A- A+
Sport
Napoli piange Celentano: Diego Armando Maradona arrivo per lui

Napoli ha dato l'ultimo saluto a Dino Celentano, morto nella giornata di domenica. E' stato un grande dirigente del Napoli e nel luglio del 1984, concluse la trattativa che poertò Diego Maradona all'ombra del Vesuvio. Aveva 74 anni ed è stato stroncato da un male incurabile.

Era il braccio destro di Corrado Ferlaino al punto che il presidente partenopeo gli affidò il compito di sbloccare l'operazione con il Barcellona per Dieguito.

E fu la scelta giusta: perché quando Ferlaino era sul punto di alzarsi dal tavolo delle trattative e andarsene, fu proprio Dino Celentano che riuscì a tenere duro e arrivare poi alla fumata bianca.

Dopo la firma del contratto portò Maradona a Napoli e per evitare che il calore del popolo partenopeo travolgesse il numero 10 argentino, lo ospitò sulla sua barca al largo di Capri, dove avvenne il primo incontro tra il giocatore e Corrado Ferlaino.

Tags:
napolicelentanomaradona
in evidenza
Estate in crisi. Inattesa svolta Arrivano fresco e forti piogge

Meteo, cambia tutto

Estate in crisi. Inattesa svolta
Arrivano fresco e forti piogge


in vetrina
Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma

Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma


casa, immobiliare
motori
Nuova Peugeot 408: capace di rompere gli schemi

Nuova Peugeot 408: capace di rompere gli schemi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.