A- A+
Sport
osvaldo modificato 7

ROMA, OSVALDO A TIFOSI "HO FATTO 200 GOL, COSA VOLETE?" - Tra Daniel Osvaldo e i tifosi della Roma e' sempre piu' gelo. L'attaccante italo-argentino, ormai in rotta con la societa' giallorossa, stava firmando alcuni autografi nel ritiro di Riscone di Brunico quando e' stato protagonista di un battibecco con i suoi supporter: "Non hai capito nulla, qui potevi diventare imperatore", gli dice un tifoso; "ho fatto 200 gol, cosa c... volete?", la replica dell'attaccante.

JEDVAJ "FELICE ESSERE QUI, M'ISPIRO A THIAGO SILVA" - Nelle scorse ore Mehdi Benatia, adesso Tin Jedvaj: la difesa della Roma, con Marquinhos in partenza, si rinnova. "Avevo molti club interessati a me, non importa fare i nomi: l'importante e' essere qui - esordisce il giovane croato, arrivato dalla Dinamo Zagabria, in conferenza stampa dal ritiro di Riscone di Brunico - questo e' un club con grande storia, grandi nomi in campo: come uno dei migliori della storia del calcio come Totti. Sono sicuro di essere arrivato in una delle tre migliori societa' in Italia". E dice di avere come modello Thiago Silva. Spiega poi: "A dire il vero e' andato tutto molto in fretta e non sono nemmeno andato dietro alle notizie sui giornali che parlavano del mio arrivo qui. Nelle ultime settimane c'era stato un forte interesse del Tottenham, ma la Roma si e' fatta sotto con forza e sono felice di essere in questo gruppo". Jedvaj e' "contento di essere" giallorosso: "la mia speranza e' quella di vincere dei titoli, di ricambiare la fiducia che il club ha riposto in me, di esprimermi alle massime potenzialita' e di riportare la Roma in Europa". Del calcio italiano il difensore croato sa che "e' un campionato difficile, uno dei migliori in Europa, sono sicuro che posso imparare molto sul piano tattico qui. Gli attaccanti in Italia sono fortissimi, ma non ho paura di nessuno sul campo: fuori, ovviamente, rispetto ogni avversario, ma sul campo sono tutti uguali". Jedvaj, che portera' con se' la famiglia nella Capitale, sottolinea le sue "doti tecniche" e il suo "senso della posizione" e ha come modello Thiago Silva e David Luiz. "Mi piacerebbe diventare come loro, perche' sono sicuri dei propri mezzi". Proprio da Thiago Silva 'ereditera'' il numero di maglia, il 33, ammettendo che "avrei scelto volentieri il 16, ma quello e' il numero di De Rossi...".

Rudi Garcia "mi ha detto di essere calmo, di giocare ed esprimermi secondo le mie capacita'. I miei primi giorni qui sono positivi, e' tutto molto bello. Ringrazio Pjanic che dal punto di vista linguistico mi sta dando una mano e sto facendo qualche passo in avanti con l'Italiano. Per ora con Garcia stiamo facendo molto lavoro atletico. Il mister lo conosco per i suoi grandi risultati con il Lille, e' un grande allenatore e spero si possa replicare anche qui". E ha concluso: "Ovviamente bisogna procedere per gradi, ma il mio obiettivo principale e' quello di stare qui, giocare con la Roma e restarci diversi anni, nessuno puo' sapere il futuro cosa ci riserva: quel che conta e' stare con la Roma e vincere dei titoli con questa squadra - sottolinea ancora Jedvaj - mi sento pronto a giocare con la Prima Squadra e non con la Primavera. Se conosco Marquinhos? Certo, ha iniziato solo l'anno scorso a giocare con la Roma e ora tutta Europa lo conosce: lui e' l'esempio migliore che l'eta' non conta. Anche io cerchero', quando il mister mi dara' la fiducia, di sfruttare questa occasione al massimo".

ARRIVA MAICON - Il terzino brasiliano, uno dei grandi protagonisti del triplete dell'Inter nel 2010, e' sbarcato a Fiumicino da San Paolo per sottoporsi alle visite mediche con il club giallorosso e poi aggregarsi ai nuovi compagni in ritiro a Riscone di Brunico. Maicon, che arriva da una stagione travagliata al Manchester City, dovrebbe arrivare alla corte di Rudi Garcia a titolo definitivo: per lui pronto un triennale.

maicon modificato 3

 

Tags:
romamaiconvisite medichefiumicino
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.