A- A+
Sport
balotelli mourinho                                         Guarda la gallery

"Si è visto chiaramente in Champions che esiste la cultura del tuffo. Si è visto con gli episodi di Neymar a Glasgow (Celtic-Barcellona, ndr) e di Balotelli ad Amsterdam (Ajax-Milan, ndr)". José Mourinho lancia la sua crociata mondiale contro i simulatori. Lo Special One manda segnali di guerra dal suo quartier generale londinese (dopo il 3-1 sudato sul Norwich che porta il Chelsea a quota 14 punti a meno due dalle capoliste Arsenal e Liverpool) sottolineando che... "una squadra è rimasta in dieci (l'espulsione del capitano degli scozzesi Scott Brown contro i 'blaugrana' per un presunto fallo su Neymar, ndr) e l'altra è stata penalizzata da un rigore negli ultimi minuti (quello trasformato da Balotelli ad Amsterdam, ndr). Queste azioni mi intristiscono e mi preoccupano perchè anche io competo in Champions League".

Neymar e SuperMario i nomi in cima alla lista nera di Mou. Che poi chiama in causa l'Uefa per chiedere sanzioni esemplari come quella adottata nei confronti di Juergen Klopp, tecnico del Borussia Dortmund, dopo la sfida del San Paolo contro il Napoli: "E' stato squalificato due partite per aver parlato con l'arbitro o il quarto uomo", spiega volendo minimizzare l'aggressione verbale di Mago Klopp all'assistente del direttore di gara. "Lui non ha potuto entrare nello spogliatoio per dare indicazioni ai suoi giocatori. E invece che si fa con Neymar e Balotelli? E' compito delle autorità calcistiche mettere mano alla questione".

Il tecnico portoghese prosegue la sua arringa: "Io non sono nessuno, do solo la mia piccola opinione. Ma se non si interviene, la prossima settimana lo faranno di nuovo". E giura che lui è sempre stato duro con i giocatori che si comportano in questo modo, facendo l'esempio passato di Drogba o Robben: "Non ho escluso un calciatore perché ha simulato, ma sono stato critico e severo con lui. I miei giocatori sanno per certo che avranno un problema con me se simulano. Ho detto molte volte che è una cosa che odio e che è una cosa sbagliata. Cercare di far espellere un giocatore è una vergogna. Se dovessi vincere una partita grazie a un comportamento scorretto dei miei giocatori, li criticherei aspramente".

Prandelli "Balotelli ha scontato squalifica" - "Non posso punire su una punizione, se non ci fosse stata la partita infrasettimanale, Balotelli non sarebbe qui. La sua squalifica è terminata, non ci sono discussioni. E poi non ho mai convocato un giocatore squalificato". Cesare Prandelli difende il suo codice etico, giustificando cosi' la scelta di convocare Mario Balotelli per il doppio impegno di qualificazione mondiale contro Danimarca e Armenia. Avendo l'attaccante del Milan gia' scontato i tre turni di squalifica, Prandelli ha ritenuto di chiamarlo. "Su Balotelli non sono voluto intervenire e non voglio intervenire. Ho deciso di convocarlo perche' il nostro modo di affrontare questi argomenti e' uno solo: nello spogliatoio guardarci negli occhi e fare un patto per arrivare ai Mondiali preparati anche sotto il punto di vista psicologico, non dovremo essere fragili. Il Milan ha preso posizione, non ha fatto ricorso e per me questo e' molto significativo, la stessa cosa aveva fatto la Roma su Osvaldo due anni fa, anche le squadre dal punto di vista etico stanno cercando di dare un'impronta".

"Neymar e Balotelli cascatori?Li vorrei entrambi" - Adriani Galliani, al suo arrivo in Lega Calcio, ha replicato alla richiesta fatta da Mourinho all'Uefa di punire i cascatori, indicando Neymar e Balotelli come degli esempi di "cascatori". "Uno e' gia' del Milan - ha risposto -, li prenderei tutti e due: saranno anche cascatori, ma sono due grandissimi calciatori".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mourinhobalotellineymarchelseasimulatorisetubal
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.