A- A+
Sport
Pioli: "Non ho scelto la Lazio per il contratto della vita"

"Metteremo il massimo, il mio staff ed io, per una prossima stagione altamente positiva". Cosi' Stefano Pioli nel giorno della sua presentazione ufficiale a nuovo tecnico della Lazio.

"La societa' mi aveva offerto un biennale, ho invece firmato un contratto annuale, rinnovabile automaticamente se riusciremo a tornare in Europa - ha detto in conferenza stampa a Formello l'ex mister del Bologna, che prende il posto di Edy Reja - Non sono venuto alla Lazio alla ricerca del contratto della vita ma per lavorare con una squadra competitiva, per giocare un buon calcio e ottenere risultati importanti. Ci saranno dei cambiamenti, qualche giocatore importante non e' stato confermato ed e' andato via, devono arrivare giocatori che migliorino la squadra. Il mercato pero' e' ancora lungo e la fretta e' cattiva consigliera".

"Sono molto contento, felice, entusiasta, orgoglioso e onorato per questo nuovo incarico. La societa' mi ha sempre fatto sentire una prima scelta - ha aggiunto Pioli - I giocatori della Lazio - avranno qualita' tecniche e morali per essere qui, la differenza la fanno i comportamenti, la bava alla bocca, gli occhi della tigre. Sara' una squadra che ha fame, che tutte le volte che va in campo domenica vuole portarsi a casa tre punti". Per lui non sara' semplice iniziare, vista l'aria di contestazione al presidente: "Ma per me sara' piuttosto uno stimolo - annuisce il tecnico - se tutte le componenti saranno indirizzate verso la stessa parte, tutti ne trarranno vantaggi e la strada sara' un po' meno in salita".

Lo staff di Pioli - Giacomo Murelli (vice), Davide Lucarelli (collaboratore tecnico), Matteo Osti (preparatore atletico), Francesco Perondi (collaboratore del preparatore atletico), Adriano Bianchini (collaboratore, preparatore atletico), Adalberto Grigioni (preparatore portieri).

Lotito, Pioli la prima scelta, Reja l'ha suggerito - "Le audizioni fatte erano di facciata, non era che la conferma della bonta' iniziale della scelta di Pioli, concordata anche da Reja, uno dei suoi sostenitori". Cosi', in una conferenza stampa a Formello, il presidente della Lazio, nel giorno della presentazione ufficiale del nuovo tecnico Stefano Pioli. "Reja mi ha suggerito di puntare su un emergente, Pioli - ha detto il numero uno biancoceleste - Il nuovo mister e' una persona perbene, che sa mantenere il riserbo, e con lui sapremo creare lo stesso rapporto che c'era con Reja. Ha accettato questa sfida con la finalita' di dimostrare tutto il suo valore".

Preso Pioli dopo che... - Saltata l'ipotesi Allegri (quella delle ultime ore su Mancini era fantamercato), così come quella legata a Donadoni, escluso Simone Inzaghi e congedato Reja, ecco Stefano Pioli. E' l'ex tecnico di Bologna, Parma e Sassuolo il nuovo allenatore della Lazio. L'incontro decisivo con il presidente, Claudio Lotito, si e' concluso poco fa in modo positivo. Il nuovo tecnico biancoceleste ha lasciato la sede del patron a bordo di un suv giudato dal ds Igli Tare. L'ufficialita' e' arrivata poco dopo dalla stessa societa' biancoceleste. Per lui si parla di un contratto di un anno con opzione per il secondo a cifre che si aggirano attorno ai 600 mila euro.

Reja: "Giusto cambiare allenatore". Intanto la Lazio stringe per Parolo -  "E' giusto cambiare, alla Lazio servono nuovi stimoli". E poi ancora: "Ringrazio Lotito e Tare per aver provato a convincermi fino all'ultimo, e' per questo che c'e' stata questa telenovela negli ultimi 15 giorni. Quando ci siamo salutati a fine campionato, Lotito mi aveva rinnovato stima e fiducia. Io gli dissi che avevo l'impressione che il rapporto fosse chiuso. Era giusto cambiare ed e' quindi giusto che si cambi allenatore, per avere nuovi stimoli". Un addio che potrebbe essere un arrivederci in qualita' di dirigente: "Ma non nell'immediato - precisa il goriziano -, certo, se avessimo centrato l'Europa magari le mie considerazioni sarebbero state diverse, ma ora e' giusto cambiare e dare vita a un nuovo ciclo". Nella sua decisione sembra aver influito anche la situazione ambientale, con la tifoseria laziale in aperta rivolta nei confronti del patron: "La situazione ambientale cosi' non puo' continuare - precisa Reja riferendosi alla contestazione dei tifosi a Lotito - bisogna trovare il sistema giusto per riacquistare entusiasmo. Il club deve operare nel modo giusto e mi pare che la societa' si stia muovendo". Intanto, il segretario generale, Armando Calveri, ha lavorato al contratto di Marco Parolo: per il centrocampista azzurro sarebbe pronto un quadriennale a 1,2 milioni l'anno piu' bonus.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
piolilaziolotito
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.