A- A+
Milan News
OMEOPATIA 'non ha basi scientifiche': medici attaccano. Omeopatia funziona?

OMEOPATIA 'non ha basi scientifiche': medici attaccano. Omeopatia funziona?

L’omeopatia non ha basi scientifiche per certificare che i prodotti omeopatici abbiano una reale efficacia terapeutica. Pur tuttavia, in Italia sono 9 milioni le persone che ricorrono almeno una volta all'anno all'omeopatia. Vale a dire 1 italiano su 5. Un dato in crescita rispetto al marzo 2016, data a cui risale l'ultima indagine ufficiale sul settore, nonostante i fatturati delle aziende non abbiano brillato nel 2017, a causa del ritiro di quasi 10.000 dei 13.000 prodotti in commercio. Non esistono, quindi, parametri scientifici sui quali poter valutare la fondatezza dei principi e delle teorie omeopatiche e, per tale motivo, è polemica tra i medici.

Omeopatia è un placebo. Ordine Medici boccia l'omeopatia. REPLICA DEGLI OMEOPATI

OMEOPATIA 'non ha basi scientifiche': medici attaccano. Omeopatia funziona? - Omeopatia cos’è e cosa sono i medicinali omeopatici

L’Omeopatia si basa sul principio “curare il simile con il simile” e fu fondata nel 1700 grazie al lavoro del medico tedesco Samuel Hahnemann. Hahnemann si rese conto che le stesse sostanze che provocavano malattie nelle persone sane, se utilizzate in forma diluita e dinamizzata, erano invece in grado di curare quella stessa malattia. Secondo l’omeopatia, infatti, la diluzione del principio attivo non comporta una riduzione dell’effetto di quella sostanza, ma al contrario sarebbe in grado di potenziarlo.

Il medico considerato il vero padre di questa medicina alternativa sperimentò poi anche l'effetto di altre sostanze sui pazienti sani confermando sempre la sua teoria e riducendo ancor di più i quantitativi utilizzati, i quali furono ridotti drasticamente fino a dosi infinitesimali. Le sostanze poi venivano anche dinamizzate attraverso un processo che consisteva nell’agitare la soluzione più volte con l’obiettivo di potenziare l’azione delle sostanze grazie all’energia manuale.

Polemica medici su omeopatia: ecco perchè le cure omeopatiche non hanno basi scientifiche

Secondo l’Ordine dei medici, nessuna patologia ottiene miglioramenti o guarigioni grazie ai rimedi omeopatici. Nella migliore delle ipotesi gli effetti dei prodotti omeopatici sono simili a quelli che si ottengono con un placebo. Questa tesi è avvalorata, secondo i medici, dal fatto che numerose testimonianze di successi terapeutici dovuti all'omeopatia potrebbero essere facilmente spiegabili con l'effetto placebo, con il normale decorso della malattia o con l'aspettativa del paziente. Come riportato dalla fonte 'Dottoremaèvero che', inoltre, i presunti meccanismi di funzionamento dell'omeopatia sono contrari alle leggi della fisica e della chimica. La buona notizia è che "essendo una terapia basata su sostanze in quantità infinitesimali o inesistenti non vi sono rischi di effetti collaterali o pericolosi", ma sono comunque riportati "eventi avversi gravi dovuti a errori di fabbricazione o contaminazione".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
omeopatiaomeopatia effettoordine dei medicipolemica cure omeopatichemedici contro omeopatia
in evidenza
Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

La Divina vuota il sacco

Gravidanza e bacio a Rosolino
Fede Pellegrini, la verità

i più visti
in vetrina
E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.