A- A+
Sport
Parma crack, saltano i vertici della Guardia di Finanza locale

Terremoto ai vertici della Guardia di Finanza di Parma, dopo il crac del Parma Calcio. Sono stati sollevati trasferiti ad altra sede, il colonnello Danilo Petrucelli e il vice tenente colonnello Luca Albanese. Il trasferimento di Albanese e' arrivato sabato mattina, alla volta di Prato. Nei prossimi giorni arrivera' quello per Petrucelli, attualmente in ferie. La notizia, anticipata dalla Gazzetta di Parma, ha trovato conferma negli ambienti investigativi. I due ufficiali sarebbero sotto indagine con l'accusa di aver trasmesso in ritardo l'informativa sulla situazione finanziaria del Parma Calcio, ritardando di fatto l'apertura dell'indagine per bancarotta fraudolenta.

Intanto Giovanni Malagò lancia un appello: "La cosa piu' importante e' che nell'assemblea di Lega di venerdi', i colleghi di questo fantascientifico e pittoresco personaggio in fondo alla catena, trovino il modo di salvaguardare almeno la parte sportiva e dare una regolarita' al campionato che di fatto sarebbe anomalo se il Parma non dovesse tornare a giocare". Il presidente del Coni, intervistato ad 'Agora'' su Rai Tre spera che si eviti il rischio di finire il campionato di Serie A con 19 squadre. "Sull'argomento ho espresso gia' le mie opinioni. Sono societa' private, societa' per azioni, con scopo di lucro e anche quotate in borsa e quindi assoggettate a normative della Consob. La vicenda, piu' che grottesca, direi che e' inverosimile. E ora c'e' un insieme di responsabilita' che vede ognuno dire che non c'entra nulla e questo e' totalmente inaccettabile".

Poi Malagò aggiunge: "L'anno scorso e' accaduto con il Siena, era doveroso che qualcuno provvedesse affinche' non accadessero piu' certe cose, ma questa e' molto peggio. Si sono battuti tutti i record di indebitamento in poco tempo". Il caso-Parma è solo la dimostrazione di un sistema che versa in un preoccupante stato di crisi. "Non ho mai lesinato considerazioni critiche nei confronti di questo mondo - ha chiarito quindi Malago' -, la Serie A in Italia oggi e' considerata il quarto campionato in Europa e come numero di spettatori davanti c'e' anche il campionato messicano e secondo alcuni anche quello indiano. I signori del calcio si difendono chiedendo se c'e' un ambito in cui l'Italia e' quarta o quinta al mondo. La cosa brutta e' che prima eravamo i primi. Come il turismo, oggi siamo quinti, ma vent'anni fa eravamo primi. Chi ha gestito le cose in passato dovrebbe farsi un esame di coscienza".

Tags:
parmaguardia di finanzamalagò
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.