A- A+
Sport
behrami hamsik zuniga

Di Alberto Foà

 

La seconda di campionato senza sorprese e con un sacco di gol.
Bene, cioè male per i bookmaker che chissà quante ‘martingale’ (i multipli di una volta) avranno dovuto pagare, ma anche e soprattutto per chi, i gol, li ha subiti.
Il divario tra le prime delle classe – che al massimo sarebbero terze in Spagna, Germania, Inghilterra e probabilmente anche Francia – e le altre è semplicemente abnorme.
Non solo tra le prime (Juve, Napoli, Fiorentina e Roma, più l’Udinese che si aggiungerà presto) e le ultime (Genoa, Parma, Chievo, Sassuolo, Verona e Cagliari) anche con le squadre da mezza classifica (Inter, Samp, Bologna, Livorno e già che ci siamo il Milan, perché se fa i salti mortali per riprendersi un lesso come Kakà e vende un giovane come El Shaarawy – a proposito, non per darmi ragione da solo ma vi ricordate che la partenza sua e di Boateng ve l’avevo garantita in tempi non sospetti - ma soprattutto non rinforza centrocampo e difesa, bene che vada arriva sesto).
Qualcosa, Lega e Federazione, dovrebbero fare. Per esempio, tra Supercoppa e Campionato, aver rifilato due partite come quelle tra i campioni d’Italia e una buona squadra di seconda categoria come la Lazio oltretutto spacciandole a Sky e ai telespettatori come big match è una via di mezzo tra il ridicolo e la presa per i fondelli, roba che se uno ricorre al Tar gli restituiscono l’abbonamento più un elettrodomestico, come nelle televendite delle pentole.
Quello che se va avanti così nessuno potrà mai riconsegnare a Lotito è la stima dei tifosi. Non solo perché cambierà residenza e si renderà irreperibile ma anche perché, scherzi a parte, il gioco della Lazio è davvero imbarazzante e prospettive di grossi progressi, restando questo l’organico, non è che ce ne siano moltissime…
Intanto Hamsik si va confermando il calciatore più decisivo tra quelli che giocano in Italia, Garcia la novità più curiosa del torneo (zero reti subite in due partite alla Roma non “riusciva” dai tempi di Capello) e Benitez l’acquisto più intelligente di tutto il circo, il che ribadisce una certezza ormai pressoché assoluta: Branca e Moratti non ne hanno fatta una giusta. Ma tanto adesso arriva Thoir e Moratti tornerà finalmente a fare quello che è, cioè il primo tifoso e Branca a occupare il posto che gli compete. Ai fornelli, di casa sua. Nella certezza che debba essere un ottimo cuoco…
 

Tags:
interbrancamoratti
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.