A- A+
Sport
Com'è bella Parma senza i Tanzi.... Di Massimo"old-football" Puricelli

Quarto anno consecutivo che mi reco a Parma per la partita, e vorrei sottolineare come la città emiliana sia sempre un esempio di benessere e senso civico, una città a "misura d'uomo". Una città in cui "stonava" il potere e la presenza della Parmalat dei Tanzi.
Mi spiego: la ditta aveva origini lontane, sempre però incastonata nell'ambiente cittadino, un piccolo gioiellino che il patron Tanzi volle trasformare in una multinazionale senza averne le basi. Sappiamo tutti cosa è poi accaduto, e osservando la città nel suo insieme mi pare che quella presenza fosse ingombrante poco affine al contesto , un contesto di "provincia" (un termine che non ritengo offensivo e svilente, anzi)dove tanti cittadini(giovani e meno giovani) usano la bici per gli spostamenti, dove lo sviluppo edilizio è formato prevalentemente da palazzine e case singole, dove non ci sono "segni" della globalizzazione o di una cementificazione selvaggia.Un contesto urbano che trasmette serenità e quiete.
Ecco, la Parmalat dei Tanzi sembrava un'auto storica con la carrozzeria di una fuoriserie. Ma di quella realtà non vi è più traccia, in tutta la città.
Che differenza rispetto ad un decennio orsono quando non c'era angolo in cui non campeggiava il marchio con la reclame dei numerosi prodotti alimentari.
Sembra incredibile ma nemmeno all'interno dello stadio, regno e vanto della famiglia Tanzi, che portarono la compagine crociata a primeggiare anche in Europa, vi sono rimaste tracce.
Anzi, per la verità un piccolo segno c'è ancora.
Due piccoli cartelloni pubblicitari a lato della tribuna centrale semi nascosti, come se i Parmigiani si vergognassero di quello che è accaduto e abbiano voluto cancellare in toto una realtà non consona con la loro storia, con le loro tradizioni centenarie del GranDucato di Parma e Piacenza della duchessa Maria Luigia.
E sì, perchè anche i cartelloni pubblicitari dello stadio Tardini sono un ritornati ad essere in linea con la dimensione della città. Solo realtà locali con poca vocazione globale, ma probamente, un orgoglio del tessuto socio-industriale del territorio.
Ecco sembra un piccolo, ma bellissimo dipinto in cui non vi sono colori sgargianti che fanno colpo ma che rovinano la nuance dell'opera.
 
Massimo"old-football" Puricelli
Legnano(MI)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tanziparmaparmalat
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)

Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.