A- A+
Sport
Milan, Galliani: "Berlusconi farà una grande campagna acquisti"

"Il presidente ha molta voglia e siamo ben intenzionati per la prossima campagna acquisti perche', dopo aver sofferto tanto, si possa tornare ai nostri livelli". Ad assicurare circa la volonta' di investire ancora sul Milan di Silvio Berlusconi e' Adriano Galliani, che a "Football Heroes - Storie di calciatori", una mostra organizzata a Milano in concomitanza con Expo dalla 'Gazzetta dello Sport', promette ai tifosi rossoneri una squadra di nuovo competitiva per la prossima stagione. "Sara' un grande campagna acquisti, il presidente fara' un Milan con piu' giocatori italiani - ha aggiunto l'amministratore delegato del club lombardo".

Che, invece, non si sbilancia sul futuro del tecnico Filipo Inzaghi (ormai segnato): "Abbiamo sempre detto che Pippo avrebbe concluso il campionato, aspettiamo. Mancano dodici giorni, al primo giugno prenderemo delle decisioni e vedremo che cosa fare". Il sogno resta Antonio Conte, con Carlo Ancelotti che pare sempre più lontano dal Real Madrid ("Lo sento sempre Carlo") ed Emery-Montella-Sarri sullo sfondo.

Su Pirlo e Tevez (ex rossonero e quasi rossonero) in finale di Champions: "Il passato non ha rimedio, guardiamo avanti, guardiamo al futuro. Sono contento per loro due, sono contento per la Juve. Nelle coppe europee chi gioca e vince, come noi abbiamo fatto più di tutti gli altri, porta a casa dei punti importanti per tutte le altre squadre italiane".

Infine, Galliani si sofferma sulla tecnologia del 'gol non gol', che sarebbe stata utilissima domenica in occasione della prima rete incassata da Diego Lopez contro il Sassuolo: "E' dimostrato che non si puo' non averla. Finalmente dall'anno prossimo avremo uno strumento che ci dira' se e' gol oppure no. Gli arbitri? Non c'e' malafede, devono essere igudiicati dai loro capi".

Stadio di proprietà del Milan a rischio - Come riporta Milano e Finanza la scorsa settimana sono stati convocati i tre candidati in corsa per l'appalto nell'area del Portello: il Milan, il gruppo immobiliare Prelios e la cordata italo-francese VitaliStam. Il 30 maggio sarà l'ultimo giorno per presentare le offerte. Stando a queste indiscrezioni Barbara Berlusconi non ha ancora trovato le coperture bancarie per parte dei 300 milioni che servirebbero per costruire il nuovo stadio. Nel progetto non c’è ancora la parte riguardante lo sviluppo residenziale, senza il quale la stabilità finanziaria del cantiere non sarebbe del tutto assicurata. Inoltre il nuovo impianto sconfinerebbe per il 20% su aree del Comune di Milano e per un 30-35% su un terreno privato, dove oggi c’è la sede della Citroen che ha rinnovato il contratto di locazione per altri 18 anni. A favore del Milan sui concorrenti resta il fatto che il progetto Fondazione Fiera preferirebbe dare in concessione il terreno per il tempo più lungo possibile, e affidando al concessionario tutta la gestione, di cui il Milan si farebbe carico interamente.

Tags:
milangallianiberlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes

Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.