A- A+
Sport
Milan, macché Mr. Bee: Berlusconi lo vuole made in Cina

Mr. Bee fa sapere che è pronto a sbarcare in Italia e al Milan, ma i cinesi sembrano pronti al sorpasso finale. Intanto emerge qualche nervosismo sul fronte del broker thailandese per le indiscrezioni sul futuro assetto societario con gli organigrammi vari più o meno veri. Poi c'è chi giura (in primis Marco Belinazzo, nel corso di un intervento a Radio 24)  che la sbandierata valutazione da un 1,1 miliardi di euro per il club di via Aldo Rossi potrebbe nel concreto ridimensionarsi a 750 milioni per la maggioranza.

Oltre a tutto questo pare sempre pù palpabile la preferenza di Berlusconi per il progetto made in Cina e tutto quello che sta attorno ad esso. Non si sottovaluti il fatto che nasce con l'approvazione del premier cinese, con tanto di creazione di ristoranti e parchi gioco a tema Milan. Inoltre secondo il Giornale la gestione verrebbe lasciata nelle mani di Berlusconi e del suo management per un certo numero di anni.

Quando ufficializzare un accordo? Sempre stando a queste indiscrezioni attorno a inizio giugno, il 4 o 5. Proprio alla vigilia della cerimonia Uefa a Berlino - in occasione della finale di Champions League che si terrà il 6 giugno - in cui verranno premiati i 22 club che nella loro storia hanno alzato la coppa più importante del continente. In quell'occasione il Milan e Berlusconi verranno premiati da Platini come secondo club europeo viste le 7 Champions che lo pongono dietro solo alle 10 del Real Madrid...

Tags:
milancinamr bee
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.