A- A+
Sport
mazzarri 000

MAZZARRI "PERDERE COSI' DA' FASTIDIO" - "Io adesso privilegio il lavoro e guardo avanti, una sconfitta era da mettere in preventivo, magari avremmo potuto limitare un po' il passivo perche' un risultato cosi da' sempre fastidio. Probabilmente in certi momenti bisogna lavorare piu' d'orgoglio. Se proprio si vuole cercare qualcosa di positivo nella partita, sull'1-0 si e' visto un quarto d'ora di buon calcio. Anche oggi le nostre palle gol le abbiamo avute, ma magari anche questo gap e' figlio di una scarsa lucidita' che dovremo migliorare". Walter Mazzarri analizza cosi' la netta sconfitta subita dall'Inter contro il Valencia nel secondo match della Guinness Cup. "In Italia siamo costretti a lavorare cosi' - spiega ai microfoni di Inter Channel commentando anche i ko estivi delle altre italiane, Juventus in primis - bisogna fare una scelta se si vuole fare una bella figura in queste amichevoli cosi importanti bisogna lavorare poco. Le squadre italiane fanno fatica? Penso che il motivo sia proprio questo. Si vedeva che il Valencia era molto piu' fresco, poi c'e' da considerare che loro hanno giocato l'ultima partita il 27 luglio, noi 3 giorni fa". Sulla buona prova di Ishak Belfodil, il tecnico nerazzurro dice che "sta crecendo, i primi dieci minuti siamo partiti tutti male, le gambe sembravano dei macigni e anche lui ne ha risentito. Probabilmente la colpa e' mia, ho fatto lavorare troppo la squadra. Che cosa salvo? Dopo il primo gol siamo stati in grado di creare qualche buona trama di gioco, poi pero' una volta davanti alla porta non abbiamo saputo finalizzare. Ci e' mancata la lucidita', ma questo rientra nel gioco".

Adesso la testa e' alla partita contro la Juventus in programma tra domani e mercoledi': "Se facciamo in tempo a recuperare...(ndr, sorride) speriamo di fare il meglio possibile, si lavorera' anche su queste sconfitte. Mi aspetto questo dal primo giorno, che l'Inter torni a essere competitiva. Bisogna cercare di dare il massimo, giocarsi ogni partita in modo convinto. Dal punto di vista degli automatismi - dice ancora Mazzarri - le cose migliorano, certo non e' facile partire da zero con un allenatore nuovo". Infine, sulle diversita' tra l'Inter e il Napoli, sua ultima squadra prima di arrivare sulla panchina nerazzurra, Mazzarri conclude dicendo: "Napoli e' un capitolo ormai chiuso, l'anno scorso avevo una squadra che gia' conoscevo, qui c'e' da creare un gioco, non si puo' fare un paragone. Adesso bisogna cercare di lavorare sul campionato e farci trovare pronti al suo inizio. Il fatto che anche Juventus e Napoli abbiano perso alcune amichevoli della preparazione estiva? Perche' probabilmente noi allenatori del campionato italiano sappiamo che tipo di preparazione richieda. Le nostre preparazioni sono tutte basate sul lavoro per il campionato, il lavoro paghera'".

INTER TRAVOLTA DA VALENCIA,ORA C'E' LA JUVE - Sconfitta sonora per l'Inter di Walter Mazzarri nella seconda uscita della Guinness Cup: al MetLife Stadium i nerazzurri sono stati travolti per 4-0 e si giocheranno l'ultimo posto nella competizione americana contro la Juventus. L'ultima gara della Guinness Cup per i nerazzurri sara' nella notte tra martedi' e mercoledi', e vedra' l'Inter sfidare la Juventus sconfitta 3-1 dai Los Angeles Galaxy. Pronti-via e l'Inter e' subito sotto: Chivu perde malamente palla in uscita dall'area di rigore, Banega ne approfitta e con un destro all'incrocio dei pali fa secco Handanovic. L'Inter ci prova con Pereira, ma Belfodil e' in ritardo. Sul fronte opposto ancora Banega, stavolta col sinistro: Handanovic c'e'. Replica l'Inter con Guarin, il cui sinistro in diagonale sfiora il palo. Poi tocca a Palacio, Andreolli e Pereira, quindi Kuzmanovic si vede ribattere in extremis una buona conclusione, ma al 34' gli spagnoli raddoppiano con Jonathan Pereira, complice una deviazione di Andreolli. Mazzarri cambia qualcosa ma al 52' servono un super Handanovic e il palo per evitare il 3-0 di Jonas. Il brasiliano 'recupera' qualche minuto dopo superando Handanovic in dribbling e depositando nella rete sguarnita. Entra Icardi, l'Inter tenta di segnare almeno il gol della bandiera ma Diego Alves e' bravo sulla botta dell'argentino. Bene Belfodil, una delle poche note liete della serata interista, ottime le percussioni dell'algerino ma in qualche modo il Valencia si salva. Al 90' arriva anche il quarto gol del Valencia, Castellazzi respinge una conclusione ravvicinata di Jonas, ma nulla puo' sulla seconda battuta a rete di Viera.

Tags:
mazzarrivalenciainter

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.