndr.) della citta'".

L'incarico nel mondo del calcio che Diego Armando Maradona vorrebbe e' non disponibile al momento. A rivelarlo, a Napoli, lo stesso Pibe de Oro. "Non credo che de Laurentiis voglia offrirmi un incarico - esordisce - quello che vorrei comunque e' occupato. La panchina". "Mancherei di rispetto a Mazzarri che fa un buon lavoro. Quando andra' via Mazzarri...aspe'", dice ancora. Poi una pausa di silenzio e Maradona alza il braccio, per sottolineare 'presente'.

Tags:
maradonanapolijuvede laurentiisnapolitano

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.