A- A+
Sport
EuroU21, Romagnoli out; Rugani lascia Conte per Di Biagio

Gigi Di Biagio perde l'infortunato Andrea Romagnoli, ma ritrova Daniele Rugani per lo spareggio d'andata di venerdi' in casa della Slovacchia. Il difensore della Sampdoria non partecipera' alla trasferta a causa di un trauma distrattivo agli adduttori della coscia destra rimediato nell'allenamento di martedì.

Il difensore della squadra toscana era stato convocato da Antonio Conte per le gare di qualificazione agli Europei del 2016 contro Azerbaijan e Malta, ma dopo l'infortunio di Romagnoli tornera' a vestire la maglia dell'Under 21 in occasione della doppia sfida con gli slovacchi che vale la qualificazione agli Europei di categoria.

Pelle' "ritorno in azzurro meglio tardi che mai" - "Sono molto contento di essere tornato in Nazionale. Erano quasi sette anni che non facevo parte della squadra azzurra e per arrivare a Coverciano ero un po' annebbiato, dovevo ritrovare la strada giusta. Ho ritrovato tanti vecchi compagni,che, mi hanno accolto bene, sono contento, ed e' un'emozione particolare essere ritornato qui". Fra le facce nuove del gruppo guidato dal c.t. azzurro Antonio Conte per la doppia sfida di qualificazione agli Europei di Francia 2016 contro Azerbaijan e Malta c'e' l'attaccante Graziano Pelle'.

"E' gia' un'esperienza importantissima per me far parte di questo gruppo - ha aggiunto dal ritiro di Coverciano - L'importante adesso sara' capire il prima possibile gli schemi del mister e cercare poi in campo, se ci dovesse essere la possibilita', di dimostrare di essere in grado di far parte di questa squadra. Ho fatto tanti gol, credo di essermi meritato questa chiamata anche perche' non ho mai mollato". Un ritorno in azzurri, il suo, dopo sette anni dall'ultimo precedente. "Sono un ragazzo molto positivo e difficilmente do colpe ad altra gente quando qualcosa per me non va bene, quindi - ha sottolineato - se e' passato tanto tempo dalla mia ultima convocazione in azzurro, e' stata colpa mia perche' sono arrivato adesso ad una maturita' totale sia a livello fisico che mentale. Ho dovuto prenderla larga, sono passati sette anni ma sono contento. Come si dice, meglio tardi che mai".

"Penso di essere cambiato io rispetto al passato, di aver migliorato degli aspetti che prima non erano perfetti, superando i difetti che avevo e migliorando i pregi che gia' possedevo - ha detto ancora Pelle' - Sono arrivato poi ultimamente in squadre dove il mister mi ha dato grande fiducia e non mi sostituiva neanche zoppo, quindi avevo sempre modo di giocare, e di fare gol anche negli ultimi minuti. Questa fiducia mi ha dato modo di fare prestazioni sempre piu' brillanti. Speravo di tornare in Nazionale, quest'anno sono passato in un campionato piu' importante, avevo possibilita' di essere preso in considerazione, il mister lo ha fatto e mi ha convocato. Ci sono pero' tantissimi altri calciatori che meriterebbero di far parte della Nazionale".

Fra questi, un suo avversario in Premier League e' Mario Balotelli. "Lui sembra gia' un veterano pero' e' ancora molto giovane- ha detto Pelle' su Balotelli - Molte cose io le ho capite molto tempo dopo di lui. Ha una visione larga delle cose, e la gente cerca sempre di punzecchiarlo per questa cosa. Ha gia' giocato in Inghilterra, e' alla sua seconda esperienza in Premier League. Deve resettare, stare tranquillo perche' ha grandi qualita', e lavorare al massimo come dice il mister del Liverpool, e poi sono sicuro si togliera' grandi soddisfazioni". Graziano Pelle' rappresenta il made in Italy calcistico che funziona all'estero.

"Per quanto mi riguarda e' bello fare esperienze all'estero - ha concluso l'attaccante del Southampton - Ne ho parlato anche con alcuni compagni fra cui Immobile che adesso e' al Dortmund. Gli ho detto 'Adesso non e' facile , poi dopo ti renderai conto che e' bello stare all'estero perche' si vive lo sport in una maniera molto piu' serena'. All'estero, al di la' della partita della domenica, ti lasciano molto piu' sereno. In Italia invece ogni tanto ci lamentiamo. Scherzo sempre su questo con i miei compagni e gli dico: "Il giorno che smettero' di lamentarmi, essendo io italiano, vuol dire che saro' morto". Siamo abituati a lamentarci, ma il giorno in cui si miglioreranno gli stadi, la gente verra' invogliata ad andare al campo e torneremo ad essere il campionato piu' bello al mondo perche' le citta' sono tutte belle, e tutto il resto ci favorisce, a partire dal buon cibo".

Tags:
ruganiromagnolinazionaleunder 21contedi biagio
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.