A- A+
Pensioni news
PENSIONI QUOTA 100 E RIFORMA: NOVITA' importanti, cambia tutto. Pensioni news

PENSIONI QUOTA 100, APE SOCIAL, OPZIONE DONNA: AVANTI NEL 2021. RIFORMA PENSIONI NEWS

Quota 100 pensioni andrà avanti fino al 31 dicembre 2021. Tutto confermato con questa forma di pensionamento (62 anni di età più 38 di contributi) che non sarà più rinnovata oltre il termine già stabilito.  Ape Social e Opzione Donna dovrebbero poi essere prorogate per il prossimo anno. Governo e sindacati hanno iniziato un confronto per superare la riforma pensioni attuale e studiare nuovi metodi di uscita dal lavoro.

PENSIONI QUOTA 100 PENSIONATA DA QUOTA 41 PER I SINDACATI

I secondi puntano su quota 41 per tutti: ossia in pensione con 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica. Una misura che costerebbe molto alle casse dello Stato e non piace dunque al governo. Secondo alcuni studi realizzati prima dell’introduzione della Quota 100, il passaggio a Quota 41 porterebbe un aumento della spesa pubblica che potrebbe arrivare alla cifra di 12 miliardi di euro sin dal primo anno. Almeno non in questa forma. Da parte dell'esecutivo c'è l'ok a studiare forme di pensionamento anticipato, ma il ritorno a un sistema flessibile di uscite può nascere solo secondo tenendo d'occhio i vincoli di finanza pubblica destinati inevitabilmente a rispuntare con l'uscita dalla crisi dovuta dalla pandemia, che ha fatto esplodere i livelli di deficit e debito.

PENSIONI QUOTA 100 DIVENTA QUOTA 102 PER IL GOVERNO. RIFORMA PENSIONI NEWS

E arriviamo a quota 102 pensioni, che rispetto alla formula di Quota 100, fisserebbe come età minima anagrafica per poter richiedere la pensione anticipata non più a 62 anni ma 64. I requisiti contributivi resterebbero a 38 anni di contributi versati. Quota 102 sarebbe più sostenibile dal punto di vista economico per quanto concerne l’aspetto relativo al taglio di circa il 2,8 - 3% del montante contributivo introdotto nel 1996 per ogni anno di anticipo, ossia ogni anno che serve per raggiungere l’eta anagrafica di 67. Si arriverebbe a una decurtazione sul trattamento pensionistico circa del 5%. Quota 102 si stima che potrebbe interessare fino a 150 mila cittadini italiani all’anno. Costo? Intorno agli 8 miliardi il primo anno, con una lieve diminuzione negli anni successivi.

PENSIONI QUOTA 100, IPOTESI DI FLESSIBILITA' IN USCITA. RIFORMA PENSIONI NEWS

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, in tema di riforma pensioni post Quota 100 "una delle ipotesi che andrà soppesata con attenzione è quella del ricorso a un meccanismo flessibile d'uscita a partire da 62, o 63, anni d'età anagrafica e almeno 36, o 37, anni di contribuzione con una penalizzazione del trattamento di circa il 2,8-3% per ogni anno d'anticipo rispetto al limite dei 67 anni per il pensionamento di vecchiaia".

Loading...
Commenti
    Tags:
    pensioni quota 100quota 100quota 100 pensioniquota 100 newspensioni newspensioni notizieriforma pensioni newsriforma pensioni notizieopzione donnaopzione donna 2020opzione donna newsopzione donna notizieape newsape pensionipensioni apequota 41 pensionipensioni quota 41quota 102 pensionipensioni quota 102pensioni taglipensioni aumenti
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Museo Alfa Romeo vanno i scena i "Cavalli Marini"

    Al Museo Alfa Romeo vanno i scena i "Cavalli Marini"


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.