A- A+
Sport
Effetto Hackett e capolavoro-Banchi: Milano demolisce pure Brindisi

Di Giordano Brega

"E' innegabile che la squadra abbia beneficiato dall'arrivo di Daniel, ma sarebbe troppo facile e bello dire che basta lui per quello che stiamo facendo". Coach Banchi commenta l'ennesimo capolavoro della sua Olimpia. Da quando è arrivato Hackett la squadra ha cambiato marcia. Sembrano lontani anni luce i giorni del brutto ko nel derby pre-natalizio sul campo di Cantù. Da lì sono arrivati cinque successi consecutivi in campionato e due vittorie sue tre giornate in top-16 di Eurolega. E sono cadute testa eccellenti: l'ultima è di Brindisi, la squadra dei miracoli (gran lavoro quello di Bucchi, ex coach milanese). Ma prima avevano ceduto sia Siena che Sassari alla legge dell'Armani. Senza dimenticare gli schiaffi che si sono presi al Forum i campioni d'Europa dell'Olympiakos e il chiaro successo sul Vitoria dell'ex Scariolo.

La verità è che Milano è una squadra, cosa che forse non accadeva da anni. Da Langford a Gentile, passando per Moss: con Hackett è un poker d'assi che in Italia non ha eguali e che sta dimostrando di poter competere anche con i top team d'Europa.

Ma questi successi arrivano anche dai sacrifici e dai mattoncini dei vari Melli (evidente la crescita quest'anno di Nick, uomo tuttofare in campo), Laval (atletismo allo stato puro sotto canestro ora che sta trovando la migliore condizione) e Curtis Jerrells (da oggetto misterioso a ottimo secondo play/guardia con l'arrivo di Hackett). Aspettando che trovino continuità di rendimento anche Samardo Samuels (dopo due mesi di stop è rientrato da quindici giorni), CJ Wallace e Kangur. Oltre a Gigli, attualmente fuori dalle rotazioni ("Manca tanto lavoro - ha spiegato Banchi - c'è dietro un infortunio importante e la concorrenza è piuttosto spietata in questa squadra").

Quello che impressiona maggioramente dell'EA7 però non è tanto la facilità offensiva che sempre più spesso riesce a sciorinare, ma una tenuta difensiva che sino all'anno scorso pareva puro miraggio. E qua i meriti di Banchi, che ha portato una mentalità di livello da Siena, sono evidenti.  Proprio il coach invita tutti alla calma: "Non significa che abbiamo completato il nostro cammino. Le insidie sono sempre più grandi: dobbiamo continuare ad essere umili e determinati". Aspettando il primo appuntamento vero della stagione: le final-8 di Coppa Italia che si giocheranno a inizio febbraio al Forum. Un anno fa fu doccia fredda nei quarti cotnro Varese. Ora sono cambiate tantissime cose...

Serie A, Milano demolisce Brindisi. Cantu' e Siena ko - La prima giornata di ritorno regala un ulteriore rimescolamento di carte al massimo torneo di basket. Perdono le prime della classe, Cantu' e Brindisi, raggiunte in testa alla classifica da Roma e Milano: un poker d'assi calato sul tavolo della regular-season, braccato da Siena, in un periodo di involuzione, e Sassari. L'EA7 Emporio Armani Milano, in evidenza anche in Eurolega, ritrova la vetta della Serie A battendo davanti al pubblico amico l'Enel Brindisi per 89-65: Langford e Jerrels lanciano in orbita l'Olimpia con 20 punti a testa, i pugliesi crollano e hanno poco da recriminare.

Scivola dopo un overtime l'Acqua Vitasnella Cantu', messa sotto dalla matricola Giorgio Tesi Group Pistoia per 82-77 (69-69 dopo i canonici quaranta minuti) nonostante i 19 punti del top-scorer Ragland. Seconda sconfitta consecutiva, addirittura la sesta in campionato, per la Montepaschi Siena, che cade al PalaRadi sotto i colpi della pericolante Vanoli Cremona. I lombardi si impongono in volata per 72-68 grazie al rendimento della coppia Woodside-Jackson, a referto con 36 punti complessivi. Solo due i cestisti che, tra i campioni d'Italia, finiscono in doppia cifra: Carter (12) e Green (10). Anche il Banco di Sardegna Sassari vince allo sprint: al PalaSerradimigni, gli isolani la spuntano 90-87 sulla Granarolo Bologna, alla quale non bastano i 28 punti realizzati da Hardy ed i 26 di Walsh (24 di Drake Diener, 20 di Caleb Green e 19 di Marques Green tra gli uomini di Sacchetti). Trasferta con sconfitta per le due compagini campane. La Pasta Reggia Caserta si arrende al PalaTaliercio all'Umana Venezia, che fa sua la sfida per 73-60 sfruttando la vena realizzativa di Taylor, capace di contribuire alla causa lagunare con 22 punti. La Sidigas Avellino, invece, conclude la sua serata all'Adriatic Arena con un ko, anche se sul filo di lana. L'ultima della classe, la Victoria Libertas Pesaro, vince per 88-82 sebbene Ivanov, tra gli irpini, metta a segno 22 punti, due in piu' del suo rivale Turner. Nei due anticipi di ieri, ottava sconfitta in otto gare per la Sutor Montegranaro, battuta per 88-70 dall'Acea Roma nonostante i 21 punti di Mayo (16 di Taylor e Baron tra i virtussini). Prima battuta d'arreso al PalaBigi per la Grissin Bon Reggio Emilia, superata a domicilio per 80-73 dalla Cimberio Varese, che ha in Clark (22 punti) l'uomo in piu'.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emporio armaniea7langfordgentilemosshackett
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.