A- A+
Sport
Moratti si sfoga: "Thohir necessario qui, arbitri arroganti"

Il presidente dell'Inter Erick Thohir "era molto dispiaciuto. Io penso che sia necessario che arrivi e che venga qua, e credo che lo fara' verso la fine di questa settimana perche', come e' successo col Milan l'altra volta, serve molto ai giocatori e a tutti, avere di fronte una persona che ci sa fare e che sia anche la responsabile. Questo da' una forza diversa". Sono le parole di Massimo Moratti, intervistato all'ingresso degli uffici della Saras il giorno dopo la sconfitta contro il Genoa. Anche questa volta, pero', nerazzurri danneggiati da errori arbitrali. "Ne ho parlato anche troppo quando ero presidente, pero' non e' migliorato niente - confessa - Mi sembra anche che ci sia la stessa arroganza da parte di chi dirige. E quindi non capisco poi come possa cambiare automaticamente nelle persone. Rizzoli comunque ha arbitrato molto bene, e' stata una svista. Sfortuna che e' stata nei nostri confronti, pero' mi e' sembrato che per il resto abbia arbitrato molto bene. E' stata una svista, che pero' a noi e' costata cara".

In queste settimane e' toccato a Moratti stare vicino alla squadra "ma non mi sembra di aver fatto molto in questo periodo. Credo soltanto che ci sia questa necessita' perche' risponde a quelle che sono le esigenze che naturalmente Thohir conosce perfettamente di una societa' che ha bisogno concretamente di marciare insieme. E sta lavorando nel senso di evitare questo tipo di cosa, quindi ho abbastanza fiducia che poi fara' bene". Tornando al momento della squadra, Moratti ritiene che "senza dubbio ci sia anche della sfortuna, ma questi sono sempre degli alibi. Mi e' sembrato che la squadra abbia giocato abbastanza bene. La sfortuna sta nel fatto che poteva anche certamente segnare, hanno sbagliato dei gol, e nel gol che abbiamo preso c'e' qualche colpa. Tutto questo fa si' che ci sia un certo tipo di risultato. Pero' mi e' sembrato che la squadra potesse poi avere un risultato diverso alla fine della partita, per il gioco che ha espresso".

Davanti al rischio di un altro anno fuori dalle coppe, Moratti sottolinea che "tutto e' tollerabile o no a seconda del progetto che hai e come vedi che stai costruendo la squadra. Credo che la parte positiva di questa nuova cosa e' che ci sia assolutamente la volonta' di fare bene. Preoccupato? Siamo abituati, il calcio e' questo. Non sono preoccupato. Spero soltanto che si giri sta benedetta pagina perche' in questo periodo proprio non tornano i risultati". Secondo Moratti, comunque, qualcosa sul mercato verra' fatto e chiede ai tifosi di dare una mano. "La squadra e' da sostenere proprio in questi momenti e poi i giocatori sono nostri amici". "Gente che lavora seriamente e bisogna dargli una mano perche' possano avere i risultati migliori - prosegue Moratti - E poi di avere fiducia anche in questo signore perche' ha molta voglia di fare bene", il riferimento a Thohir. Il presidente onorario dell'Inter assicura poi che il suo successore non ha parlato di rifondazione anche se "e' abbastanza normale che l'eta' lasci il segno a un certo punto. E' sempre quello che si e' cercato di fare. Milito mi e' sembrato uno di quelli che si e' mosso meglio, Cambiasso ci ha messo l'anima. Finche' reggono, mi sembra che diano un apporto molto positivo".

D'AMBROSIO-INTER, SI' - Danilo D'Ambrosio è un giocatore dell'Inter. Nelle prossime ore, visite mediche per l'esterno di difesa che Mazzarri chiedeva per avere un'alternativa a Jonathan e Nagatomo e per sostituire Wallace e Pereira, ceduti. Va solo perfezionata la contropartita tecnica, ma il terzino sinistro (che si sarebbe liberato a parametro zero a luglio) è pronto per iniziare subito la sua avventura a Milano.

Tags:
morattithohirinterarbitri inter
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.