A- A+
Sport
ambrosini modificato 3

Ambrosini: "Il gol? Al Milan nell'ultimo periodo giocavo raramente mezzala" - 

“Abbiamo interpretato la partita benissimo e non era facile. Questa è stata una prova importante, la partita di campionato ci aveva lasciato tanto amaro in bocca. L’Europa League toglie energie ma vincere le partite è fondamentale, adesso ci aspetta un ciclo di gare difficile in campionato. Quando hai determinate caratteristiche fai fatica a toglierle col tempo, questo non ti impedisce a migliorare. Sono contento di esser arrivato a Firenze, quando hai lo spirito giusto ti metti a disposizione e i risultati arrivano. Il gol? Nell’ultimo periodo al Milan raramente giocavo mezz’ala, l’età conta, le opportunità per presentarsi in area erano minori, è bello giocare in altre posizioni. Matos? È un ragazzo che ha delle buonissime potenzialità, ha forza fisica e talento, è un ragazzo che si allena nel modo giusto. Neto? Lui ha una fiducia incondizionata del gruppo, dell’allenatore e della società, gli viene ribadito a fatti e non a parole. Ha qualità importanti, è giusto puntare su di lui”.

Montella, questa squadra non tradisce - "Questa squadra difficilmente tradisce le attese in quanto a determinazione. E' stata bravissima a capire il tipo di partita". L'allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella esalta la prova dei suoi, vittoriosi in Ucraina. "Abbiamo giocato contro un avversario difficilissimo che veniva da tante vittorie consecutive a conferma che il livello e' alto per questa competizione - continua il tecnico dei gigliati - La squadra mi e' piaciuta come tale ma anche nei singoli, e' stata una battaglia sportiva su un campo al limite. Sono felice anche per quei ragazzi che hanno avuto meno spazio di quello che meritavano".

Montella parla di una "vittoria davvero voluta nonostante le tante assenze che abbiamo, meglio di cosi' obiettivamente non potevamo fare. Oggi era una partita importante per la fase difensiva e infatti abbiamo concesso poco o niente a parte un'azione individuale". Il tecnico ha fatto un po' di turn over in vista della partita contro la Lazio. "Non ci e' rimasto nessun altro a dire il vero - replica Montella - Bisogna adattarsi, fa parte del gioco. La prova di Neto? Oggi non era una partita facile, ha iniziato la partita con una palla che gli e' sfuggita, poi da li' ha fatto una partita di grande personalita'. Non era facile, quindi e' stata una prova positiva".

floccari

Floccari, "siamo rimasti sempre in partita anche sul 3-1" - Sergio Floccari e' l'eroe della serata allo Stadyumu di Trabzon. Entrato al quarto d'ora della ripresa, da vecchia volpe dell'area di rigore si e' fatto trovare pronto quando si e' presentata l'occasione, mettendo a segno la doppietta che ha permesso alla Lazio di impattare sul 3-3 con il Trabzonspor a pochi minuti dalla fine. "E' andata bene, perche' andare sotto di due gol in uno stadio cosi' caldo e rimontare non e' mai facile. Ma noi siamo sempre stati in partita sotto l'aspetto della tensione nervosa e siamo stati bravi a ribaltare il risultato", dice l'attaccante calabrese ai microfoni tv. "Siamo sempre rimasti in partita. Anche sul 3-1 si vedeva che eravamo in gara, pericolosi in varie situazioni in avanti ed alla fine abbiamo raccolto i frutti. Certo - aggiunge - c'e' da rivedere qualcosa, perche' quando si va sotto di due gol c'e' qualcosa da mettere a posto". Ed ora non c'e' neanche il tempo di rifiatare che all'Olimpico arriva la Fiorentina per il campionato. "E' una stagione impegnativa con la Coppa ed il campionato. Domenica ci attende una partita durissima. adesso recuperiamo anche se abbiamo poche ore, perche' contro la fiorentina sara' difficile".

Petkovic, Lazio c'e' e ha futuro - Il 3-3 in rimonta in Turchia contro il Trabzonspor "e' un segnale a coloro che dall'esterno stanno provando da settimane a portare negativita': la Lazio c'e' e ha futuro". E' un pari quasi liberatorio per Vladimir Petkovic, che ha visto la sua squadra sull'orlo del precipizio prima della risalita. "Abbiamo fatto qualche errore di troppo, abbiamo subito due gol su altrettanti rimpalli ma abbiamo giocato un bel calcio, ci abbiamo creduto fino alla fine e avremmo anche meritato di vincere - rivendica con orgoglio il tecnico bosniaco - E' la terza partita di fila che non perdiamo, e' una piccola continuita', tanti cercano di trasmettere negativita' ma noi restiamo uniti e positivi", aggiunge Petkovic, che gia' ieri in conferenza stampa aveva mostrato una certa irritazione per le tante critiche piovute addosso ai suoi. "Ma alle domande con un po' di pepe io rispondo secco, per avere rispetto ci vuole anche rispetto", spiega Petkovic, colpito dall'impatto di Perea e Felipe Anderson. "Siamo un gruppo unito, entrambi lavoravano col resto della squadra da 15 giorni ma sono rimasto sorpreso positivamente anch'io da come hanno giocato oggi, hanno giocato per la squadra ma anche mostrando le qualita' che hanno", aggiunge, senza escludere la possibilita' di vedere Perea e Floccari insieme anche contro la Fiorentina. "E' un'opzione, tutti avranno la possibilita' di giocare di nuovo ma la cosa piu' importante ora e' recuperare bene". Nota stonata la difesa, che continua a incassare gol. "Ci sono tante fasi di gioco su cui lavorare - conclude l'allenatore laziale - Dobbiamo essere piu' presenti in ogni momento, ma stasera siamo stati comunque bravi a recuperare il risultato e crederci fino alla fine".

Dnipro-Fiorentina 1-2, viola di nuovo grandi - I viola di Vincenzo Montella, dopo le frenate in campionato ad opera di Inter e Parma, tornano grandi in Europa conquistando la seconda vittoria consecutiva a scapito degli ucraini della Dnipro, con un due a uno. Sotto la neve la Fiorentina si presenta spuntata (assenti Gomez e Rossi, l'unico attaccante a disposizione e' Ryder Matos), priva anche dei due registi Borja Valero e Aquilani per turn over, ma con un recuperato Cuadrado pronto a mettersi in mostra. Il campo ai limiti della regolarita' non favorisce la squadra italiana che non puo' sfruttare la propria superiorita' dal punto di vista tecnico. La prima emozione la procura Neto che, dopo la mezza papera combinata contro il Parma, quasi ne combina un'altra: su di un innocuo tiro ucraino il portiere brasiliano perde la presa e solo grazie ad un recupero alla disperata di Rodriguez la Fiorentina si salva. Il portiere viola si riscatta al 22' quando Seleznyov con grande potenza riesce a "camminare sulle acque" destreggiandosi in un campo molto scivoloso e a dribblare un paio di difensori della Fiorentina per poi scagliare la conclusione, che pero' Neto questa volta blocca con grande sicurezza. Dopo 40' minuti anche la Fiorentina si fa viva nella meta' campo ucraina con una bella azione dello spagnolo Alonso sulla sinistra, cross basso per Matos e conclusione centrale che pero' l'estremo difensore della Dnipro blocca agevolmente. Al 6' della ripresa Matos si guadagna un prezioso calcio di rigore: l'attaccante brasiliano e' bravo a tenere palla e ad entrare pericolosamente in area e a subire l'intervento in sandwich di Rotan e Mandziuk. Si incarica del penalty Gonzalo Rodriguez che beffa il portiere ucraino. Passano appena cinque minuti e, sempre su rigore (dubbio il fallo di mano di Pizarro su tiro ravvicinato di Rotan) la Dnipro pareggia. Lo batte Seleznyov che non sbaglia. I padroni di casa provano a vincerla, ma lasciano spazio alle ripartenze viola. In una di queste e' bravo Pizarro a servire Mati Fernandez, il quale smarca a destra Cuadrado, gran tiro dalla distanza e Bojko si salva in corner. L'ingresso in campo di Borja Valero al posto di Bakic da ancora piu' qualita' alla Fiorentina. Ed e' proprio la precisione dell'ex giocatore del Villareal, ben servito dal solito Rodriguez, a fare la differenza al 28' della ripresa, quando un suo cross disegnato con il goniometro finisce sulla testa di Ambrosini che non puo' sbagliare e riporta in vantaggio i viola. I padroni di casa spingono sull'acceleratore, ma la Fiorentina si chiude bene anche negli ultimi 5 minuti in cui deve giocare con un uomo in meno a causa dell'espulsione di Pizarro per doppia ammonizione.

Trabzonspor-Lazio 3-3,Floccari salva biancocelesti - Una doppietta di Floccari nei minuti finali salva una Lazio inguardabile in difesa che dopo 83' era sotto per 3-1 contro il Trabzonspor. La squadra di Petkovic ha sofferto notevolmente le ripartenze dell'undici di Akcay, che approfittando della velocita' degli suoi attaccanti ha messo spesso in difficolta' la retroguardia biancoceleste. Positivo l'esordio dal primo minuto di Felipe Anderson, pericoloso in un paio di occasioni, e Perea, dal cui piede e' partito l'assist per la rete di Onazi ed il gol del pareggio di Floccari. Uomo partita e' stato proprio il "vecchio" Sergio Floccari che, entrato al 16' della ripresa si e' fatto trovare pronto quando si e' presentata l'occasione e nel giro di due minuti ha rimesso in piedi una partita che ormai sembrava persa. Al 12', fulminante ripartenza del Trabzonspor: lancio di Paulo Henrique per Erdogan che sorprende l'attardato Cavanda e infila Marchetti in uscita. Felipe Anderson ha subito sui piedi la palla per il pareggio, ma Onur Kivrak in uscita lo blocca. Al 16' tiro-cross di Anderson sul quale non arriva in scivolata Hernanes. Bosingwa mette in corner rischiando l'autogol. Dalla bandierina Candreva prova a sorprendere il portiere turco con una parabola sul palo piu' lontano, alto di poco. Al 18' e' Mierzejewski con un tiro dal limite ad impegnare Marchetti ad una respinta con i pugni. Ma al 22', il portiere biancoceleste e' battuto da un tiro da fuori area dello stesso Mierzejewski che lo scavalca per il 2-0 del Trabzonspor. La Lazio prova a replicare con Hernanes, ma la sua conclusione e' respinta. Altro svarione difensivo laziale, ma questa volta Cana riesce ad anticipare ancora Mierzejewski. Al 29', pero', la Lazio accorcia le distanze. Perea smarca Onazi che lanciato a reti non da' scampo a Onur Kivrak in uscita. Ma al 35' ancora difesa laziale che si fa sorprendere. Lancio del solito Mierzejewski, Biglia e Cana si scontrano tra di loro, liberando Paulo Henrique che aspetta che Marchetti si avvicini e lo batte per il 3-1. Al 43' punizione da posizione favorevole per la Lazio. La battuta di Hernanes e' facile preda di Onur Kivrak.Il primo tempo si chiude con il colpo di testa fuori bersaglio di Lulic su corner dalla destra. In apertura di ripresa Ciani mette in rete di testa su corner dalla destra di Candreva, ma la palla era gia' uscita. Al quinto discesa di Lulic e palla per la testa di Hernanes, ben parato da Onur Kivrak. Al 12' prima sostituzione per i turchi con Akgun per Colman. Al 15' grande parata in uscita di Onur Kivrak he si oppone con il corpo al tiro da due passi di Felipe Anderson. Petkovic corre ai ripari mandando dentro Floccari per Candreva. Il neo entrato ci prova con una conclusione dal limite che finisce nei guantoni del portiere turco. Al 19', tra i turchi fuori uno spento Malouda e dentro Alanzinho. Un minuto piu' tardi Onur Kivrak si salva in corner su Felipe Anderson. La Lazio conquista l'ennesimo corner e Cana prova la deviazione di testa, ma e' centrale e Onur para facilmente. Trabzonspor che controlla e si difende ordinatamente, lasciando all'undici di Petkovic l'iniziativa. Ma al 28' c'e' la solita ripartenza dei turchi e per fortuna che il neo entrato Alazinho conclude su Marchetti in uscita. Primo cartellino giallo della partita: e' per Cavanda.Petkovic manda dentro Ederson: fuori Hernanes. Ancora Alazinho pericoloso, ma la sua mira e' sbagliata. Al 34' esce Felipe Anderson ed al suo posto entra Keita. Due minuti piu' tardi arriva la seconda rete laziale con Floccari che, dopo altri due giri di orologio infila in scivolata la rete dell'insperato 3-3, su passaggio filtrante in area di Perea. Grazie a questo pareggio la Lazio resta al comando del gruppo J.

Tags:
montellapetkoviclaziofiorentinaeuropa league

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.