A- A+
Sport
Milan, i tifosi rossoneri mettono Galliani sotto processo

Sinisa Mihajlovic sarà anche finito sul banco degli imputati (inevitabile per un allenatore che perde 4 partite su 7 in campionato), ma la sensazione generale è che i tifosi rossoneri abbiano idee alternative sul perché della crisi.

Intanto il coro ironico partito domenica sera a San Siro è un forte indizio: "Grazie Galliani", hanno cantato alcuni supporter che non hanno digerito in particolare l'ultima campagna acquisti in cui sono stati investiti 70-80 milioni senza riuscire a dare un cambio di marcia alla squadra rispetto all'era Inzaghi (anzi, in questo momento siamo a -5 rispetto la gestione Pippo nello stesso periodo).

Senza dimenticare anche un classico in queste situazioni: "Andate a lavorare", nei confronti della squadra. Il sondaggio lanciato da Affaritaliani.it (CLICCA QUI PER VOTARE) dopo alcune ore di 'votazioni' è chiaro (risultati alle 17): primo colpevole proprio Adriano Galliani, seguito dalla famiglia Berlusconi. Mihajlovic e la squadra arrivano solo in terza e quarta posizione.

sonadaggio milan
 
Tags:
milantifosi rossonerigallianimihajlovicberlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.