A- A+
Sport
Milan, Mr Bee va a Ginevra prima del faccia a faccia con Berlusconi

"Mr. Bee" ha lasciato l'albergo di Milano e si e' diretto a Ginevra: la 'fuga' del broker thailandese ha inizialmente spiazzato tutti i cronisti, ma con tutta probabilità si è diretto in uno studio legale dovrebbe definire l'offerta da presentare sul tavolo di Berlusconi

L'atteso vertice è previsto nelle prossime 24 ore ad Arcore: finalmente ci sarà l'incontro tra Bee Taechaubol ed il presidente del Milan Silvio Berlusconi per l'acquisizione di una quota di maggioranza delle azioni del club. Si è dettop prima del 60%, poi del 75%. Le ultime indiscrezioni parlano di una volontà di arrivare al 51% mettendo sul piatto circa 500 milioni.

Mentre la grande maggioranza degli osservatori di cose rossonere vedono un Milan fortemente Made in Cina (perfezionando la trattativa entro fina maggio-inizio giugno), Marco Bellinazzo al programma i Tutti Convocati su Radio 24 ha spiegato. "Siamo alle battute finali di una lunga trattativa che c'è stata - forse l'unica scopriremo - e domani sera ci sarà un incontro con Silvio Berlusconi ad Arcore. E' una trattativa che non ammette pareggio. Berlusconi ha già in mente la percentuale che venderà delle quote rossonere e non è nè il 75% nè il 60% come è stato scritto, ma sarà la maggioranza, quindi il 51%. Domani sera Berlusconi dovrà dire sì o no. L'idea che si è fatto mr. Bee è che non ci siano motivi per cui Berlusconi possa dire di no", ha spiegato.

Sui nomi dietro a cordata thailandese, ecco spuntare i cinesi: "Sulla cordata abbiamo due pilastri, dopodichè sui nomi saremo più precisi più avanti, magari domani sul sito o sul giornale. C'è una pista concreta che ci porta ad Abu Dhabi, un soggetto che presterebbe i soldi. A finanziare l'acquisto del Milan sarà una banca o più banche cinesi ma lo faranno su di indicazione di membri molto influenti del partito popolare cinese. In verità c'è tutto un percorso che la Cina sta facendo per portare al centro dei suoi interessi sportivi il calcio ed avere tra i propri asset il Milan sarebbe un grande vantaggio. Il che legherebbe il Milan a una doppia quotazione in borsa sia ad Hong Kong e poi a Milano. Questo gli permetterebbe di piazzare in borsa quel 49% rimanente per aumentare ulteriormente i propri incassi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanmr beeginevraberlusconi
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.